Le sorgenti della Muzzetta

Rodano e Settala, oltre al verde e ai numerosi cascinali, a due passi dalla città, possono vantare ancora zone di pregio naturalistico come i fontanili, i coltivi, i boschetti naturali, le estensioni umide, gli incolti, le radure e altri ambienti suggestivi. Si aggiungono le “Sorgenti della Muzzetta” che rappresentano, come biotopo, un elemento distintivo di quel paesaggio lombardo della fascia delle risorgive che costellavano un tempo le zone della bassa pianura.

Durante la visita sì potranno osservare molte specie di piante e di animali che sì sono adattati ad un ambiente ricco d'umidità.

Un breve filmato che mostra alcune parti della zona protetta e visibile qui.

Per le visite contattateci o scrivendoci o telefonando al 0295320002. Le visite si organizzano per un minimo di 5 persone (e massimo 25) o per le scuole.

Le foto sono di Domenico Barboni

https://sites.google.com/site/ilfontanile/home-1/Chi-siamo/dove-operiamo/le-sorgenti-della-muzzetta/MuzzettaEstate.jpg?attredirects=0
https://sites.google.com/site/ilfontanile/home-1/Chi-siamo/dove-operiamo/le-sorgenti-della-muzzetta/MuzzettaInverno.jpg?attredirects=0

LA VEGETAZIONE

Nell'acqua dei fontanili si trovano il Crescione, la Veronica d'Acqua, l'Erba Gamberaia, la Peste d'Acqua. Dove l'acqua ristagna ed il fondo è fangoso sì vede la Canna di palude, la Mazza sorda e varie specie di Giunco

La superficie dell'acqua è spesso coperta dalla verdissima Lenticchia d'Acqua. Ai bordi delle teste e dei canali può sorprendere l'Iris Giallo o la rara Orchidea Palustre. Addentrandosi nel bosco si possono trovare il Campanellino invernale, il Dente di cane ed il rarissimo Giglio dorato, ormai in via di estinzione in tutta Italia o l'altrettanto raro Trifoglio fibrino. Degni di nota sono alcuni fiori che qui si trovano, ma che sono caratteristici delle montagne e non comuni o rarissimi in pianura: l'azzurra Scilla Bifolia, la Polmonaria con i fiori che cambiano colore dopo l'apertura, l'Anemone Bianco, il Billeri Amaro. Più comuni, spesso con fioritura a tappeto, sono il Campanellino Invernale, la Pervinca, la Primula, la Viola Mammola, la Viola Bianca. Numerosi sono i cespugli di Rosa Canina, Rovo, Sambuco e Biancospino. Mentre nelle zone coltivate sì trovano praticamente solo Pioppi Neri, attorno ai fontanili si vedono anche Ontani Neri, Pioppi Bianchi, Noccioli, Salici, Olmi, Roverelle e, meno frequenti, le Farnie.

https://sites.google.com/site/ilfontanile/home-1/Chi-siamo/dove-operiamo/le-sorgenti-della-muzzetta/GiglioDorato.jpg?attredirects=0
https://sites.google.com/site/ilfontanile/home-1/Chi-siamo/dove-operiamo/le-sorgenti-della-muzzetta/TrifoglioFibrino.jpg?attredirects=0

LA FAUNA

La maggiore ricchezza è forse la presenza nutrita di uccelli: grazie ai boschi attorno ai fontanili e all'acqua sempre rinnovata le specie che si possono vedere sono moltissime. Con un orecchio attento si può ascoltare il picchiettare del Picchio Rosso Maggiore ed il bellissimo canto dell'Usignolo o quello monotono del Cuculo. Facili da vedere sono le Gallinelle d'Acqua, con i maschi dalla livrea da parata nera con la macchia rossa sul becco e il ciuffo bianco sotto la coda, ed i numerosi fagiani. Si possono incontrare i maestoso airone cinerino, le garzette ed i germani reali. Raro il grande airone bianco. Spesso si vede volare in assetto di caccia il gheppio che nidifica nei fienili delle cascine. La poiana è più restia a farsi vedere. Tra gli uccelli notturni non mancano le civette, gli allocchi ed i gufi comuni. Inconfondibile e spettacolare è il martin pescatore di cui ancora un paio di coppie nidificano lungo i fossi in nidi scavati nella terra al termine di una l unga galleria.

Non comune anche la ballerina gialla, mentre è ancora presente il graziosissimo pettirosso ed il piccolo scricciolo dai canto potente.

Meno ricca la presenza di mammiferi: i ricci sono numerosi e le lepri facili da incontrare. Scorgere la donnola e la volpe rimane un privilegio raro, come anche è possibile individuare il piccolo e grazioso moscardino ed il ghiro.

Presenza d'acqua naturalmente significa presenza d'anfibi: non solo rane e rospi, ma anche tritoni.

Un capitolo a parte meritano gli insetti, soprattutto quelli collegati all'acqua e alla flora. A parte le zanzare sono presenti numerose farfalle e soprattutto le eleganti e colorate libellule. Nell'acqua si trovano le larve del rarissimo tricottero e sui fondali bassi vive lo scorpione d'acqua che, a dispetto del nome, non è uno scorpione. E' uno strano insetto che vive sott'acqua e che respira attraverso un'appendice caudale sporgente in superficie cui deve i suo nome.

https://sites.google.com/site/ilfontanile/home-1/Chi-siamo/dove-operiamo/le-sorgenti-della-muzzetta/TritoneMaschio.jpg?attredirects=0
https://sites.google.com/site/ilfontanile/home-1/Chi-siamo/dove-operiamo/le-sorgenti-della-muzzetta/Moscardino.jpg?attredirects=0
https://sites.google.com/site/ilfontanile/home-1/Chi-siamo/dove-operiamo/le-sorgenti-della-muzzetta/MartinPesc.jpg?attredirects=0

Per avere indicazioni su come raggiungerla, utilizza la mappa sotto, cliccando su "Indicazini". Per vedere la cartina stradale clicca sul quadrato in basso a sinistra della mappa.

Le altre sedi: Casa Gola, Il museo e Cascina Castello, La Biblioteca, L'Ottagono