Comunicazione agli utenti

Navigazione

.4) Spettro del segnale HVSR

La determinazione dello spettro di frequenza per ogni singolo asse   permette di conoscere quali sono le frequenze principali che si manifestano nel sito e/o che agiscono sulla struttura di un fabbricato dovute a rumori naturali  microtremori, onde superficiali, vento, rumori antropici, terremoti lontani ecc.
La finestra di visualizzazione è subordinata  alla frequenza di campionamento utilizzata per eseguire la prova ed è pari ad 1/2 della frequenza di campionamento; l'ampiezza della finestra si può ridurre operando su apposito menu.

cliccare sulla figura per ingrandirla.
figura 1

L'immagine sopra riportata prende in esame una acquisizione in un sito con un rumore ambientale molto diffuso e qualche rumore antropico.

Cliccando sulla 13° icona da sinistre nella barra dei comandi in alto si attiva la procedura per il calcolo dello spettro e si apre un apposito menu che serve per settare i parametri di elaborazione

figura 3
Sono state fatte due prove sul medesimo array di dati sperimentali il primo selezionando tutto il segnale  impostando bad sample = 99 per esaminare lo spetto del segnale nella sua globalità ottenendo i tre spettri corrispondenti all'asse Z in alto e x,y sotto, si può vedere le ampiezze del segnale z sono inferiori a quelle dell'asse xy  ed hanno  il picco massimo a 3,5 hz ed uno secondario tra i 10 e 15 hz.
gli spettri asse x,y differiscono poco tra di loro , hanno ampiezze superiori rispetto all'asse z  tra 3-4 hz e altri picchi minori tra i 7 e 12 hz.
nel grafico in basso a destra sono visualizzati i tre spettri sovrapposti per evidenziare meglio le differenze tra di loro.
Ultima considerazione da fare è quella che il fabbricato in esame ( in questo caso ) non presenta vibrazioni superiori ai 20 - 40 hz  e in tutti i casi sono di debole entità. Per i terreni, in ambienti antropizzati normalmente possono superare i 100  - 200 hz  , tali valori si riducono maggiore è la distanza dalla sorgente del rumore, Con sorgenti vicine logicamente  si possono avere frequenze maggiori in tutti i casi rilevabili sole se si esegue la prova con almeno freqauenza di campionamento doppia del rumore generato.

figura 4
Si è inoltre voluto verificare  se il segnale acquisito era dovuto principalmente a microtremori  oppure a microtremori + rumori antropici o ambientali, Si è ridotto il valore del valore di bad sampes a 37%  pertanto , come si vede nel grafico colorato si sono ridotte le aree colorate rispetto al precedente grafico dove praticamente le avevamo selezionate tutte.
Dai tre grafici ottenuti i tre spettri si presentano simili a quelli precedenti pertanto si può supporre che avendo la componente  in frequenza il grafico acquisito è generato principalmente da microtremori.
Nel caso in cui nel grafico di figure 3 fossero stati evidenziati altri picchi non presenti nella figura 4 , questi ultimi molto probabilmente potevano essere dovuti a rumori antropici e in tutti i casi NON dovuti a microtremori.   

Comments