I Piani di zona

INDICE ANALITICO GENERALE

tutte le voci del sito

Prima bozza


Per una collocazione dei PdZ nella programma generale, vedi scheda 16: I PROGRAMMI D'AMBITO.

Sulle funzioni di programmazione di vasta area vedasi:

scheda 49 I NUMERI DELLA PROGRAMMAZIONE DI VASTA AREA

scheda 59 LA PROGRAMMAZIONE INTEGRATA.


I Piani di Zona (PdZ) sono lo strumento strategico ed obbligatorio previsto dalla LN328/2000 per governare le politiche sociali a livello territoriale. In particolare il compito del Piano di zona è di organizzare soggetti diversi, che in un ambito territoriale intervengono sui bisogni e sulla domanda sociale, per la progettazione e la realizzazione di un sistema integrato di interventi e servizi sociali. La legge indica come i PdZ debbano trovare integrazione con le politiche dell’ambiente, dell’istruzione, della formazione, del lavoro, della casa, del tempo libero e dei trasporti, mentre in alcune norme regionali troviamo esplicitati gli obiettivi del benessere della persona, del miglioramento della qualità dei servizi e della promozione sociale. (Merlo G., 2014, p.67).


APPROFONDIMENTI

Arcari B., 28 elementi da osservare per valutare la qualità della rete nel Piano di Zona, Blog 2013

http://www.valut-azione.net/blog/tag/piano-di-zona/

Il Piano di Zona (Piano di sviluppo del welfare) della Città di Milano 2012-2014

http://www.comune.milano.it/portale/wps/portal/CDM?WCM_GLOBAL_CONTEXT=/wps/wcm/connect/ContentLibrary/Elenco%20Siti%20tematici/Elenco%20Siti%20tematici/Piano%20di%20Zona/

Cicoletti D., Stea S. (a cura di), Primo monitoraggio dei Piani sociali di Zona della Regione Puglia, 2014

http://pss.irsonline.it/materiali/Quid12-presentazione.pdf

De Ambrogio, Piani di zona tra innovazione e fragilità

http://issuu.com/prospettivesocialiesanitarie/docs/quid

IL QUADRO DELLA SITUAZIONE IN ITALIA

Lo strumento di interrogazione dell' ANCI 2005

http://www.welfare.anci.it/servizio.asp?action=piani

Il Piano dei servizi nelle province italiane, Social Capital Gateway (SCG) 2005

http://www.socialcapitalgateway.org/it/content/website/piano-dei-servizi-nelle-province-italiane

Il monitoraggio Isfol-Upi 2007

http://www.upinet.it/docs/contenuti/2008/6/inserto-upi-isfol.pdf

Nel 2013 l’ISFOL ha avviato il monitoraggio nazionale dei Piani Sociali attraverso la somministrazione ai responsabili degli Uffici di Piano di un questionario specifico che sfrutta la metodologia CAWI (Computer Assisted Web Interview). L’indagine punta a fornire un’analisi della governance a livello locale in materia di politiche sociali. Una ricerca di tipo censuario che si propone di intercettare l’insieme dei Piani Sociali di zona presenti in tutte le Regioni italiane. Ha riguardato l’intero territorio nazionale raggiungendo mediamente l’80% dell’universo dei piani di zona: 279 nelle regioni settentrionali, 132 nelle regioni del centro e i restanti 223 nelle regioni meridionali.

http://www.isfol.it/open-data-delle-ricerche/isfol-microdati-piani-zona

Il data base dei 19 Piani di Zona della Provincia di Torino relativi alla triennalità 2011-13: offre una lettura delle principali informazioni riguardanti gli interventi, le attività e i target previsti dalla programmazione locale. Attraverso l’interrogazione è possibile conoscere i bisogni emersi; l'analisi dell'offerta dei servizi elaborati in risposta a determinati bisogni/istanze della popolazione e di tutti gli enti e le organizzazioni che hanno preso parte al processo; l'analisi, lo studio e la comparazione dei diversi documenti, per assicurare e promuovere la diffusione di una rete di informazioni e di aggiornamenti su attori ed esperienze avviate nelle diverse realtà e per restituire un quadro conoscitivo provinciale attraverso ricerche specifiche e collegamenti ai singoli Piani di Zona. (a cura degli Uffici Sistema Informativo e Programmazione territoriale del Servizio Politiche Sociali e di Parità della Provincia di Torino). In allegato estratto della tesi di Laurea Magistrale di Angela Falco sull'argomento.

http://www.wwwest.org/p_to_pdz/

Tutti gli aggiornamenti del sito sulla

PAGINA FACEBOOK

“Mi piace” per avere le notifiche. Suggeriscilo ai tuoi amici



luglio 2014 Giorgio Merlo