ed altro.

Raccolta: Le stagioni delle paroledarie


- Raccolta di racconti brevi -







Utilizzando un codice più tradizionale, si racconta il tempo del mondo, quale susseguirsi di attimi che non corrispondono ai tempi dell’io. Da tale dualismo nasce la lacerazione e la conflittualità tra le aspettative del singolo e le risposte e le richieste della società.
La constatazione della frantumazione dell’esistere, tuttavia non impedisce alle diverse donne dei veloci racconti, di costruire un’identità serena ed armoniosa, attraverso la capacità a donarsi una pausa, fermando l’attimo.
Il gioco di lettura che permette alle protagoniste di aprire spazi di riflessione, è l'uscire dal sé, assumendo con un salto di prospettiva una meta-posizione, non per compiere un’indagine di autocritica sul proprio operato, ma solamente per imporre al tempo della società il proprio ritmo vitale.
Solo costruendo un’Ecologia della mente-azione si può impedire alla voracità del mondo di schiacciare il proprio senso della vita.


Alcuni racconti:



L'ABITO

LA MANICA

SESTO-MARELLI

LA GABBIA

LA FINESTRA

IL NODO

L'ESERCIZIO



- Cullata dal tempo -
"Che mi cerchino domani. Oggi ho appuntamento con le rondini." J C Andrade









Il gatto ch'è in me, a volte, mi chiede più spazio per vagabondare...


Esempio d'indipendenza organizzativa... apprendere da un animale! Il gatto col suo spirito libero è un esempio di "apertura logica" .







© 2010 - Il Filo s.r.l.
e-mail:






...Le parole hanno un compito di tessitura-memoria. Esse, infatti, sono i segni-nodi che legano in un'unica rete le singole azioni o i fotogrammi della vita...
A Colamonico




ED ALTRO (Foto/grani di vite)


è la ripetitività di ogni giorno,
raccontata con l'incalzare metallico del Tempo che ingoia
nel suo andare sogni e creatività. E' la sensazione di incompletezza che ci assale, quando, fermando per poco l'attimo, ci mettiamo alla FINESTRA a guardarci Vivere.
















"I gatti sono stati messi al mondo per contraddire il dogma, secondo il quale tutte le cose sarebbero state create per servire l’uomo".
Paul Gray








"Un bel gatto forte, dolce e vezzoso
Passeggia nel mio cervello
Come a casa sua.
Si sente appena quando miagola,
Per quanto il tono è tenero e discreto;
Ma la voce è sempre profonda e ricca,
Sia che brontoli o s'acqueti.
Questo il suo incanto e il suo segreto..."
Charles Baudelaire




Comments