Le nostre sentenze

In questa pagina vengono periodicamente inseriti sentenze e altri provvedimenti relativi a procedimenti giudiziari direttamente seguiti dagli avvocati che collaborano con emiliocurci.net suddivisi per materie e ritenuti di maggiore interesse.

I provvedimenti giudiziari sono liberamente fruibili dai visitatori del sito solo se utilizzati unicamente per scopi attinenti l'ambito giuridico (es: per approfondimenti giuridici, citazioni giurisprudenziali, ecc...).

Tutti i documenti, nel rispetto della normativa sulla privacy, sono pubblicati sul presente sito previa eliminazione dei nominativi e degli altri dati personali riguardanti le parti in causa.

Per eventuali notizie, chiarimenti o altre informazioni relative ai provvedimenti pubblicati è possibile inviare una mail all'indirizzo: info@emiliocurci.net

DIRITTO CIVILE

TribunaleBari2661-2019.pdf

sentenza n. 2661/2019 del 21.06.2019

Tribunale di Bari - Giudice dott.ssa Valentina D'Aprile

La sentenza resa dal Tribunale di Bari condanna impresa venditrice, costruttrice ed appaltante, nonchè direttore dei lavori e direttore tecnico in solido tra loro, al risarcimento dei danni in favore dell'acquirente di un immobile con vizi costruttivi gravi tra cui anche alcuni di natura acustica, chiarendo che il dies a quo per l'inizio dei termini di decadenza e prescrizione dell'azione inizia a decorrere dal momento effettivo della conoscenza dei vizi (solo all'esito di apposita perizia tecnica o consulenza di ufficio)

CDA-Bari706-2020.pdf

decreto n. 706/2020 del 24.06.2020

Corte di Appello di Bari - sezioni minori e famiglia

Il decreto reso dalla Corte di Appello di Bari - sezione minori e famiglia annulla un decreto del Tribunale per i minorenni di Bari con il quale era stata disposta la sospensione della responsabilità genitoriale della madre nei confronti del figlio minore, stante l'assenza del grave pregiudizio a carico del minore stesso.

ordinanza22072018.pdf

ordinanza del 22.07.2018

Tribunale di Bari - Giudice dr.ssa Cristina Fasano

L'ordinanza resa dal Tribunale di Bari, in un procedimento di urgenza ex art. 700 c.p.c. ordina a parte resistente l'immediata cessazione di rumori che superano la normale tollerabilità (provenienti da un'autoclave e da una serranda elettrica) in quanto lesivi del diritto alla salute dei ricorrenti.

sentenza307-2018.pdf

sentenza n. 307/2018 del 14.02.2018

Giudice di Pace di Bari - Avv. Nunzia Menolascina

La sentenza resa dal giudice di pace di Bari annulla un'intimazione di pagamento notificata dall'Agenzia delle Entrate Riscossione (ex Equitalia) per irtenvenuta prescrizione dei crediti in essa riportati evidenziando la mancanza di prova di idonei atti interruttivi

sentenza4519-2017.pdf

sentenza n. 4519 del 29.09.2017

Tribunale di Bari - G.O.T. Avv. Costanza Manzi

La sentenza, resa dal Tribunale di Bari riconosce la responsabilità del Comune per i danni causati ad un pedone da un'insidia stradale sia ai sensi dell'art. 2051 C.C. che ai sensi dell'art. 2043 C.C. in particolare evidenziando che quando una strada si trova in buono stato di manutenzione ad eccezione del punto in cui si è verificata la caduta del pedone sussiste la responsabilità dell'Ente proprietario sussistendo in tal caso i requisiti dell'insidia

sentenza302-2017.pdf

sentenza n. 302/2017 del 28.06.2017

Giudice di Pace di Altamura - Avv. Raffaele Minoia

La sentenza resa dal Giudice di Pace di Altamura accerta con effetto retroattivo l'avvenuto trasferimento di un autoveicolo in favore di un determinato soggetto che non aveva provveduto ad effettuare la relativa registrazione presso il PRA

Foggia30.06.2014.pdf

sentenza del 30.06.2014

Tribunale di Foggia - dr.ssa Mariangela Martina Carbonelli

La sentenza, resa dal Tribunale di Foggia afferma l'importante principio per cui la riduzione della capacità lavorativa generica di un danneggiato giustifica una personalizzazione del danno biologico utilizzando i criteri previsti dalle tabelle del Tribunale di Milano

decreto17.06.2013.pdf

decreto del 17.06.2013

Tribunale di Bari - IV sezione Civile

Il decreto reso dal Tribunale di Bari rigetta un'opposizione allo stato passivo relativa a crediti ancora dovuti a titolo di leasing in quanto il relativo contratto è stato ceduto ad altra società con atto pubblico di scissione di data certa anteriore al fallimento e, pertanto, opponibile al creditore

sentenza1434-2012.pdf

sentenza n. 1434/2012 del 23.10.2012

Corte dei Conti - Sezione Giurisdizionale per la Puglia

La sentenza resa dalla Corte dei Conti - Sez. Regionale Puglia ha accolto il ricorso del coniuge superstite volto ad ottenere il riconoscimento della pensione di reversibilità dall'INPDAP, originariamente negata in quanto l'altro coniuge era defunto in pendenza di un giudizio di cessazione degli effetti civili del matrimonio nell'ambito del quale era stata pronunciata soltanto una sentenza parziale sullo status che non aveva ancora statuito nulla in merito all'erogazione dell'assegno divorzile, rinviando tale pronuncia al provvedimento definitivo

ordinanzaTribunale Bari 7.03.2012.pdf

ordinanza del 7.03.2012

Tribunale di Bari - dr. Vito Savino

L'ordinanza del Tribunale di Bari accoglie un ricorso ex art. 446 c.c. per la determinazione di assegno alimentare a carico del padre ed in favore della figlia, prima della proposizione del giudizio di merito stabilendo la sua preventiva ammissibilità e la competenza per territorio del luogo di residenza dell'attore (ove deve essere adempiuto da parte del convenuto l'onere di pagamento dell'obbligo alimentare)

TribunaleBari_691-2012.pdf

sentenza n. 691/2012 del 28.02.2012

Tribunale di Bari - dr. Nicola Magaletti

La sentenza stabilisce il principio per cui ai Giudici di Pace spetta l'indennità fissa mensile di 258,23 € ex art. 3 l. 374/91 indipendentemente dall'effettiva presenza nell'ufficio, ma per il fatto stesso di essere in servizio, come durante il periodo di sospensione feriale, tranne nell'ipotesi di espressa richiesta di "sospensione dal servizio" avanzata dal magistrato onorario.

Tribunale_Rutigliano.pdf

sentenza n. 387/2011 del 16.12.2011

Tribunale di Bari (già sezione distaccata di Rutigliano) - dr.ssa Cristina Fasano

La sentenza, resa dal Tribunale di Bari (già sezione distaccata di Rutigliano) conferma il principio che, ai fini della decorrenza del termine di decadenza annuale dall'azione di manutenzione nel possesso cui all'art. 1170 C.C. in presenza di più violazioni edilizie non dotate di un carattere di autonomia (sostituzione di un solaio), ma funzionalmente connesse all'intervento edilizio principale (realizzazione di un vano sul confine) si considera il primo atto posto in essere.

1566-06.pdf

decreto n. 12461/2007 del 10.10.2007

Tribunale per i minorenni di Bari

Il decreto reso dal Tribunale per i minorenni di Bari autorizza la permanenza sul territorio italiano ex art. 31 Dlgs 286/98 di due minorenni di nazionalità russa e, per essi, anche dei loro genitori al fine di tutelare le loro condizioni psico-fisiche

decreto.pdf

decreto del 3.05.2005

Tribunale di Bari - Collegio I sezione civile

Il decreto reso dal Tribunale di Bari a seguito di reclamo ex art. 669 terdecies c.p.c. annulla un'ordinanza cautelare di rimozione di alcuni manufatti per mancato rispetto delle distanze legali. Il giudice del reclamo ha ritenuto, infatti, che i ricorrenti in sede cautelare abbiano esercitato l'azione di manutenzione oltre il termine di un anno di cui all'art. 1170 C.C. avendo lamentato violazioni edilizie non dotate di un carattere di autonomia (sostituzione di un solaio), ma funzionalmente connesse all'intervento edilizio principale (realizzazione di un vano sul confine) compiuto oltre nove anni prima dell'introduzione del ricorso.

DIRITTO PENALE

1349-2010.pdf

sentenza n. 1349/2010 del 17.09.2010

Tribunale di Bari

La sentenza, resa dal Tribunale di Bari in composizione monocratica, si occupa del reato di cui agli artt. 81 cpv c.p. e 2 comma 1 bis D.L. 463/83 (mancato versamento delle ritenute previdenziali in favore dei lavoratori), concludendo con la assoluzione per l'imputato nell'ipotesi in cui questi non abbia versato neppure le retribuzioni

DIRITTO TRIBUTARIO

sentenza2572-2019.pdf

sentenza n. 2572 del 21.11.2019

Commissione Tributaria Provinciale di Bari

La sentenza, resa dalla Commissione Tributaria Provinciale di Bari, annulla un avviso di intimazione notificato dall'Agenzia Entrate Riscossione al contribuente, stante la nullità insanabile della notifica della cartella di pagamento eseguita in un luogo diverso dal domicilio del contribuente per violazione del diritto alla difesa dello stesso.

CTP-Bari-2096-2018.pdf

sentenza n. 2096 del 28.09.2018

Commissione Tributaria Provinciale di Bari

La sentenza, resa dalla Commissione Tributaria Provinciale di Bari, annulla un avviso di intimazione notificato dall'Agenzia Entrate Riscossione al contribuente in quanto la stessa non ha provato l'avvenuta notifica delle cartelle indicate nell'avviso stesso contenenti le pretese tributarie.

75-2003.pdf

sentenza n. 75/15/03 del 15.05.2003

Commissione Tributaria Provinciale di Bari

La sentenza, resa dalla Commissione Tributaria Provinciale di Bari annulla un avviso di accertamento irrogato dal Comune nei confronti di un condominio per il mancato pagamento della TOSAP (Tassa occupazione spazi ed aree pubbliche) relativamente a delle griglie di areazione presenti sulla strada. La sentenza conclude affermando il principio che se le griglie sono sorte su area privata, poi trasformata in strada pubblica non sussiste il presupposto impositivo del tributo.