Progetto nazionale per l’inclusione e l'integrazione dei bambini rom, sinti e caminanti

INDICE ANALITICO GENERALE

tutte le voci del sito

Vedi anche la sezione: Piani, programmi nazionali




Progetto nazionale per l’inclusione e l'integrazione dei bambini rom, sinti e caminanti, terza annualità

http://www.minori.it/it/progetti-sperimentali-285/il-progetto-rsc

Promosso dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali e svolto in collaborazione con il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, il Progetto per l’inclusione di bambini e adolescenti rom, sinti e caminanti sta implementando per il 2015/2016 la terza annualità del percorso sperimentale avviato nel 2013 assieme alle Città Riservatarie (ex lege 285/97) di Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma, Torino eVenezia. Nel 2013/14 ha partecipato anche la città di Milano.

La terza annualità vede coinvolti 46 plessi scolastici di cui 35 del ciclo della primaria e 11 della secondaria di primo grado. In totale partecipano alle attività 151 classi: 126 per il ciclo della primaria e 25 della secondaria di primo grado. Nel complesso gli alunni coinvolti sono oltre 3100, tra loro 391 sono alunni RSC. Il numero dei soggetti coinvolti dal Progetto è in costante aumento dal primo anno della sperimentazione. Rispetto alla prima annualità, oggi le scuole partecipanti sono più del doppio e le classi e i bambini RSC coinvolti sono circa il triplo.

Il progetto si pone all’interno di una cornice istituzionalmente condivisa, costituita dalla

· Strategia nazionale d’inclusione dei rom, sinti e caminanti 2012-2020,

· Piano biennale nazionale di azioni e di interventi per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva

· e dalla Convenzione Onu sui diritti del fanciullo.

http://www.unicef.it/doc/599/convenzione-diritti-infanzia-adolescenza.htm

Le finalità del progetto sono:

  • favorire processi di inclusione dei bambini e adolescenti RSC;
  • promuovere la disseminazione di buone prassi di lavoro e di saperi;
  • costruire una rete di collaborazione tra le città riservatarie.

Si vuole quindi privilegiare un approccio integrato che agisca nell'area della scuola, della salute, della formazione e della cultura con i seguenti obiettivi specifici:

  • favorire la partecipazione scolastica;
  • rafforzare i percorsi di formazione professionale per facilitare l'inserimento lavorativo;
  • promuovere l'accesso ai servizi e in particolare ai percorsi di salute;
  • promuovere la partecipazione attiva di bambini e adolescenti RSC.


APPROFONDIMENTI

Integrazione Rom, Sinti e Caminanti, Ministero del lavoro e delle politiche sociali

http://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/infanzia-e-adolescenza/focus-on/integrazione-rom-sinti-e-caminanti/Pagine/default.aspx

Rapporto finale prima annualità 2013-2014, Centro nazionale di documentazione e analisi per l’infanzia e l’adolescenza

http://www.minori.it/sites/default/files/quaderno_57.pdf

Report finale II annualità 2014- 2015

http://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/infanzia-e-adolescenza/focus-on/integrazione-rom-sinti-e-caminanti/Documents/Report%20finale_2015_def.pdf

Tutti gli aggiornamenti del sito sulla

PAGINA FACEBOOK“Mi piace” per avere le notifiche. Suggeriscilo ai tuoi amici



Giorgio Merlo