Home page‎ > ‎Il Metodo - Copertina‎ > ‎

1. Evoluzioni di Echi - Incipit

Il dinamismo della Mente-pensiero nella relazione comunicativa individuo/campo



L'uomo, conoscendo, apre la realtà ad una complessità di organizzazioni che dipendono dal grado e dalla medesima complessità dell'occhio lettore. (Antonia Colamonico)

Il Pensiero è la produzione della Coscienza storica, quale struttura degli stati della memoria da cui affiorano le ideazioni-ricordi-emozioni... Emancipandosi dalla fisicità organizzativa della "macchina" bio-fisica cervello-contenitore, assume la forma a spugna. L'organizzazione della Spugna del Pensiero nasce dalle tre funzioni di assorbire il campo-vita, di trattenere gli appresi e di riversare gli acquisiti come risposte storiche. Ogni passaggio crea una deformazione negli stati mentali-emozionali, con relativa perturbazione che modificando gli stati della Coscienza, la rendono plastica, presente al divenire, nel gioco di stimoli e rimandi ( i fatti storici) della relazione comunicativa individuo-campo.


(Immagini: Frattali poetici.)

 

La specificità organizzativa del Pensiero lo colloca quale altro-individuo  rispetto al campo-nicchia cervello, come la gemmazione di un nuovo spazio-altro che pur vincolato al funzionamento neuronale, ne prende le distanze assumendo una connotazione specifica da studiare con strumenti differenti da quelli delle neuroscienze.



La gemmazione  delle ideazioni-emozioni è il processo di naturalizzazione che rende ogni pensiero una realtà storica unica, per sempre, presente alla Vita:

 - La Vita è la nicchia-universo che rende ogni particolare pensiero parte del uno/Tutto del processo creativo.

 - Essere radicati nella vita è il vero compito storico di ciascun uomo.



"... La consapevolezza che echi di passato si riflettano in echi di futuro, permette la costruzione di una serie di metafore, antiche e nuove: vigna... ratta.. bigamie dei pensieri... sala degli specchi... la loggia... la terrazza...l’isola...” le quali disegnano il pensiero come la casa universale, fatta di stanze, terrazza e vigna, che, seguendo una crescita frattale, si amplifica e si riproduce: moltiplicazioni. Le conoscenze come stanze-nicchie si strutturano le une nelle altre, quali grappoli di consapevolezze, a formare il labirinto del sapere... (Da Introduzione - A. Colamonico. Il Filo - Raccolta di quadri  frattali di Poesie - In Le stagioni delle Parole, © 1994.)








L'uomo non possiede la Verità, ma solo versioni di verità. Semplici interpretazioni che richiedono continue cancellature e riscritture. La Verità è un oltre il limite della linea di orizzonte che chiede d'essere ricercata. In tale essere un oltre lo spazio del visibile, la Verità si fa scrigno della vita. Accettare il limite della conoscenza è funzionale all'evoluzione storica. (Antonia Colamonico)




Il pensiero si evolve per accorpamenti-addensamenti  di evoluzioni-traslazioni di echi-immagini che, come in un processo naturale nuvoloso, crea di volta, in volta in ogni tempo 0 di presente, le prese-informative di consapevolezza di realtà.



  • Esempio di evoluzione di un Eco-biostorico




Immagine visiva
di una metà
mela .

Rappresentazione: descrizione.



Metafora:

"... Certo una coppia è una unità che se si scinde resta monca, come una mela divisa in due, che lascia i semi scoperti! Si, così si erano sentiti loro, tre semi, senza più la protezione della polpa e della buccia, in uno scalfito pericarpo, le cui cellette erano state violate dal dolore. ..." (da A. Colamonico. Il Grido. Folata di pensiero in forma scomposta. 6° Ordito - Eleonora. © 2011.)
Comments