2010 Mexico

...l'incubo di Philadelphia e l'arrivo a Casa de las Flores !!!
 
 
...(26 Dic) Finalmente si parte !!! Questo viaggio tanto desiserato sembrava non decollasse. La ragazza dell'agenzia sembrava non trovasse il volo per noi. Ma finalmente il 23 arriva la bella notizia. E così il 26 partiamo... Tutto bene fino all'arrivo a Philadelphia dove invece è iniziato un incubo durato due giorni. Due voli cancellati e tante attese fruite solo il 28 quando abbiamo finalmente visto Cancùn.
Questa spiacevolissima parentesi ci aveva davvero provato, ma quando siamo atterrati a Cancùn abbiamo cercato di guardare ai giorni che ci aspettavano.
Quando siamo arrivati nella nostra camera a Casa de las Flores ci siamo finalmente sentiti a casa ed è iniziata la nostra vacanza !!!

...(29 Dic) Ci svegliamo presto e dopo aver salutato Francesco e Beatriz ed aver fatto colazione alla posada decidiamo di trascorrere la giornata su una spiaggia di Playa del Carmen che si chiama Mamita's.
 
...giornata di riposo a Playa del Carmen !!! 
 
 
Dopo tante volte che siamo venuti in Messico ci siamo resi conto che le spiagge di Playa non le abbiamo quasi mai viste e così vista la stanchezza decidiamo per questa spiaggia. Trascorriamo una bella giornata tra bagni, sole, musica e passeggiate su questa bianchissima e lunga spiaggia. Non sembra vero di stare al sole e di potersi godere il paesaggio davanti a noi.
Dopo questa giornata, ceniamo da un'altro "vecchio amico" il Fogòn. Siamo tutti esausti e così andiamo a dormire presto...
 
...la spiaggia di Xpu-ha !!!
 
 

...(30 Dic) Stamattina dopo aver chiaccherato un pò con Beatriz e Francesco (è davvero bello ritrovarli dopo il terzo anno consecutivo) ci avviamo per la colazione da un amico ben conosciuto di Playa, il "fruttivendolo" che fa colazioni mitiche.
Siamo determinati a prendere la macchina a noleggio. Prendiamo la macchina e ci dirigiamo verso la spiaggia di Xpu-ha. Prima però prenotiamo il giro a cavallo a Punta Venado.
Ritrovarci a Xpu-ha ci da sempre una grande emozione. Tra l'altro siamo accolti dalla musica e così tra un bagno e l'altro ci divertiamo un mondo. Pranziamo alla messicana sulla spiaggia e in men che non si dice, arriva l'ora della nostra passeggiata a cavallo.
 
...Punta Venado a cavallo !!!
 
 

 

Anche Punta Venado è ormai una vecchia conoscenza, ma questa volta anzichè andare sui quad, optiamo per gli amici a quattro zampe. Una guida ci porta a fare un giro stupendo tra percorsi nella giungla e passaggi sulla spiaggia che sembra borotalco. Ci sentiamo finalmente rilassati e ci godiamo la bellezza del paesaggio e il contatto con i cavalli.
Finiamo il giro che è quasi tramonto. Io crollo in macchina esausta. Così mamma e papà hanno il tempo per una fumata a Casa del las Flores. Per cena questa volta si va in un posto nuovo, "La Pesca" dove ceniamo a base di pesce e poi via per una puntatina sulla avendida quinta per un giro di ricognizione. Ogni anno qui a Playa sembra ci siano sempre più locali e in effetti c'è anche un sacco di gente. Un breve giretto e poi a nanna.
 
...ancora Xpu-ha. E chi si muove ???
 
 
...(31 Dic) Oggi torniamo a Xpu-ha. Vogliamo starci un pò di più visto che ieri ci è sembrato di stare poco. In realtà qui il tempo vola e vorresti assaporare ogni secondo. Siamo talmente mattinieri, che oggi siamo arrivati prestissimo.
 
...il cenote Cristallino !!!
 
Nel pomeriggio visitiamo il cenote Cristallino. Ci divertiamo un sacco, anche qui mi diverto a fare il pesciolino armata di maschera e pinne.
Mamma e papà decidono di farmi dormire un pò anche perchè stasera è capodanno e dovremo tenere duro fino a mezzanotte.
 
...la pignatta !!!
 
 
Beatriz ha organizzato per questa sera insieme a Francesco per tutti gli ospiti di Casa de las Flores, una pignatta da rompere. Ovviamente tutti i bimbi ospiti compresa me, siamo stati chiamati per rompere la pignatta. Uno ad uno, i bimbi sono stati bendati e invitati ad usare un bastone per romperla. Come ci siamo divertiti !!! Anche papà ha provato a romperla. Alla fine sono uscite tante caramelle e lecca lecca. Io, ne ho raccolte una busta intera. (Oh mio Dio !). Per giorni non ho parlato di altro. Questa pignatta è stata un successone !!!
...i miei soci di vacanza si sono fatti una fumatina !!! ...sono sempre i soliti, hanno portato il narghilè anche qui !!!
 
...capodanno sulla spiaggia di Playa !!! 
 
Ceniamo di nuovo "Alla Pesca" e poi via per le vie di Playa del Carmen. Quindi ci fiondiamo sulla spiaggia per aspettare la mezzanotte.
C'è musica sulla spiaggia e così ci divertiamo a ballare. Sono felicissima. C'è una bella atmosfera e quando scocca la mezzanotte siamo euforici. Che bello essere a piedi nudi sulla spiaggia a festeggiare contornati da milioni di stelle !!! ...Buon Anno !!!
 
...sulla strada per Mahahual !!!
...(1 Gen) Oggi si parte per una nuova avventura. Dopo aver a lungo pensato, decidiamo di dirigerci verso Mahahual. E' un punto interrogativo perche i resoconti su questo posto sono controversi. Il viaggio è un pò lungo.
Ci portiamo dietro i miei giochi da regalare ai bimbi messicani. Non passa molto tempo e troviamo un paesino lungo il percorso dove incontriamo un gruppo di bimbi meno fortunati di me. E' un momento molto bello questo, che anche l'anno scorso ci ha scaldato il cuore. quando siamo scesi dalla macchina per donare i miei giochi, questi bimbi non ci potevano credere. Erano davvero felici ed anche io.
Ad un certo punto si è avvicinato anche un papà per chiederci due giocattoli per i suoi due figli. E' stato un momento molto tenero. Non dimenticheremo quegli occhi e quei sorisi gioiosi !!! Io ne ho parlato a lungo durante il percorso in macchina.
 
...fantastica Mahahual !!!
 
 
Finalmente verso l'ora di pranzo, arriviamo a Mahahual. Al primo impatto ci sembra quasi disabitata, ma dopo capiamo che semplicemente qui è solo tutto più spartano e meno sovraffollato di Playa del Carmen.
Troviamo subito un bellissimo posto per dormire, il National Beach Club. Sono bungalow coloratissimi sulla spiaggia. Un posto delizioso. Di fronte a noi si presenta un panorama stupendo. A causa della barriera corallina che si trova a trecento metri dalla spiaggia, si forma una baia fatta di tante piccole piscine d'acqua cristallina.
Ci ripromettiamo dopo pranzo di tuffarci in questo mare stupendo. Pranziamo in un posto spartano, ma dove mangiamo mitici nachos...
Il posto in generale risulta essere molto più selvaggio, ma per questo più vero e autenticamente caraibico. Ci sono piccole costruzioni colorate, alcune essenziali altre più carine. E' un tipico villaggio di pescatori, come era una volta Playa del Carmen. A noi piace molto, ci dà un senso di pace e di relax vero. In giro si vedono pochi turisti, sono quasi tutti messicani.
Abbiamo letto che qui tre volte alla settimana attraccano le navi da crociera e si riempe di turisti, ma ora è tutto per noi e a noi piace.
Ci informiamo per fare delle escursioni per l'indomani e poi ci soffermiamo a passeggiare e guardare ogni dettaglio fino al porto.
Arrivata l'ora di cena, non si vede quasi anima viva in giro e così ci fiondiamo a mangiare in uno dei pochi posti aperti. E' un ristorante italiano, che alla fine non si rivelerà un granchè a parte la pasta buonissima che ho divorato, dopo giorni di pollo, pesce e patatine...
Ritorniamo al nostro bungalow e quando mi addormento, mamma e papà si concedono una bella fumata sotto una stupenda stellata. Qui con la pochissima illuminazione presente, si godono la volta celeste e rimangono estasiati ad ammirarla...
 
...Mahahual !!! 
  
...(2 Gen) Ci svegliamo presto e via a far colazione al Beach Club Resort gestito da un italiano molto simpatico e sempre aperto. Ottima colazione e via a farci bagni spettacolari nella laguna di fronte a noi. L'acqua è cristallina. Una meraviglia !!! Non vorremmo più uscire.
Abbiamo prenotato la gita in barca e così armati di maschere e pinne andiamo a vedere barriera corallina e pesciolini. Mi diverto un mondo ad andare in barca. La barriera corallina però non è un granchè. Purtroppo qui nel 2007 c'è stato un uragano che ha fatto grossi danni e anche la natura ha subito molto. Comunque ci divertiamo molto ed è questo quello che conta e poi siamo circondati da un panorama paradisiaco.
 
...ed ancora Mahahual !!!
 
 
Su consiglio della guida della barca andiamo a mangiare in un localino sulla spiaggia, dove ci facciamo un sacco di risate perchè c'è un cameriere che pensa solo alla musica e non a servire ai tavoli...
Comunque la giornata passa veloce tra bagni, sole e per mamma e papà un "finto" relax perchè con me non si può mai chiamare "vero relax".
Arriviamo al tramonto sorseggiando una Pìna Colada e facendo foto sulla spiaggia. Per cena ci rechiamo in un altro locale italiano, ma solo perchè è l'unico aperto. Qui di sera come ripeto si barricano tutti in casa e chiude qualsiasi locale. Boh !!! Strano !!! ...mangiamo bene e poi a nanna tutti e tre !!!
 
...Valladolid, Dzitnup e i suoi cenotes !!!
 
...(3 Gen) Dopo colazione, lasciamo un pò a malincuore questo posto. Devo dire che nonostante non ci sia quasi nulla, il suo essere così vero e selvaggio ha fatto breccia nel nostro cuore e non lo dimenticheremo !!! Prossima tappa Valladolid...
Un'altra vecchia conoscenza. Ci vuole un bel pò per arrivare ma per pranzo siamo lì a ritrovare colori e sapori di questo posto ci fa un enorme piacere.
Abbiamo un bel programmino: visitare i due cenote del posto a Dzitnup, Samulà e Xkakah e poi recarci allo spettacolo di luci e suoni che non abbiamo mai visto a Chichen Itza. Il programma è intenso e impegnativo, ma quando la banda della "tortuga" (poi spieghero questo nomignolo) si mette in testa una cosa, cerca sempre di realizzarla !!!
Prima però mangiamo benissimo in un locale all'angolo del Parque Francisco Cantòn (la piazza centrale di Valladolid). Per fortuna abbiamo anche trovato posto a dormire a "El Meson del Marques" dove c'eravamo trovati molto bene l'anno scorso.
Con costumi, maschere e pinne ci fiondiamo a visitare i cenotes che ancora una volta ci regalano grandi emozioni. Entrambi sono davvero suggestivi ed io mi diverto a fare il bagno in questi posti, che molti anni addietro hanno rappresentato per i Maya luoghi molto esoterici e ricchi di atmosfera. Anche rivederli a poca distanza di tempo non sciupa ai nostri occhi il loro fascino.
 
...luci e suoni a Chichen Itza !!!
 
Doccia veloce al nostro albergo e poi via verso Chichen Itza. Alle 19.00 inizia lo spettacolo e noi puntuali siamo lì per vederlo. Ci sediamo davanti alla piramide di Chichen Itza che si staglia imponente davanti ai nostri occhi. E' uno spettacolo già solo così vederla di notte, sovrastata da un manto di stelle. Riamaniamo a bocca aperta.
Inizia lo spettacolo che ripercorre gli anni dei Maya, delle guerre e della conquista spagnola. Gli anni di splendore di Chichen Itza, della costruzione del calendario a cielo aperto, dei calcoli astronomici e dei rituali sanguinari. Luci e suoni accompagnano questi racconti fatti però in spagnolo. Io forse mi aspettava di più, ma ai miei "compagni di viaggio" lascia nel cuore la sensazione di aver visto qualcosa di particolare.
Torniamo a "El Meson del Marques", ma io crollo letteralmente e mamma e papà si godono la vista della chiesa di Valladolid illuminata, dalla terrazza dell'albergo...
Ovviamente addolcita da una rilassante fumata...
 
...stupenda Valladolid !!!
 
 
...(4 Gen) Colazione al "El Meson del Marques" mitica e dopo aver bighellonato per le vie della cittadina coloniale di Valladolid (ci piace tanto) ci dirigiamo verso Cuzamà !!!
 
...i tre cenotes di Cuzamà !!!
 
 
Questo itinerario lo abbiamo scelto leggendo la guida, ma per trovarlo è stata una vera odissea. Ci siamo ritrovati a vagare senza un'indicazione, alla ricerca dei "famosi" cenotes, che tanto famosi e turistici non erano affatto. Dopo questa lunga e snervante ricerca, finalmente abbiamo trovato Cuzamà.
La particolarità di questo posto è che per arrivare ai tre cenotes, devi essere trasportato da un carro che sta su un binario trainato da un cavallo. Qui sembra che il tempo si sia fermato e in effetti c'è un'atmosfera particolare che rende il posto unico e suggestivo.
La gita dura circa tre ore. Si fanno tre soste di mezz'ora ad ogni cenote e ognuno di loro ha una particolarità, o per la conformazione calcarea con stalattiti e stalagmiti, o per la posizione in cui è situato, o per le radici di un albero che entrano nel cenote stesso.
Io, sono entusiasta di questi posti e anche del mezzo che ci trasporta da un cenote all'altro.
 
...Valladolid by night !!!
 
Il tempo vola e ci ritroviamo che ormai il sole è tramontato. Rientriamo esausti a Valladolid, ceniamo nel solito ristorantino all'angolo, tentiamo una passeggiata nella piazza che è tutta illuminata a festa, ma siamo davvero stanchi e così questa sera a nanna tutti e tre.
 
...direzione Tulum !!!
 
 
...(5 Gen) Oggi si torna verso il mare e precisamente direzione Tulum. Ci fermiamo lungo la strada a comprare un'amaca e i regalini per i nonni.
Arriviamo a Tulum e dopo aver cercato un pò tra i tanti posti a dormire, su indicazione di Paola della palapa Hemingway, troviamo tana alla Posada del Sol. Qui a Tulum ogni posto ha una sua particolarità e devo dire che tra la Posada del Sol (dove abbiamo dormito la prima notte) e l'Hemingway è una bella lotta. Comunque sono posti incantevoli, collocati sulla spiaggia dove non vorresti più andare via .Le spiagge qui sembrano infinite, fatte di borotalco e palme da cartolina.
Decidiamo di andare a mangiare da Paola che gestisce l'Hemingway. Lei è la moglie di uno degli sventurati che ha viaggiato con noi all'andata. Si è stabilita qui da dieci anni e ha arredato questo posto con molto gusto rendendolo davvero particolare.
 
...all'Hemingway di Tulum !!!
 
 
 
Mangiamo la "Mariscada" un piatto di pesce strepitoso che non dimenticheremo. Poi ci immergiamo in quella che è la tipica atmosfera caraibica di questo posto. Osserviamo colonie di pellicani che evidentemente nidificano in questi luoghi e li vediamo piroettare sull'acqua alla ricerca di cibo. Passeggiamo su questa spiaggia stupenda e in men che non si dica arriva il tramonto.
A sorpresa si presenta qui, una coppia di Modena che avevamo conosciuto all'aeroporto. Anche loro con noi avevano vissuto l'incubo di Philadelphia. E così decidiamo di cenare tutti assieme, ma io son troppo stanca e crollo.
Torniamo alla Posada del Sol e anche se stanchi mamma e papà non rinunciano alla loro solita fumata sotto le stelle...
 
...Tulum, alla Posada del Sol !!!
 
 
...(6 Gen) Stamattina stiamo in spiaggia alla Posada del Sol fino quasi a pranzo.
 
...ritorno all'Hemingway !!!
 
 
Dopo ci rechiamo all'Hemingway dove Paola ci dà un bellissimo bungalow sulla spiaggia. Il pomeriggio trascorre tra bagni, passeggiate, foto e Pinà Colada.
 
...Waka Waka all'Hemingway !!!
 
Per cena ci ritroviamo in un posto troppo turistico per i nostri gusti e visto che volevamo un pò di buona musica e non l'abbiamo trovato ci ritroviamo a ballare scatenati nel nostro bungalow, io sono al settimo cielo. Mi addormento come un'angioletto nel mio letto da principessa, contenta della giornata.
 
...un'ultimo giorno di relax !!!
 
 
...(7 Gen) Che colazione stamattina all'Hemingway, davvero mitica !!! Ci spiace oggi spostarci da questo posto, ci piace davvero tanto e fatichiamo a distaccarcene. Peccato che qui mi ha punta un'ape. Sigh !!!
Prima di andarcene però facciamo un mitico bagno in una piscinetta creata dagli scogli. Bellissima !!!
 
...ad Akumal a caccia di tartarughe !!!
 
 
La direzione che prendiamo oggi è Akumal, la spiaggia delle tartarughe. Appena arrivati decidiamo subito di partecipare ad un tour con la barca per fare snorkelling nella baia, alla ricerca delle tartarughe.
Appena saliti (la barca è tutta per noi) ne vediamo subito una piccola che sembra uscita a prendere aria per salutarci. Entusiasti ci mettiamo pinne e maschere. Entrati in acqua dopo un pò ne avvistiamo un'altra. Questa volta siamo in acqua con lei e non ce la facciamo sfuggire. La seguiamo per un bel tratto e la vediamo risalire per ben due volte. Che emozione !!!
Dopo un pò vediamo un'aquila di mare, bellissima. C'è un'ottima visibilità e riusciamo a starle dietro per un bel pò. Che bell'animale, sembra quasi danzare in acqua. Io ho qualche problema con il boccaglio e quindi un pò tengo la testa sotto l'acqua e un pò mi faccio trascinare dalla guida. Abbiamo modo di girovagare un pò intorno alla barriera avvistando molti pesci multicolori e anche la barriera è bella pur non essendo colorata come quella del Mar Rosso. Ma l'avvistamento della giornata rimane senz'altro l'aquila di mare e le tartarughe.
Il mare è davvero fantastico, forse la spiaggia non è bella come quella di Tulum, ma stiamo parlando pur sempre di posti stupendi.
Dopo pranzo rimaniamo ancora un pò ad oziare. Sono gli ultimi momenti prima di pensare ai preparativi prima della partenza, ma la mente non ce la fa a pensare di andare via.
Mi faccio un pisolino sulla strada di ritorno verso Playa del Carmen. Stasera si dorme di nuovo a Casa de las Flores per chiudere il nostro giro.
Ceniamo per l'ultima sera al Fogòn e dopo una piccola passeggiata per Playa, si chiude davvero la nostra vacanza qui. Salutiamo Francesco (purtroppo Beatriz non c'è) con l'augurio di rivederci o in Italia o per la quarta volta in Mexico (anche se per mamma e papà è la sesta)...
...(8 Gen) Ci avviamo verso l'aeroporto, il nostro volo ci aspetta. Ancora una volta lasciamo questo paese con un senso già di nostalgia che ci pervade.
E' tanta e tale la gioia che ci regala ogni volta questo paese che poi è difficile distaccarsene. E' comunque un'altro tassello prezioso da portare a casa con noi che fa parte di quel mosaico di emozioni che si costruisce con un viaggio nuovo.
 
Ancora una volta grazie Mexico, e grazie anche a te piccola Reb, con te rimarrà speciale !!!
Nat


Comments