Modulo formativo su "Individuare, valutare e affrontare il conflitto di interessi nelle imprese e nelle amministrazioni pubbliche


 Premessa 
Le frodi societarie di questi ultimi anni, come pure il dilagante fenomeno della corruzione nell’ambito della Pubblica Amministrazione, hanno dimostrato che il modo in cui gli individui gestiscono i propri conflitti di interessi può avere importanti ripercussioni sull’efficacia e sull’efficienza di tali organizzazioni produttive, minando, in taluni casi, la loro stessa durabilità.

 Obiettivo e fine del modulo 
Obiettivo del modulo formativo è quello di fornire gli strumenti per individuare e valutare la severità del conflitto di interessi, con il fine di trasferire il quadro concettuale che propongo per affrontare il fenomeno sia nelle imprese che nelle amministrazioni pubbliche.

 Programma sintetico 
  • Prima parte – Individuare il conflitto di interessi
  • Seconda parte – Distinguere il conflitto di interessi dalle altre tipologie di conflitto e dalla corruzione
  • Terza parte – Scelta dei rimedi per affrontare il conflitto di interessi
 Durata 
Da 1 a 3 giorni, a seconda della parti da sviluppare.

 Verifica delle competenze acquisite 
Per verificare la capacità di applicare le conoscenze acquisite durante il corso, saranno somministrati dei test al termine di ogni parte. A richiesta, i test possono essere adattati a casi aziendali specifici. Inoltre, può essere aperta una pagina web dedicata al corso che i discenti potranno utilizzare per il materiale didattico e le esercitazioni

 Testi di riferimento 
E. Di Carlo (2011), «Conflitto di interessi nelle organizzazioni produttive», Rivista di politica economica, Luglio-Settembre, pp. 417-480.
E. Di Carlo (2013), «How Much is Really Known About the Meaning of the Term Conflict of Interest?», International Journal of Public Administration, 36, pp. 884-896.
Per la bibliografia di approfondimento clicca qui.

Programma dettagliato

Prima parte – Individuare il conflitto di interessi

  1. Il questionario “Sperimenta anche tu il conflitto di interessi” 
  2. Il quadro concettuale per gestire il conflitto di interessi 
  3. La definizione di conflitto di interessi nell’ordinamento giuridico, nei codici di condotta e in letteratura 
  4. Le tipologie di conflitto di interessi 
    • Il conflitto di interessi reale 
    • Il conflitto di interessi apparente 
    • Il conflitto di interessi potenziale 
  5. I tre elementi chiave del conflitto di interessi 
    • Rapporto di agenzia e interesse primario del principale 
    • Interessi secondari dell’agente 
    • Interferenza dell’interesse secondario sull’interesse primario 
  6. Il conflitto di interessi che nasce dal rapporto di reciprocità 
  7. Il questionario “Come mi comporto quando ricevo un dono o un’altra utilità” 
  8. Interesse tangibile, desiderio senza interesse tangibile e dovere di imparzialità 

Seconda parte – Distinguere il conflitto di interessi dalle altre tipologie di conflitto e dalla corruzione
  1. Il conflitto di interessi e il conflitto di impegni 
  2. Il conflitto di interessi e gli interessi in competizione 
  3. Il conflitto di interessi come antecedente della corruzione
  4. La legge anti-corruzione 190/2012 
  5. La bilancia del conflitto di interessi 
  6. I reati dei “colletti bianchi” 
  7. Motivazioni del comportamento opportunistico 
    • Analisi costi e benefici 
    • Valutazione etica del conflitto di interessi 
    • Il triangolo della frode 
    • I percorsi psicologici che portano a commettere frodi persone non predisposte a farlo 

Terza parte – Scelta dei rimedi per affrontare il conflitto di interessi
  1. Severità del conflitto di interessi e scelta dei rimedi per affrontarlo 
  2. La finalità dei rimedi del conflitto di interessi 
  3. L’etica dell’agent come rimedio di autogestione del conflitto di interessi 
  4. La comunicazione del conflitto di interessi. Gli interrogativi chiave 
    • I vantaggi della comunicazione 
    • Gli svantaggi della comunicazione 
    • La comunicazione da strumento alternativo a strumento complementare ad altri rimedi 
  5. La gestione del conflitto di interessi 
    • Ricusazione e astensione dell’agente 
    • Il disinvestimento degli interessi finanziari dell’agent 
    • Cambiamenti strutturali: le muraglie cinesi (chinese walls) 
    • Dare spazio alla competizione degli agent 
  6. La proibizione del conflitto di interessi 
    • Regime delle incompatibilità in entrata e in uscita dall’organizzazione produttiva. Il capture 
    • Proibire all’agent di trovarsi in situazioni di conflitto di interessi 
    • Proibire le operazioni in conflitto di interessi. Il caso delle operazioni con parti correlate 
    • (Segue): I limiti della disclosure delle operazioni con parti correlate 
    • (Segue): Dalla proibizione delle operazioni con parti correlate alla disclosure delle motivazioni e delle procedure adottate per la loro approvazione 
  7. I rimedi per affrontare il conflitto di interessi occulto 
    • Rendere palese il conflitto di interessi occultato involontariamente 
    • Trasparenza e motivazione delle decisioni 
    • Il voto segreto e il voto palese nelle delibere 
    • Impugnazione delle delibere e sanzioni per omessa comunicazione del conflitto di interessi 
    • Le segnalazioni anonime: il whistle-blower 
    • (Segue): La classificazione dei soggetti che osservano il conflitto di interessi degli agent 
  8. Le sanzioni per chi non previene o risolve il conflitto di interessi