energia‎ > ‎

biogas

Come si ottiene biogas?

Il biogas si ottiene dalla fermentazione anaerobica di biomasse quali le deiezioni animali e produzioni vegetali di vario tipo.

Il percorso delle deiezioni prodotte degli animali allevati comincia dalle stalle, passano alle vasche di raccolta, di qui tramite condotte, i liquami vengono avviati all’interno del digestore. Le biomasse vegetali energetiche possono venir introdotte all’interno dei digestori secondo diverse modalità. La biomassa nel digestore viene mantenuta miscelata tramite mixer, mediante scambiatori interni grazie all’acqua calda prodotta dal cogeneratore viene mantenuta una temperatura controllata, così da garantite le condizioni ottimali per ottenere biogas. I microrganismi che operano queste trasformazioni sono normalmente presenti in natura. Riscaldando il substrato, i batteri lavorano più velocemente nella degradazione della sostanza organica, le grosse molecole organiche vengono attaccate dai batteri e a seguito di trasformazioni biochimiche sono progressivamente semplificate fino ad ottenere il prodotto finale più pregiato: il metano.

Il biogas prodotto viene convogliato tramite tubazioni all’interno del gasometro. Il biogas risulta composto per un 25-35 % di anidride carbonica, un 5% di altri gas presenti e un 60-70% di metano, il gas più pregiato della miscela in quanto utilizzabile energicamente Il cogeneratore posizionato in un container o locale insonorizzato produce energia termica ed energia elettrica: il calore viene utilizzato per il processo e per le utenze aziendali, l’energia elettrica viene utilizzata per la conduzione dell’impianto, per le utenze aziendali e per la vendita in rete. 

La digestione anaerobica 
 È un processo biologico utilizzato per il trattamento dei reflui organici che si evolve attraverso una prima fase, nella quale la sostanza organica viene trasformata in composti semplici (acidi grassi volatili, aldeidi, alcoli) da batteri anaerobi facoltativi, in una seconda fase nella quale, a partire dagli acidi grassi volatili, grazie all’azione di batteri anaerobi obbligati (vedi anaerobico), viene prodotto il biogas. 

La digestione anaerobica consente la stabilizzazione dei materiali organici trattati.
I dispositivi nei quali avviene il processo vengono denominati digestori.



LINKS:

 
Ċ
Giuseppe Farinella,
8 lug 2011, 01:03
Comments