Comunicato stampa - Manifestazione "Insieme per la Legalità. Incontro con Giovanni Impastato"

Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani, in considerazione degli eventi promossi in diversi contesti per celebrare il 70° anniversario della Costituzione italiana, intende evidenziare l’importanza della nostra Carta Costituzionale e i valori che ne costituiscono l’essenza attraverso una serie di iniziative di carattere laboratoriale che si terranno in data 13/12, dalle ore 09 alle ore 12.30, nei locali dell’ISI Pertini di Lucca. Il titolo dell’evento, fortemente caldeggiato dal ds, prof.ssa Daniela Venturi, è: “Insieme per la Legalità. Incontro con Giovanni Impastato”.

Giovanni Impastato, fondatore di “Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato” e autore del libro “Oltre i Cento Passi”, dopo la morte del fratello ha intensificato il suo impegno civile, condotto con coraggio e con gravi rischi personali, nella sensibilizzazione e nel contrasto alla criminalità organizzata.

La mattinata sarà finalizzata all’approfondimento del fenomeno criminale sia attraverso gli elaborati realizzati dagli studenti (letture di poesia accompagnate da composizioni musicali; progettazioni grafico - digitali; creazioni di vignette estemporanee da offrire agli ospiti presenti) sia mediante il confronto tra i presenti e l’autore Giovanni Impastato.

È prevista anche la proiezione di alcuni momenti particolarmente significativi tratti dal film “I Cento Passi” e dello spettacolo teatrale “Lirio Abbate e Pif ricordano Peppino Impastato”.

Alla manifestazione interverranno via skype l’on. Elisabetta Barbuto, Commissione Giustizia, e l’on. Piera Aiello, Commissione Antimafia; saranno presenti anche il sindaco di Lucca, prof. Alessandro Tambellini e alcuni referenti dell’ass. Libera. In tale occasione le prime scuole che ne faranno richiesta, inviando la propria adesione alle seguenti email coordinamentodirittiumani@gmail.com; r.pesavento@pertini.lucca.gov.it, potranno collegarsi durante l’evento e illustrare progetti e percorsi culturali afferenti il tema della legalità sviluppati durante l’anno scolastico 2017/2018 e quello in corso. Tutte le altre scuole figureranno nell’ambito dell’iniziativa mediante slide in cui verranno indicati gli interventi didattici effettuati in ciascuna comunità educativa. Lo slogan della manifestazione è: “La mafia uccide, il silenzio pure”.

prof. Romano Pesavento

Presidente Coordinamento Nazionale Docenti della Disciplina dei Diritti Umani

Comunicato stampa - Giornata Internazionale delle persone con Disabilità

Il Coordinamento Nazionale dei Docenti per i Diritti Umani vuole ricordare il 3 dicembre quale Giornata Internazionale delle persone con Disabilità, istituita nel 1981, anno Internazionale delle Persone Disabili, per promuovere e sostenere una sostanziale inclusione delle persone con disabilità in ogni ambito della vita, a partire dalla scuola e per allontanare ogni forma di discriminazione e violenza....

Continua nell'apposita pagina web presente nella sezione Giornata internazionali dell'ONU

prof. Ronny Donzelli

Coordinamento Nazionale dei Docenti per i Diritti Umani

Comunicato stampa - Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Il Coordinamento Nazionale Docenti della Disciplina Diritti Umani in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, che si celebra il 25 novembre, vuole porre la sua attenzione su una tematica dolorosa e, purtroppo, sempre attuale che è quella della violenza sulle donne. Questa importantissima ricorrenza è stata istituita dall’assemblea dell’Onu nel 1999. La data è stata scelta per ricordare il sacrificio di Patria, Minerva e Maria Teresa, tre sorelle che, a causa della loro militanza politica contro il regime del dittatore dominicano Rafael Leonida Trujillo, furono brutalmente trucidate nel 1960. Le sorelle Mirabal, fervide attiviste politiche della Repubblica Dominicana e sostenitrici del “Movimento 14 giugno”, mentre stavano andando in auto a far visita ai loro mariti (anch’essi incarcerati per la loro militanza politica), furono fermate dalla polizia, condotte in una piantagione di canna da zucchero e, dopo indicibili torture, gettate in un precipizio per simulare un incidente. L’opinione pubblica comprese subito che si trattò di un efferato assassinio. L’eco di tale tragedia si diffuse, però, solo dopo la morte del dittatore. E il sacrificio delle donne fu noto al mondo intero solo nel 1999, quando questa storia intrisa di violenza e di disuguaglianza di genere giunse sul tavolo dell’assemblea dell’Onu.

Continua nell'apposita pagina web presente nella sezione Giornat internazionali dell'ONU

prof.ssa Rosa Manco

Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani

Comunicato stampa - Rientro dei docenti meridionali

Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti umani esprime apprezzamento per le dichiarazioni del ministro, dott. Bussetti, in merito al provvedimento in corso di elaborazione finalizzato al rientro dei docenti meridionali, collocati dall’algoritmo della legge 107/2015 in località molto distanti dalle proprie sedi. Più volte l’attuale ministro si è speso in relazione a tale problematica, dando prova di estrema sensibilità per una questione che non riguarda soltanto la scuola, ma diventa quasi sociologica, economica e antropologica. Se lo stesso ministro Salvini propone di ripopolare il Meridione esautorato da continue emigrazioni attraverso una serie di interventi, evidentemente quella che si presenta può essere l’occasione per contribuire a un riassestamento dell’assetto economico tra Nord e Sud, riequilibrare la disgregazione di tanti nuclei familiari e riattivare circuiti virtuosi in zone che rischiano la desertificazione umana.

Ci auguriamo che le strategie dell’attuale Governo possano realmente portare al benessere e all’armonia tante famiglie in fiduciosa attesa e contribuire al miglioramento dell’economia del Sud, invertendo l’infausto processo di abbandono da parte delle forze produttive e portatrici di ricchezza delle regioni meridionali, invece, più bisognose proprio di incrementare i redditi.

Prof. Romano Pesavento

Presidente Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani

Comunicato stampa - Strage di Genova

Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti umani si unisce al dolore delle famiglie delle 43 vittime decedute nel crollo del ponte Morandi del 14 agosto. Ci auguriamo che l'accertamento scrupoloso da parte della Magistratura possa definire al più presto le cause di tale sciagura. Riteniamo fondamentale in un momento simile richiamare l'attenzione delle autorità competenti perché siano messe in campo tutte le azioni necessarie per prevenire situazioni di rischio sul territorio nazionale. Il Coordinamento continuerà a promuovere azioni di divulgazione nelle scuole sui temi della sicurezza e della legalità in modo da sensibilizzare sempre più i giovani in merito a tali problematiche.

Comunicato stampa - Lettera ai parlamentari della Commissione cultura di Camera e Senato

Il Coordinamento Nazionale Docenti della Disciplina dei Diritti Umani fa presente di aver scritto, in data 04 agosto, ai membri della Commissione Cultura di Camera e Senato in merito alle problematiche relative al piano di rientro dei docenti meridionali e alle proposte avanzate dalla nostra associazione in questi giorni.

Sarebbe necessario, a questo punto, che i componenti di tale commissione si adoperassero per trovare una soluzione al più presto, mettendo in campo strategie e azioni opportune in tal senso.

Il Coordinamento considererebbe proficuo istituire una task force presso il Ministero che, d’intesa con le Commissioni, possa al più presto attenuare il disagio in atto nel mondo della scuola.

Continua nell'apposita pagina web presente nella sezione Iniziative

Prof. Romano Pesavento

Presidente Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani

Comunicato stampa - proposte rientro professori Centro - Sud

Il Coordinamento Nazionale Docenti della Disciplina dei Diritti Umani, in questi giorni ha ricevuto sia sulla pagina facebook che sul proprio indirizzo di posta elettronica tanti contributi attinenti ai molteplici disagi dei docenti fuori sede. All’interno di tali segnalazioni trovano spazio anche molte proposte volte alla risoluzione della problematica in oggetto; in merito a quest’ultimo argomento vogliamo evidenziare quanto suggerito dalla collega prof.ssa Anna Dorotea Privitera, Comitato NONSISVUOTAILSUD: “Il principio di applicazione di una legge dispone che davanti ad essa tutti i cittadini la ricevano in modo eguale. Per la Buona Scuola non è stato così; già la suddivisione in fasi "0 - A- B e C" ha discriminato i lavoratori della scuola, ponendoli differentemente sugli scalini dell' assunzione.

Continua nell'apposita pagina web presente nella sezione Iniziative

Prof. Romano Pesavento

Presidente Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani

Comunicato stampa - Rientro docenti fuorisede

Il Coordinamento Nazionale Docenti della Disciplina dei Diritti Umani in occasione delle dichiarazioni rilasciate a Pozzallo dal ministro del Lavoro on. Luigi Di Maio, in merito al rientro dei docenti fuorisede, le cui palesi difficoltà economiche ed affettive sono state adeguatamente evidenziate dallo stesso, fa presente che il Coordinamento da più anni è impegnato a sensibilizzare la classe politica su tali tematiche. In base ad una nostra recente analisi, abbiamo appurato che per la classe di Concorso A046 – discipline giuridiche ed economiche - solo 25 docenti hanno avuto il trasferimento interprovinciale. Le regioni che hanno fatto registrare il maggior numero di trasferimenti sono state la Puglia con 8 unità pari al 32%, la Sicilia con 7 pari al 28% e la Basilicata con 3 pari al 12%. Per quanto riguarda le province, sono Foggia, Brindisi e Potenza con 3 trasferimenti, pari al 12%, a evidenziare i valori maggiori. I dati in oggetto illustrano una situazione molto preoccupante, in quanto la classe di concorso in questione risulta penalizzata rispetto alle altre, circa la possibilità di ottenere il trasferimento. In diversi comunicati ci siamo premurati di suggerire alcune modalità, attraverso le quali sboccare tale stato di cose. Inutilmente......

Continua nell'apposita pagina web presente nella sezione Iniziative

Prof. Romano Pesavento

Presidente Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani

II Edizione Olimpiadi Digitali dei Diritti Umani

Stiamo lavorando per la programmazione della II Edizione delle Olimpiadi Digitali dei Diritti Umani

Iniziative per un Sorriso.

Merita di essere segnalata nella prima pagina del nostro sito l'iniziativa "DIFENDIAMO I NOSTRI DIRITTI UMANI - Progetto CNDDU", interessantissima fonte di informazione ideata e gestita attraverso la piattaforma Facebook.

L'indirizzo della pagina Facebook è: https://www.facebook.com/INostridirittiumani/

Si ringrazia l'Arch. Amira Kweder per l'elaborazione della proposta di logo dell'associazione (work in progress)

L'indirizzo della nostra pagina ufficiale Facebook

https://www.facebook.com/docentidirittiumani/