La mia scala Z

my Z gauge

Un sito per spiegare come replicare le mie realizzazioni in Z.

Sono un ferromodellista in N. Ho riprodotto molti modelli di mezzi ferroviari e tramviari esclusivamente Italiani usando la stampa 3D. I modelli sono prevalentemente scocche con carrelli ed a volte vagoni interi. I miei lavori sono documentati nelle pagine del forum della associazione Amici Scala N (ASN).

Non avevo interesse per la scala Z, però accontentando la richiesta di amici, ho convertito alcuni dei miei modelli dalla scala N alla scala Z. Ho così sviluppato la più grande selezione di modelli Italiani in scala Z. Questi modelli sono a disposizione su Shapeways su richiesta.

Sono stato scettico sulla scala Z (i ganci della Z sono inguardabili) ma poi mi sono lasciato prendere, soprattutto dopo che ho sviluppato dei ganci meno impresentabili di quelli Märklin. Ora faccio molta piú Z che N.

Cosí è nato questo sito, che spiega come ho realizzato i miei modelli in Z, al fine che altri possano riprodurre le mie soluzioni.

Questo sito è dinamico, come il mio modo di lavorare: io non mi focalizzo su un modello ma lavoro su molti modelli allo stesso tempo. Quindi tutti i miei modelli sono in diverso grado di completamento. È mia intenzione, ogni volta che un modello viene perfezionato, di aggiornare la corrispondente sezione .

Ogni articolo riporta alla pagina shapeways dove il modello è a disposizione. Per le decals, Giacomo Spinelli ha fatto una pagina con le decals di tutti i modelli.

A website to explain how to replicate my Z gauge models

I have been for some time an N gauge modeller. I have been modelling a lot using 3D printing technology. I have had probably the largest production of Italian N gauge trains, which I made for myself and offered on Shapeways for no profit to the Italian N gauge modellers. I created a brand called "Ubi miNor (maior cessat)" (which is a paraphrase of the Latin say, actually saying the contrary of the original): "the smaller wins over the greater".

I have been very sceptical about the Z gauge because of the utterly ugly coupling system. I nevertheless made some models, actually rescaling of my N models, for a friend.

With no couplings, those models turned out to be very attractive, so I started to work on a replacement of the exceptionally ugly miniclub coupling. After some experimenting I think I found a nice solution.

This solution removed the principle objection to the Z gauge, and so I am now modelling most of the time in Z gauge. Maybe my brand name is an omen that pushes me to smaller scales (from N to Z). I hope I will not get into T gauge....

Have a look at this site, in which I show how I am making models of locomotives, railcars, passenger coaches and freight wagons which run on my modular layout.

If you are interested in my exclusively Italian Z-gauge models have a look at the list and if you want to get them, contact me on Shapeways. I only provide models by private transaction. The Shapeways shop was a gigantic loss of time due to random rejections. As I do not make profit, I cannot take losses.