La PEDICULOSI DEL CAPO

Si tratta della presenza di parassiti (pidocchi) che si localizzano solitamente tra i capelli, talvolta anche tra le sopraciglia ed i peli del il pube.
Questi parassiti raggiungono l'ospite attraverso contagio diretto: da uomo a uomo, o indiretto: mediante pettini, spazzole, asciugamani. Dopo la loro iniziale colonizzazione dell'ospite avviene la deposizione delle uova che impiegano circa 10-14 giorni per schiudersi. La presenza dei parassiti determina solitamente prurito e possono verificarsi lesioni da grattamento con sovrainfezione batterica. La diagnosi è possibile mediante la visualizzazione delle uova attaccate ai capelli e localizzate in prossimità del cuoio capelluto.
La terapia consiste nella applicazione locale di sostenza antiparassitarie sotto forma di shampoo o di schiume o di lozioni. 
La singola applicazione deve consentire alla sostanza di rimanere a contatto con il cuoio capelluto per circa 15 minuti per essere poi risciacquata.
Per evitare che alcune uoiva possano sopravvivere è necessario eseguire un secondo trattamento a distanza di 7 giorni dal primo. 
 
PREVENZIONE:
Non esistono sostanze capaci di prevenire il contagio tra i bambini. Sarebbe preferibile che  il bambino venisse allontanato dalla comunità fino all'esecuzione del trattamento anti parassitario.
Immersione per 1 ora degli oggetti da toilette nei prodotti antiparassitari liquidi oppure lavaggio con acqua bollente. Lenzuola o asciugamani possono essere lavati a 90°  oppure conservati per 10 giorni in sacchetti di plastica chiusi ermeticamente.