Impatto sociale

Accountability, Bilancio sociale, Corporate Social Responsability (CSR), Rendicontazione sociale, Responsabilità Sociale di Impresa (RSI), Social Impact Investments, Social Return Of Investment (SROI), Valore Sociale Aggiunto

INDICE ANALITICO GENERALE

tutte le voci del sito

(La valutazione). “Al di là dei disposti di legge o delle indicazioni comunitarie in cui la valutazione diventa atto dovuto, in generale in letteratura si distinguono tre differenti utilizzi: uno “strumentale”, poiché suggerisce cosa devono fare i decisori; uno “illuminativo”, in quanto tende a comprendere come funzionano i programmi; e uno “persuasivo”, perché serve a difenderli o ad attaccarli (Stame, 2001a, p. 94); all’interno di questi utilizzi, tra tutte quelle possibili, possiamo individuare come preminenti e ricorrenti in letteratura due macrofunzioni.

La prima consiste nel rendere conto (accountability) dell’attività e dei risultati ai diversi possibili stakeholder, ma anche nel fare un bilancio complessivo dell’esperienza conclusa (summative evaluation).

La seconda macrofunzione è quella di apprendimento (learning), nel senso di miglioramento progressivo della conoscenza, competenza e capacità e di aggiornamento delle strategie sul tema in oggetto (formative).” (Merlo G., 2014, p. 154)

Secondo l’OECD l’impatto è “The positive and negative, intended and unintended, direct and indirect, primary and secondary effects produced by an intervention”.

https://www.oecd.org/dac/evaluation/2754804.pdf

Si parla dell’effetto che ogni intervento genera, e dunque, se guardiamo all’impatto sociale, l’effetto sociale che ogni intervento genera sulla collettività o su specifiche categorie di soggetti beneficiari.

La necessità di valutare l’impatto sociale (primario e/o secondario) è ulteriormente sostenuta dal bisogno crescente di massimizzare gli effetti sociali prodotti da politiche e da investimenti, tenendo conto dei budget che sono sempre più limitati e della conseguente finestra temporale che predilige il breve periodo rispetto a risultati di lungo periodo.

In generale è un approccio legato allo studiare e disegnare interventi basati sull’evidenza e sui risultati (evidence based: vedi glossario).

Il focus sui risultati e sui cambiamenti è, pertanto,utilizzato per individuare target di programmi e progetti, definire al meglio l’allocazione delle risorse ex-ante, guidare le decisioni.

Operativamente valutare l'impatto sociale di una politica pubblica, il ritorno sociale di un investimento in un'impresa sociale, oppure valutare le performance sociali e ambientali conseguite da un'organizzazione richiede tecniche e strumenti diversi ed adeguati all’obiettivo.

“Un impatto sociale infatti si può distinguere per:

· desiderabilità degli effetti (positivi o negativi)

· ampiezza dell'impatto (ampio o corto raggio),

· intensità (lieve o grave),

· direzione (reciprocità o contrapposizione)

· ed infine, durata (breve o permanente).

Ne consegue che le metriche di misurazione dell'impatto variano per tipologia e per natura. Ad esempio talvolta sono necessari indicatori qualitativi, quantitativi, controfattuali, elaborati internamente o sviluppati e riconosciuti in ambito internazionale. In generale, il processo di valutazione dell'impatto sociale richiede a qualsiasi organizzazione di avere ben chiaro il motivo per il quale si decide di effettuare l'analisi e il grado di maturità dell'organizzazione che mette in atto il processo.”

Corazza L., Un esempio di valutazione di impatto sociale in Piemonte, Politiche Piemontehttp://www.politichepiemonte.it/site/index.php?option=com_content&view=article&id=436:un-esempio-di-valutazione-di-impatto-sociale-in-piemonte-il-caso-universita-degli-studi-di-torino-e-il-processo-di-rendicontazione-sociale&catid=74:welfare-e-non-profit&Itemid=95

Essenzialmente occorre “chiederci: che cosa vogliamo conoscere? In quanto la valutazione non è fine a sé stessa ….. e perché le modalità con cui valutiamo dipendono da ciò che vogliamo valutare.” (Merlo G., 2014, p. 149). Vedi anche la scheda LA VALUTAZIONE


Campo particolare della misurazione dell’impatto sociale è quello relativo alle imprese sociali.

In questo caso è importante sottolineare che ciò che si misura è l'impatto sociale e non l'organizzazione stessa ed i suoi risultati commerciali. Infatti, in quanto imprese, possono trovare applicazione alcuni parametri di valutazione aziendale (si pensi alle analisi di bilancio, piuttosto che alle metriche tipiche delle imprese business oriented), ma nel nostro caso si rende necessario valutare se oltre all’obiettivo economico esse riescano a soddisfare e raggiungere gli obiettivi di tipo sociale che si pongono.

Parlando di impatto sociale e della sua valutazione ricorrono alcuni concetti similari e connessi.

Accountability

Concetto che rimanda al rendere conto dell’azione fatta, rispondere per i risultati ottenuti. Si tende a distinguere tra:

· Esterna: rendicontazione verso stakeholders esterni sugli effetti economici, sociali ed ambientali della gestione

· Interna: responsabilizzazione delle risorse impiegate e sui risultati raggiunti

· Contabile: implementazione della contabilità generale economico- patrimoniale ed analitica per centri di costo

Romolini A., Accountability e bilancio sociale negli enti locali, Angeli 2007, p.22

Bilancio sociale

È uno strumento straordinario e volontario con il quale un’organizzazione rende conto agli stakeholders i programmi, le attività ed i risultati raggiunti in modo trasparente e comprensibile, con modalità non evidenti nei tradizionali documenti e nelle tradizionali procedure di rendicontazione economico finanziaria.

“Rappresenta la certificazione di un profilo etico, l'elemento che legittima il ruolo di un soggetto, non solo in termini strutturali, ma soprattutto morali, agli occhi della comunità di riferimento, un momento per enfatizzare il proprio legame con il territorio, un'occasione per affermare il concetto di impresa come buon cittadino, cioè un soggetto economico che perseguendo il proprio interesse prevalente contribuisce a migliorare la qualità della vita dei membri della società in cui è inserito. La missione aziendale e la sua condivisione sono elementi importanti per ottenere il consenso della clientela, del proprio personale, dell'opinione pubblica"

bilanciosociale.it

È una delle forme di rendicontazione sociale maggiormente codificata distinguendosi tra bilancio di mandato (amministrativo) o per periodi specificati, bilancio partecipativo, consolidato, di territorio, di settore (ambientale, di genere, etc).

Dipartimento della Funzione Pubblica, Come redigere un bilancio sociale, 2015 http://qualitapa.gov.it/customer-satisfaction/ascolto-e-partecipazione-dellutenza/rendicontazione-sociale/
Associazione Nazionale per la Ricerca Scientifica sul Bilancio Sociale, Principi di redazione del bilancio sociale, 2013 http://www.gruppobilanciosociale.org/wp-content/uploads/2014/02/Standard-GBS-2013-Principi-di-redazione-del-Bilancio-Sociale.pdf

Rendicontazione sociale

In generale rappresenta la modalità attraverso il quale le Amministrazioni comunicano ai propri interlocutori gli impatti prodotti dalle proprie scelte politiche e gestionali sulla qualità della vita all’interno della propria comunità, permettendo di valutare la coerenza tra quanto programmato e quanto operativamente realizzato.

La Responsabilità Sociale d’Impresa (RSI) o Corporate Social Responsability (CRS) è definita dal “Libro Verde della Commissione Europea” 2001 come: "L'integrazione volontaria delle preoccupazioni sociali e ambientali delle imprese nelle loro operazioni commerciali e nei rapporti con le parti interessate" e considerata come uno degli strumenti strategici per realizzare una società più competitiva e socialmente coesa e per modernizzare e rafforzare il modello sociale europeo.

http://www.europarl.europa.eu/meetdocs/committees/deve/20020122/com(2001)366_it.pdf

La CSR va oltre il rispetto delle prescrizioni di legge e individua pratiche e comportamenti che un’impresa adotta su base volontaria, nella convinzione di ottenere dei risultati che possano arrecare benefici e vantaggi a se stessa e al contesto in cui opera. Particolare attenzione viene prestata ai rapporti con i propri portatori d’interesse (stakeholder): collaboratori, fornitori, clienti, partner, comunità e istituzioni locali, realizzando nei loro confronti azioni concrete. Ciò si traduce nell'adozione di una politica aziendale che sappia conciliare gli obiettivi economici con quelli sociali e ambientali del territorio di riferimento, in un’ottica di sostenibilità futura.

Si individua così il campo di applicazione della responsabilità sociale tanto dal punto di vista della dimensione interna - gestione delle risorse umane, tutela di salute e sicurezza, adattamento alle trasformazioni nelle ristrutturazioni aziendali e gestione degli effetti sull’ambiente - quanto di quella esterna - rapporti con le comunità locali, costruzione di partnership commerciali, rapporti con fornitori e consumatori, rispetto dei diritti umani nella catena di fornitura e preoccupazioni ambientali a livello planetario.

ISFOL, Il punto sulla responsabilità sociale delle imprese, 2005https://www.cliclavoro.gov.it/Moduli%20e%20Documenti/quaderno_isfol_Responsabilita_sociale_imprese.pdf

vedi anche la scheda: Piano Nazionale della Responsabilità Sociale d’Impresa 2012-2014

Social Impact Investments

“Investimenti finalizzati a produrre, anche grazie alla sinergia con risorse provenienti dal settore pubblico, oltre a significativi rendimenti economici, positivi effetti sociali per le comunità. Si caratterizzano per:

• l’intenzionalità dell’investitore di generare un impatto sociale;

• l’aspettativa di un rendimento economico che motiva l’investitore;

• la flessibilità del tasso di rendimento atteso che può posizionarsi al di sotto del livello medio di mercato o allinearsi ai rendimenti di mercato;

• la varietà degli strumenti finanziari utilizzati e delle forme di intervento che spaziano dal debito all’equity puro;

• la misurabilità dell’impatto, fondamentale per assicurare trasparenza e accountability.”

Bandera L., Investimenti a impatto sociale: verso una nuova economia?, Secondo welfare 2014 http://www.secondowelfare.it/privati/finanza-sociale/investimenti-a-impatto-sociale-una-nuova-economia-e-possibile.html

“L’intenzionalità proattiva con cui l’investitore persegue lo scopo sociale, insieme al ritorno economico, distingue questa nuova generazione di investimenti dall’approccio del Socially Responsible Investing (SRI). Tale approccio si basa abitualmente sull’utilizzo di sistemi di screening capaci di evitare che gli investimenti vadano verso aziende con impatti ambientali, sociali e di governance negativi o insufficienti. Tuttavia, le imprese che beneficiano degli investimenti SRI hanno un core business “tradizionale”, quindi, differente dal miglioramento sociale e ambientale che orienta l’impact investing. Gli investimenti ad impatto si caratterizzano, dunque, poiché concepiti attorno agli obiettivi di impatto sociale da raggiungere; costruiti su modelli di misurazione di tale impatto e resi sostenibili attraverso un legame tra obiettivi di impatto raggiunti e remunerazione del capitale investito.” Sul tema si veda la scheda SOCIAL IMPACT BOND

Social Impact Investment Task Force, La finanza che include: gli investimenti ad impatto sociale per una nuova economia, Rapporto Italiano, 2014 http://www.socialimpactinvestment.org/reports/Rapporto%20Italiano%20Ultima%20versione.pdf

Valore Sociale Aggiunto

Concetto riferito essenzialmente al mondo del non profit che sottolinea le potenzialità del settore:

· Valore economico: apporto in termini di aumento (o non consumo) di ricchezza materiale, economica e finanziaria (investimento, risparmio), che una organizzazione produce attraverso la sua attività specifica.

· Valore sociale: contributo specifico in termini di produzione di beni relazionali (dimensione relazionale interna) e creazione di capitale sociale (dimensione relazionale esterna).

· Valore culturale: apporto specifico in termini di diffusione di valori (equità, tolleranza, solidarietà, mutualità), coerenti con la propria mission, nella comunità circostante

· Valore istituzionale: apporto in termini di rafforzamento della sussidiarietà orizzontale, dei rapporti intraistituzionali e infra-istituzionali.

Venturi P., Villani R., Nuovo Welfare e valore aggiunto dell’economia sociale, AICCON ricercahttp://www.toscana.confcooperative.it/C2/Documenti/Studi%20e%20Ricerche/AICCON%20-%20Valore%20Aggiunto%20Sociale%20(Ruggero%20Villani).pdf



Approfondimenti:

Alvaro M.L., Social impact: la finanza chiama con 300 milioni, Vita 2018

http://www.vita.it/it/article/2018/04/20/social-impact-la-finanza-chiama-con-300-milioni-ma-il-terzo-settore-de/146614/

Barazzetta E., Investimenti a impatto sociale: analisi e opportunità, Secondo welfare, feb 2017

http://www.secondowelfare.it/privati/finanza-sociale/investimenti-a-impatto-sociale-analisi-e-opportunita.html

British government, Social Value Act, 2012

http://www.legislation.gov.uk/ukpga/2012/3/enacted

Chiaf E., Un’analisi degli indicatori di impatto sociale, Centro Studi in imprese cooperative, sociali ed enti non profit

http://www.actsocial.eu/wp-content/uploads/2015/07/II_Ricerca_Socialis_Social_impact_indicators_identification.pdf

Epstein, M. J., Yuthas, K., (2014), Measuring and Improving Social Impacts: A Guide for Nonprofits, Companies, and Impact Investors, Berrett-Koehler Publishers, Oakland

Impronta etica, Linee guida per la misurazione dell’impatto sociale, Una guida pratica per le organizzazioni, 2015

http://www.improntaetica.org/wp-content/uploads/2016/06/Linee-Guida-Impatto_def.pdf

Mallone G., L'impatto dell’impresa sociale in Italia e in Europa: un rapporto che “mappa”, misura e compara gli “eco-sistemi” delle imprese sociali nei diversi paesi, Secondo welfare 2014

http://www.secondowelfare.it/terzo-settore/impresa-sociale/limpatto-dellimpresa-sociale-in-italia-e-in-europa.html

Mento F., L'impact finance modelli la propria offerta sulle esigenze del Terzo Settore, Vita 2018

http://www.vita.it/it/article/2018/04/23/limpact-finance-modelli-la-propria-offerta-sulle-esigenze-del-terzo-se/146632/

Ministero dello sviluppo economico, Le linee guida per il riconoscimento delle start-up innovative a vocazione sociale. “Documento di Descrizione dell’Impatto Sociale”, 2015

http://www.mise.gov.it/images/stories/documenti/Guida_Startup_Innovative_Vocazione_Sociale_01_2015.pdf

UE, Proposed Approaches to Social Impact Measurement in European Commission legislation and practice, 2014

http://ec.europa.eu/internal_market/social_business/docs/expert-group/social_impact/140605-sub-group-report_en.pdf

OECD, PRACTICAL GUIDE TO EX ANTE POVERTY IMPACT ASSESSMENT, 2007

https://www.oecd.org/dac/povertyreduction/38978856.pdf

OECD, Social impact investment, building the evidence based, 2015

http://www.oecd.org/sti/ind/social-impact-investment.pdf

Rago S., Venturi P., Dalla rendicontazione all’impatto. Il Social Impact Report 2015 di For.B, Secondo welfare, 2016

http://www.secondowelfare.it/terzo-settore/impresa-sociale/dalla-rendicontazione-allimpatto-il-social-impact-report-2015-di-forb.html

Social impact investment taskforce, Impact investment: the invisible heart of markets, Report of the Social impact investment taskforce, 2014

http://www.socialimpactinvestment.org/reports/Impact%20Investment%20Report%20FINAL[3].pdf

Zamagni S., Venturi P., Rago S., Valutare l'impatto sociale. La questione della misurazione nelle imprese sociali, Impresa sociale 2015

http://www.rivistaimpresasociale.it/rivista/item/141-misurazione-impatto-sociale.html

Tutti gli aggiornamenti del sito sulla

PAGINA FACEBOOK

“Mi piace” per avere le notifiche. Suggeriscilo ai tuoi amici


Giorgio Merlo giugno 2016