64. Bilancio dell'UE

INDICE ANALITICO GENERALE

tutte le voci del sito

A differenza di quanto succede per i bilanci nazionali degli Stati membri, il bilancio dell'UE copre un periodo più lungo, almeno 5 anni, ma di solito 7. In questo periodo i governi nazionali e il Parlamento europeo definiscono la spesa annuale dell'UE in vari settori ("linee di bilancio").

L'iter prevede che la Commissione proponga un bilancio, i governi dei paesi membri, mediante il Consiglio ed il Parlamento, approvano la proposta.

Il Quadro Finanziario Pluriennale (QFP) fissa gli importi annui massimi della spesa (i «massimali») nei vari settori strategici (le «rubriche») determinando, di fatto, le priorità politiche per gli anni a venire e pertanto costituisce anche un quadro politico, oltre che di bilancio.

http://europa.eu/rapid/press-release_MEMO-13-1004_it.htm

Il QFP per il periodo 2014-2020 è stato definito in 959,99 miliardi di EUR in impegni di spesa e fino a 908,40 miliardi di EUR in pagamenti. (Consiglio Europeo 2 dicembre 2013, revisione 21 aprile 2015)

http://www.consilium.europa.eu/it/policies/multiannual-financial-framework/mff-2014-2020/

Entrate

Le principali risorse di bilancio sono costituite da:

• risorse proprie tradizionali: costituite principalmente dai dazi doganali sulle importazioni provenienti dai paesi extra UE e dai prelievi sullo zucchero che concorrono ad oltre il 10% del gettito totale

• la risorsa propria basata sull’imposta sul valore aggiunto (IVA): si tratta di un’aliquota uniforme dello 0,3 % che, tranne qualche eccezione, è applicata sulla base IVA armonizzata (procedimento attraverso cui si rendono affini le diverse discipline normative) degli Stati membri, costituendo un 10% del gettito totale;

• risorsa propria basata sul prodotto nazionale lordo (RNL): ogni Stato membro trasferisce al bilancio dell’UE una certa percentuale della propria ricchezza (espressa in PNL, nel 2012 era lo 0,7554 %). Benché fosse stata concepita come strumento di riequilibrio, è diventata la principale fonte di entrate del bilancio dell’UE, rappresentando oltre il 70 % del gettito totale.


Uscite: Bilancio di previsione 2016

Il 25 novembre 2015 il Consiglio ha approvato l'accordo sul bilancio dell'UE per il 2016 fissando il livello totale degli impegni a 155 miliardi di EUR e quello dei pagamenti a 143,89 miliardi.

http://www.consilium.europa.eu/it/policies/eu-annual-budget/2016/

STANZIAMENTI PER RUBRICA Mld Eur

1 Crescita intelligente e inclusiva 69,841

di cui: Competitività per la crescita e l’occupazione 19,01

Coesione economica, sociale, territoriale 50,831

2 Crescita sostenibile 62,484

3 Sicurezza e cittadinanza 4,052

4 Europa globale 9,167

5 Spese amministrative 8,935

6 Strumenti speciali 0,525

TOTALE 155,004

http://www.consilium.europa.eu/it/policies/eu-annual-budget/2016/

Uscite: Bilancio consuntivo 2015

La parte principale del bilancio ha sostenuto la crescita e l'occupazione. Un’altra percentuale significativa è andata all’agricoltura e allo sviluppo rurale. Nel 2015 le principali aree di spesa sono state:

- 46% per una "crescita intelligente e inclusiva" (34% per aiutare le regioni sottosviluppate dell'UE e le fasce svantaggiate della società; 12% per migliorare la competitività delle imprese europee);

- 41% per l'agricoltura: produrre alimenti sicuri, favorire una produzione innovativa ed efficiente e l'uso sostenibile del territorio e delle foreste.

Circa al 6% del bilancio copre le spese amministrative.

http://europa.eu/pol/financ/index_it.htm

Nel 2014 l'Italia ha speso: il 51,5% per l’agricoltura, il 37,3% per le politiche di coesione, il 6,9% per ricerca e sviluppo, il 2% per le politiche di cittadinanza, sicurezza e giustizia ed il 2,4% per le spese di amministrazione.

http://europa.eu/about-eu/basic-information/money/expenditure/index_it.htm

Italia: dare ed avere

“Nel rapporto dare/avere con l’Ue in questo settennato [2007-13] abbiamo registrato un saldo negativo di 37,8 miliardi di euro [l'Italia ha versato 109,7 miliardi di euro e ne ha ricevuti, attraverso i programmi comunitari, 71,8]. Dopo la Germania, il Regno Unito e la Francia, siamo il quarto contribuente netto a garantire l’azione dell’Unione. Se, invece, prendiamo come parametro di riferimento il dato pro-capite, sono i paesi nordici a guidare la graduatoria, mentre l’Italia scivola all’undicesimo posto, con uno sforzo economico per residente pari a soli 623 euro”.

http://www.cgiamestre.com/wp-content/uploads/2015/05/Dare-avere-Unione-Europea.pdf

Con il nuovo QFP 2014-20 l’Italia, migliorerà la sua posizione nell’ambito del cosiddetto “saldo netto” (la differenza tra i contributi dell’Italia al bilancio UE ed i fondi ricevuti) [nel periodo 2007-13 il 72% per cento di questi soldi è tornato indietro] che pur restando negativo passerà dagli attuali 4.500 milioni di euro l’anno per il periodo 2007-2013, corrispondenti allo 0,28% del RNL, a 3.850 milioni di euro l’anno per il periodo 2014-2020, corrispondenti allo 0,23% del RNL, con una riduzione media annuale di 650 milioni di euro per l’intero periodo 2014-2020. L’Italia diverrebbe il terzo minor contribuente netto, dopo Belgio e Spagna. Il miglioramento della situazione del saldo netto dell’Italia è stato ottenuto in gran parte grazie ad un aumento delle risorse destinate all’Italia nell’ambito della politica di coesione, in controtendenza rispetto ad una generalizzata riduzione dei finanziamenti (tra l’8% e il 10 % a seconda degli Stati membri) per la politica di coesione per gli altri Stati membri.

http://leg16.camera.it/465?area=3&tema=554&Quadro+finanziario+UE+2014-2020

Si vedano anche le schede:

IL SISTEMA DI PROGRAMMAZIONE EUROPEO

LA STRUTTURA ISTITUZIONALE UE

MATERIE: COMPETENZE UE

LA NASCITA DEI FONDI STRUTTURALI EUROPEI

PROGRAMMAZIONE UE STRUTTURALE 2014-2020

PROGRAMMAZIONE UE PER TEMA 2014-2020


Per saperne di più

Il bilancio UE

http://europa.eu/pol/pdf/flipbook/it/budget_it.pdf

Le finanze UE

http://europa.eu/about-eu/basic-information/money/index_it.htm

Come viene speso il bilancio dell'UE (su dati 2014): sistema di interrogazione per sapere quanto l'UE spende per ogni paese e per quali misure, da dove provengono i finanziamenti e a quanto ammontano rispetto agli altri paesi.

http://europa.eu/about-eu/basic-information/money/expenditure/index_it.htm

Un confronto dare avere tra i diversi paesi dell'UE, dati 2013

http://www.ilcosmopolitacurioso.eu/2015/bilancio-unione-europea/

Il bilancio, Commissione Europea, 2014

http://europa.eu/pol/pdf/flipbook/it/budget_it.pdf

Sette infografiche per conoscere il budget dell'UE

http://www.europarl.europa.eu/news/it/news-room/content/20121211FCS04528/html/Sette-infografiche-per-conoscere-il-budget-dell'UE

Multiannual financial framework 2014-2020

http://ec.europa.eu/budget/biblio/documents/fin_fwk1420/fin_fwk1420_en.cfm

Financial Report 2014: budget focused on growth, jobs and competitiveness

http://ec.europa.eu/budget/news/article_en.cfm?id=201507231359

Tutti gli aggiornamenti del sito sulla

PAGINA FACEBOOK

“Mi piace” per avere le notifiche. Suggeriscilo ai tuoi amici



gennaio 2016 Giorgio Merlo