Responsabilità civile e diritto dei consumatori

La responsabilità civile rientra nella più ampia categoria delle responsabilità giuridiche (tra cui si annoverano anche quelle penali e amministrative) per le quali, ogni soggetto giuridico (pubblico o privato che sia) è responsabile delle proprie azioni (o eventualmente delle sue omissioni) e se ne assume le relative conseguenze sul piano legale. In particolare la responsabilità civile si divide essenzialmente in due grandi gruppi definiti come responsabilità contrattuale ed extracontrattuale.

Si può definire responsabilità contrattuale quella che deriva da obbligazioni preventivamente assunte tra le parti.

In tale ambito i nostri professionisti sono in grado di gestire questioni di responsabilità civile, dal loro insorgere fino all'eventuale seguito giudiziario con riferimento ad ipotesi nascenti da contratti tipici previsti dal Codice Civile e da leggi speciali tra cui, soltanto a titolo esemplificativo, si citano le seguenti tipologie:

  • assicurazione
  • compravendita
  • appalto
  • trasporto
  • mandato
  • agenzia
  • deposito
  • comodato
  • mutuo

In tutte le ipotesi in cui, una delle parti contraenti non adempie le obbligazioni assunte nei predetti contratti (o in altri eventualmente stipulati sotto diverse forme) incorre in responsabilità contrattuale il cui accertamento, è demandato alla pronuncia dell'autorità giudiziaria.

2) La responsabilità extracontrattuale deriva, invece, dalla commissione, da parte di un determinato soggetto (pubblico o privato) di un fatto illecito (doloso o colposo) e obbliga chi lo ha commesso a risarcirne i danni alla persona che ne abbia subito il relativo pregiudizio.

Esempi tipici in tal senso sono costituiti dai danni derivanti dalla circolazione stradale o da quelli provocati dalla cattiva manutenzione delle strade ovvero, più in generale, da tutti quelli determinati da una specifica azione od omissione che abbia provocato un pregiudizio ad un soggetto terzo senza che questi ne abbia alcuna colpa.

DIRITTO DEI CONSUMATORI

Un'altra particolare categoria della responsabilità civile che, negli ultimi anni, ha acquisito sempre maggiore importanza è quella derivante dal mancato rispetto, da parte degli operatori commerciali, dei diritti dei consumatori.

Per questo motivo i nostri professionisti seguono con particolare interesse questioni relative ai contratti dei consumatori.

Costituiscono, in tal caso esempi tipici le ipotesi compravendita al consumo, i contratti bancari e di finanziamento, le controversie con operatori telefonici o fornitori di servizi, ecc.

La tutela dei diritti nascenti in capo al consumatore da tali situazioni può essere esercitata attraverso la predisposizione delle più idonee azioni di difesa ormai previste dalla normativa vigente.

In Italia, infatti, la figura del consumatore ha assunto grande importanza e ha trovato efficaci strumenti di tutela soprattutto con l'entrata in vigore del "Codice del Consumo" (Decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206) che ha effettuato un vero e proprio riassetto dell'intera normativa in materia.

Secondo quanto previsto nel Codice il consumatore è la persona fisica che agisce per scopi estranei all’attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta (art. 3) e, dunque, è colui che effettua materialmente il consumo, ovvero utilizza i beni e servizi prodotti dall'economia a titolo personale.

Il nuovo Codice, peraltro, definisce anche la figura del "Consumatore di servizi pubblici" e cioè l'Utente, al quale l'art. 101 garantisce il riconoscimento dei diritti previsti dalle leggi dello Stato e delle Regioni, in caso di inadempimenti da parte di questi ultimi soggetti.