jjondesignerelectronics

Cari 

Il finale in questione tratta di un dual mono con alimentatori separati  doppio Pgreco  CLC masse separate, raddrizzatore valvolare il quale è stato da me personalmente progettato e realizzato, la componentistica è di ottima fattura,  valvole Mullard, i nuovi   trasformatori di uscita (da testare!!)sono stati realizzati appositamente in Indonesia, sotto mia specifica richiesta!!  Questa scelta di farmi realizzare i trasformatori custom è stata dettata dal semplice fatto che non ero soddisfatto di certi tipi di trasformatori sia  Italiani  che  di marche cui non faccio nomi che ho da tempo testato!!


Volevo ancora aggiungere; Spendere in un trasformatore di uscita mi andrebbe anche bene, ma personalmente penso che  un trasformatore ha quel suo limite intrinseco,come macchina statica, non è una questione di gusti, ma  di dati di fatto! Tanto è vero  che il piacere  personale non può e non potrà mai collimare con le misure elettriche!! Non mi interessa se qualcuno non è d'accordo, infatti gli stessi che scrivono che  non è  vero che conta come suona un amplificatore, sono gli stessi che scrivono che conta come suona un ampli a valvole!! Infatti queste persone sono esattamente quelle che scrivono che misurano e che hanno valore  solo le misure elettriche, poi con la loro stessa penna scrivono che un amplificatore a transistor suona da schifo e se vengono contrariati  da parte di persone  che sicuramente sanno il fatto loro anche in materia valvolare, si impegnano e accusano gli altri addittandoli come bugiardi e diffamatori!!Scusatemi; non è forse vero che scrivere che un trasformatore fatto dal dottor Kappanubis  surclassa tutti gli altri trasformatori che sono in giro, quindi facendo apparire il kappanubis  un nuovo oggetto e quindi non più un trasformatore di uscita, ma la soluzione  al trasformatore di uscita stesso, secondo voi questo è un maledetto   imbroglio o no!? Nessuno eppoi   nessuno potrà mai cancellare i difetti di un trasformatore di uscita se non che  farlo sparire dal circuito stesso!!Io sono anche  un appassionato ma non cieco e incompetente, chi non accetta sportivamente la mia opinione è pregato di tornare indietro nel tempo leggersi la storia del vacuum tube e poi commentare    se da allora fino ad ora e se per puro   caso un trasformatore di uscita ha subito miracoli alieni!! Mi va anche bene un azienda che si è impegnata a realizzare trasformatori di pregio, nei tempi d'oro della valvola, ma raccontare che un trasformatore kappanubis è diverso da quello che è,  oltretutto dandosi un tono anacronistico, non mi pare   il massimo!! Il fatto poi che io non acquisti i trasformatori di uscita  dalle aziende italiane, dipende dal fatto che non accetto arroganze o esaltazione di un prodotto che vale esattamente la  "loro" "tecnica" e mezzuccoli  di indotto   e nulla più➕️!! Con questo spero che si capisca, che una tecnologia obsoleta rimane tale,  anche dietro sforzi che alla fine supportano solo la passione, che di certo non è assimilabile ad una misura elettrica che ci piaccia o meno!! Un ultima puntualizzazione; se è vero che ci sono persone che si impegnano a realizzare trasformatori di uscita con ottimi materiali è altrettanto vero che i risultati ottenuti pare  siano più simili a palliativi che ad altro!! La cosa che poi io vedrò e che quindi allegherò in questo nuovo sito, saranno le misure ottenute, quindi con i nuovi trasformatori made in Indonesia vedremo cosa hanno migliorato in confronto agli altri che ho testato finora!! Ripeto è riscrivo il mio lavoro è basato sulle elettroniche  avanzate, quindi con la valvola eravamo è siamo amici, (e che nessuno si ficchi in testa (trasformatorai compresi!!) Che mi si può fare barba e cappelli solo perché si avvolge un trasformatore oppure perché ci si ritiene dei cultori della valvola, mi dispiace ma  io ho le mie esperienze  e di   certo un appassionato o un avvolgitore credo sia difficile possa surclassare le mie conoscenze a riguardo della valvola, anche perché  molto prima che certi afferrassero la loro prima valvola tra le mani, io sapevo già a cosa serviva quel pupazzetto di vetro!! Con questo rifletteteci su prima di darvi un tono anacronistico e di conoscenze che non possedete. Con tutto il rispetto e con tutta la mia umiltà mi sono tirato la pagnotta anche dalla valvola  a tempo debito(adesso vivo nel2023!!)    facendolo su tv e amplificatori, quindi ho sicuramente un esperienza  indiscutibile che ha visto i fasti dei grandi e non di certi arroganti odierni che se ben si pesano possono comprendere che forse tutto non sanno!!


Trasformatori Custom Made in Indonesia, ringrazio Alex (IL GRANDE!!) degno di nota, posso dire che hanno le palle quadre, tutta l'equipe è gente che sa cosa fa, un grazie di cuore  che Dio benedica questa azienda!! Realizzati appositamente per me, un gesto di cortesia impagabile oltre la paga!! Il valore per chi merita non è mai tanto, i soldi a volte nei confronti delle gentilezze e competenza non hanno valore!! Sono proprio soddisfatto del mio acquisto, posso dire veramente che  si tratta di gente onesta e di cuore, non trovo parole  per ringraziarli!! 


Transformers Custom Made in Indonesia, saya berterima kasih kepada Alex (THE GREAT!!) yang patut dicatat, saya dapat mengatakan bahwa mereka memiliki bola persegi, seluruh tim adalah orang-orang yang tahu apa yang mereka lakukan, terima kasih yang tulus karena Tuhan memberkati perusahaan ini! ! Khusus dibuat untuk saya, sikap sopan santun yang tak ternilai di luar bayaran!! Nilai bagi mereka yang pantas tidak pernah banyak, terkadang uang untuk kebaikan dan kompetensi tidak ada nilainya!! Saya sangat puas dengan pembelian saya, saya benar-benar dapat mengatakan bahwa mereka adalah orang yang jujur ​​dan tulus, saya tidak dapat menemukan kata-kata untuk berterima kasih kepada mereka!!

Finale completo di alimentatori e preamplificatore

Preamplificatore  con regolazione toni, Alti Bassi Volume, ingressi CD Radio Phono  completamente separati per canale, un portento valvolare, molto silenzioso e con timbrica molto coinvolgente, per me e solo per me Morrison (nome di questo preamplificatore) è una montagna!! Morrison era quel detenuto che scappò da Alcatraz, gli ho messo questo nome perchè gli escamotage per "sfuggire" ai vari disturbi, e per una messa a punto perfetta, non sono stati pochi!! 

foto Cassa acustica ad alta sensibilità con doppio cono Ciare PH250 foto di 16 anni fà!!

schema un canale amplificatore

interno ampli cablaggio 

NB* Premetto che le modifiche che ho apportato sono visibili in foto come da spiegazioni, in seguito pubblico l'elenco aggiornato della componentistica impiegata, quindi l'elenco che si vede così come è stilato, si riferisce all'originale di tanti anni fa che funziona benissimo, ovviamente le migliorie da me apportate sono servite come tali!!

interno preampli

preampli HI FI Schema

Nel tempo questo preamplificatore ha subito miglioramenti notevoli!

Questo lavoro è stato fatto tanti anni fa forse una quindicina, ho lavorato per anni con i tv a valvole ero quello più aperto a stanare ronzii nei tv appena usciti dalla fabbrica con difetti di vario genere medie frequenze difettose,schermi saldati male e punti di massa  con bus male   accorti quali provocavano appunto ronzio in altoparlante ed effetto moirè cioè audio nel video !! oggi  queste cose elementari, tipo piano di massa alimentazione trasformatore di uscita, cablaggi chissà con quali segreti etc... mi strappano un sorriso, ricordandomi anche i tempi passati ed è per questo che rinvango nelle memorie forse a volte lasciandomi prendere la mano!! In effetti se prendo un amplificatore a valvole acceso e lo guardo bene, a volte mi vengono in testa idee folli, come quella di tirarlo in testa ai talebani marcianti delll'audio vetroso e ferroso, ditemi se il mio non è amore!! Ragazzi è tosta mi pare di aver a che fare con la storia di Conan il barbaro, maghi, magoni, e divinità, non so più cosa pensare ma una cosa è sicura; La tecnologia è andata avanti ed io la seguo fedele ad ogni passo!!  Come ho sempre scritto e detto, un  conto è un Hobbysta un conto e lavorare per tirarsi la pagnotta, il metodo "integrazione" ausiliandosi di lavori fatti con la valvola è da valutare attentamente, in quanto non lo vedo e non lo trovo un lavoro reddittizio a prescindere dal tipo di elettronica valvolare, quindi a parte il fatto del guadagno, si ha a che fare con teste "calde" che sognano e che immaginano un mondo nuovo dentro al bulbo di vetro!! Quello che più mi stupisce è il fatto che qualche "tecnico" di elettroniche valvolari ovvero il  presunto tale "presuntuoso"  "tecnico"  con il quale comunicandoci via web, immediatamente fa carpire tutti i suoi limiti, in effetti  io comparo questo tipo di "tecnici" più simili a "parolieri" che  a degli  addetti ai lavori!! Dietro di loro , con narrazioni fatte da se stessi, pare ci siano storie "encomiabili" degne di nota, fatte di fasti arcaici e di personaggi antichi e devoti della valvola, con divinità e nomi "pezzati" alla storia dell'audio, con addirittura qualcuno che gira con automobili milionarie frutto della valvola e suoi componenti di indotto!! Personalmente anno 2023 ho potuto vedere case da 1250 metri quadri, 6 automobili per ognuna di queste case, quindi; 5 case da 1250 metri quadri cadauna, e 6 automobili per cadauno figli, i quali non lavoravano dalla mattina alla sera, ovvero lavoravano virtualmente, incassando circa €60000 al mese e questo ve lo dice uno che è stato invitato a cena da queste riccone e ricconi veri, che alla fine della serata con la parata delle loro auto bellissime, mi ha fatto sentire come  nel set del film fast and furios in versione ti guida chiunque, ma con guida a destra!! L'umiltà di queste persone non aveva confine, ma di certo, questi signori umili e intelligenti, non riparano radio a valvole, sgozzandole e neanche realizzano pseudo-amplificatori a valvole che alla fine della "fabbricazione" dopo tre mesi incassi "cacca!!" Il mio "meticcio" invece  al contrario ogni tanto racconta delle storie "fiabesche" ma si tratta di un meticcio speciale che ha conosciuto "uomini" di valore antico i quali  a loro volta attraversarono epoche o ere se va meglio, dove la valvola era d'oro, quindi anche loro si immedesimano in questi personaggi OLD STYLE e di conseguenza vanno in trance, o meglio si trasformano in multi-GUASTI  senza frontiere, andando poi in giro per il Web, cercandosi un nemico cui scaricare tutto il loro esaurimento anche a costo di fare figure di ragazza in calore con sfoghi "acneici" sul volto, quindi poi questi guasti incontrandosi e "scambiandosi" solidarietà creando barriere imbecillografiche a modo che il virtuale nemico non possa interromepere il loro vitreo (e irto!!) sogno fonorivelatore di solchi di sapienza cui farne o cercare di ricavarne un tesoro, da sapienti fasti  per poi appunto essere innalzati a divino con  indotto di capelloni  che si mostrano come stregati e quindi seguono il loro "frankestein"  valvola-sound e frame and sheep assemblatore di scureggine  che escono dallo sfiato di pupazzetti vetrosi  i quali innocenti pupazzetti e di corta ma corta ma corta potenza cercano di deliziare le orecchione dei pipistrelloni, truccandosi di sweet sound sweet!! MHA!!? Mi fanno pena!! In fondo queste persone old style appassionate del vetro elettrico,  sono persone ingenue, fragili, deboli, instabili, scure, mitologiche alla greca, senza occhi in testa, vagano come ciechi palpando quà e là alla ricerca di qualcosa che manco loro sanno cosa sia!! Cosa scrivere di questi signori in cravalvola e camivetro? Nulla!! Li ho lasciati andare per la loro strada, della quale  non ne condanno la percorrenza che loro ne fanno, ma bensì la loro ciecità, in quanto se è vero che una passione va rispettata, comunque non bisogna bendarsi  al punto che si esclude tutto ciò che è avanzamento tecnologico rinvangando su oggetti e cose che lasciano il tempo che trovano, in quanto appunto surclassati dalla tecnologia odierna!! Io personalmente vivo nel 2023 (anno corrente) per cui addobbarmi di valvole non mi pare sia propio il caso, ripeto e riscrivo, a tempo debito mi sono ausiliato anche della valvola, ma ora è improponibile!! Grazie signori, ho un concetto meraviglioso di tutto ciò che vedo, non disprezzo nulla, ma peso con precisione, non mi faccio acceccare e anche io ho ricordi della valvola,  e credetemi che in tal senso ho esperienza abbastanza ferrata, ma oggi  la valvola va bene  per soddisfare una passione senza far capire altro che potrebbe offendere l'intelligenza altrui, ecco questo si chiama vivere nel 2023 rispettando chi ci sta facendo vivere nel benessere tecnologico!!  THANKS YOU SO MUCH!!

Aggiornamento  dell'ampli ( dual mono)  con installati i trasformatori custom made in Indonesia, (in seguito posterò le foto)

potenza  nominale 10Watt  

THD 0,02 % alla massima potenza

rapporto S/N 90 DB circa  (non ho approfondito il test non ho avuto tempo!!) 

Assorbimento anodico  quattro valvole  100mA

Assorbimento filamenti quattro valvole  760mA

Assorbimento  filamenti raddrizzatore anodico (asserve anche il preampli!!) 15Watt!!

L'amplificatore in questione, a riguardo dell'alimentazione (pubblicherò gli schemi appena posso)  è stato realizzato con filtri a Pgreco   CLC  separati per ogni stadio, in particolare ho realizzato un induttanza da 5mH custom, personalmente avvolta, con rame con isolamento che sopporta 220gradi C° e lamierini ottimi, insomma ho realizzato  tale induttanza senza compromessi, la quale provvede ad abbassare la tensione alle placche e la filtra, fornendo così la giusta tensione onde poter far lavorare le valvole nel giusto ginocchio di polarizzazione, cioè in classe A1 che è la specialità del piccolo pentodo Mullard VT52, visto anche il fatto che si tratta di un sistema con trasformatore  di uscita a carico distribuito quindi risulta molto importante filtrare correttamente la corrente di alimentazione!!  La cosa eclatante  in questo tipo di configurazioni è quella che tale pentodino  scalda veramente poco, nei tempi passati il VT52 Mullard, si era conquistato il soprannome  di pentodo a Katodo freddo, un soprannome meritato, in quanto fa capire la nobiltà dei metalli utilizzati nel Katodo, che con poca temperatura raggiunge livelli di emissione ottimi, insomma un must di "risparmio" se così lo vogliamo chiamare!! Comunque la passione mi ha preso la mano, senza però lasciar prendere il contatore elettrico per mano da parte della passione!!  Sono una persona oculata, di amplificatori ne realizzo in tutte le tecnologie e se voglio mi basta utilizzare uno dei miei a mosfet , ma così non do una mano ai negozi dei dischi e delle cassette, che ogni tanto  mi danno l'opportunità di riparare qualche gira cassette e giradischi  (pescato su Ebay) in modo da far poi sognare qualche ragazzo, così come noi da giovanotti  sognavamo, in quelle fredde sere di inverno  quando ci si ritrovava in discoteche improvvisate a suon di long playing e ampli  push pull realizzati con  sezioni finali  di 2N3055  e casse con Woofer Cerwin Vega  filtrati  con grosse induttanze  e Tweeter dinamici Philips filtrati con condensatori  poliestere da 3,9 uF. Oltretutto  vi erano sempre le ragazze con noi,  che rimanevano sdraiate sui divani  ad ascoltare musica, le quali venivano  inebriate da  claudio Baglioni o dagli stregoni dei Pooh,  quindi  poi spesso qualcuna  veniva visitata dal mio amico  Tommy, che da duro gli dava duro!! Tempi andati!! Rimpiango quei giorni, se ci penso mi fa male!! Almeno quanto faceva bene e  male a qualche amica mia!!  Ecco perchè  mi piace la tecnologia andata perchè io rinvango nelle memorie, considerando che ero  io quel tecnico e da allora fino ad ora sono sempre io, quindi  se capita mi tiro dietro il mio arcaico ampli a valvole  trascino gli amici in serate romantiche  facendoli sognare a suon di musica come allora,  e anche se non esistono più i televisori a due canali mi piace comunque osservare il "canale" A&B delle mature donne che presenziano  a tali festini, che accendono le vecchie passioni, ecco questo è l'ambiente per la valvola, non di certo  la valvol a si può misurare in un ambiente tecnologico come quello odierno, dove le donne tutte trattate e rifatte cercano "motopicco" e non romanticismo!! Certo prima era meglio, ma io... cosa ce posso  fà!? io mi sono adeguato e gli altri volenti o nolenti mi seguiranno a ruota!! PRIMA O POI!!   


A riguardo delle memorie voglio mostrarvi il logo di una azienda che  mi ha fatto lavorare molto  nelle riparazioni  dei TV CRT. e anche altro


Finali con a bordo i nuovi trasformatori di uscita made in Indonesia!! Fantastica realizzazione e suono ottimo!! metto un filmato del risultato ottenuto, link youtube, buona visione!! 

https://www.youtube.com/watch?v=UeNiHfnkuLc&t=36s


Una breve descrizione del preamplificatore Morrison e della sezione finali e alimentazione;

Non volevo descrivere il tale preamplificatore, ma essendo un appassionato incallito, voglio spendere due righe in merito, Il preamplificatore che si vede nelle immagini, è dotato di tre ingressi separati per ogni canale, Phono/CD/Tape, quindi distinti meccanicamente e commutabili distintamente, inoltre questo preamplificatore è dotato  di buffer/preamplificatore per poter registrare dal sistema valvolare/preamplificatore sorgente, dove ogni segnale registrabile, transita nella valvola buffer/preamplificatrice, verso la boccola REC OUT in pratica ho realizzato una sorta di buffer preamplificatore, che non compare nello schema, in seguito posterò le immagini di tale realizzazione, con schema correlato!! Ovviamente il suono ottenuto è un non plus ultra di pulizia spettrale un qualcosa di magico, (ma come fa questo uomo a parlare bene della valvola se ama il transistor!?) il preamplificatore non ha rivali, a seconda del mio giudizio, ma attenzione, questo sistema audio è un cinque chassis, quindi trattasi di un dual mono a tutti gli effetti, con masse separate e bus di massa particolarissimo!! Inimitabile da certi punti di vista, la sezioni toni baxandall, agisce da 100 Hz +/- 10DB  e 10kHz +/- 10 DB, il livello ti tensione di uscita si aggira attorno ad 1,5 volt RMS,  per la sezione CD e Tape, mentre che per la sezione Phono abbiamo 800MilliVolt RMS, di uscita belli puliti, infatti la sezione Phono è quella più interessante, in quanto tale sezione, dal punto di vista spettrale ed equalizzazione RIAA in controreazione risulta essere un qualcosa di eclettico e di pulito, con un decadimento di equalizzazione RIAA regolarissimo, parlo dell'arco di frequenze interessate a tale equalizzazione,  impossibile riuscirci facilmente a realizzare una cosa del genere, tanto è vero che molti presunti costruttori ovvero costruttori che tali si credono, mai accennano alla realizzazione di un tale tipo e sistema di preamplificatore, non ne sono capaci!! Il buffer è praticamente perfetto, il rapporto di impedenza di uscita è vicino ai 47kOhm, le valvole utilizzate sono tutte valvole Siemens Philips, microfonicità zero spaccato!! In sintesi questo preamplificatore con il volume al massimo messo su Phono è praticamente muto, poi come si accenna a mettere la puntina sul disco, magicamente il suono si libera nell'aria, così come hanno fatto le sirene di Ulisse!! I toni sono perfetti, di un equilibrio fuori dalla norma, nessun accento metallico con gli alti   e nessuna coda con i bassi, un must di perfezione sonora (secondo me!!), inimitabile comunque!! 

sezione finale;

La sezione finale, comprende un push pull parallelo di quattro tubi VT52 britannici scelti per lavorare su questo circuito, il bias è automatico, con resistenze separate per valvola e condensatore catodico di Bypass, tale condensatore è stato calcolato su un valore di circa 33µF (in altra sede spiegherò il perchè di questa scelta)!! La sezione finale lavora in classe A1, con i trasformatori made in Indonesia come da descrizione precedente, i quali trasformatori rispondono perfettamente in frequenza, con una potenza e corposità del basso, fin dai minimi livelli, tale corposità sui bassi la mantiene anche a livelli sostenuti di volume, senza sgarrare mai!! Il medio è ottimo e gli alti sublimi!! Io preferisco questo sistema ai sistemi perfetti di altre amplificazioni che possiedo, a me piace così anche se tecnicamente non paragonabile a certi transistorizzati!!  Io gradisco le amplificazioni valvolari proprio per il fatto che il dettaglio al minimo volume è totalmente chiaro, a dispetto dei sistemi transistorizzati, che bisogna alzare il volume e mettere il loudness, cosa che mi scoccia assai, ecco solo per questo fatto ho sempre fatto tifo per la valvola e come ho sempre detto non si può paragonare la valvola al transistor in alcun modo e per mille motivi, in quanto il transistor è una mazza di perfezione, differente dalla valvola che ti rende un suono dettagliato e focalizzato, sempre con ottima presenza, cosa che mi piacerebbe ottenere con il transistor, che è veramente tecnologico ma con risposta in frequenza  "letta" da parte dell'orecchio piuttosto piatta!! Ritornando alla descrizione elettrica della sezione finale, il filtraggio della tensione raddrizzata tramite diodo termoionico, viene affidata a dei piccoli condensatori, circa 10 µicrofarad di ingresso ad una induttanza da 6 MilliHenry  collegata all'uscita del raddrizzatore  e qualcosa come altri 33 µicrofarad dopo tale induttanza. inoltre l'alimentazione della sezione preamplificatrice del finale è ausiliata  da una cella C-L-C, apposita, contenuta nello stesso alimentatore il quale  asserve anche il preamplificatore, il quale è dotato di regolatore toni e scambio sorgenti esterno separato, che appunto viene alimentato da questo alimentatore, che è il principale quindi separato per ogni canale sia alle sezioni  finali che alle sezioni del preamplificatore, sia quello a bordo del finale (6J5WA) interno che a quello esterno su chassis a parte !! La valvola preamplificatrice di ogni sezione finale, tratta di una 6j5WA microfonicità zero, anche essa alimentata da cella C-L-C apposita, appunto come ho descritto!! continua... 

Aggiornamento; presa la mia mano e presa la mia passione, ho tirato fuori una ventina di Watt (CHE POI RIDIMENSIONO A DIECI MASSIMI!!) con uno smorzamento di 7, a 30 Hz 20 Watt nominali che Non sono pochi!! Quindi Kappanubis adesso si farà due conti!! Quindi; inoltre a parte le sezioni finali, nel preamplificatore ho realizzato anche  il buffer di uscita per la registrazione, poi ho installato otto valvole 6p3s (4 per canale push pull parallelo!!) con una dinamica da brivido!! Consumo; 21 Watt di filamento per canale solo valvole finali, 34 Watt di anodica quindi 55Watt assorbiti dalle finali per ottenere 20Watt a tutte le auto anche a 30Hz, a 20Hz sono circa 10 addirittura a 10 Hz abbiamo circa 0,5Watt!!!! Bene tralasciando il consumo sono invece rimasto soddisfatto della potenza e del decadimento armonico, insomma non si tratta di un impianto gioca Jouer!! Poi in seguito postero le misure qua e su Youtube, schiacciando, disintegrando, calpestando e devastando le "fiat 850" prodotte da Kappanubis!! Insomma stiamo parlando di un sistema di amplificazione a 5 telai!! Comunque la tensione anodica si attesta su valori tipici, 260~270Volts circa, filtrata benissimo dal filtro C-L-C , in seguito postero anche tutti gli schemi aggiornati, buona lettura!! NB*Posso tutto ciò che voglio con le valvole con i transistor con il digital e con tutto ciò che è elettronico, dipende solo dalla mia voglia di realizzare, per il resto, tutto mi segue tecnicamente progettando e realizzando!! La dinamica che ne scaturisce da questo finale è degna di un basso da bomba H, merito dei miei escamotage!! Questo tipo di configurazione, svegliarà le orecchie lunghe di Kappanubis, il quale per dispetto esibirà un autotrasformatore di una radio del 1938 con scheda fm digitalizzata e integrata in tale radio senza modificare l'originalità!! Credo proprio che quel di Kappanubis dovrà ancora reincarnarsi sette volte prima di smettere di realizzare catorci di "Fiat 850 K!!" e quindi realizzare qualcosa di decente, fai ridere K!! Continua.... kappanubis, i miei amplificatori suonano chiari e forte, i tuoi sono violini scordati!!


eccoci qua!! vi riporto le misure filmate, 8 Watt a 20Hz con i quattro tubi in push pull parallelo 6P3S, un mostriciattolo di decenza nelle note basse, degno di un buon transistorizzato!! Ecco questo ha un basso da bomba H!! Ma il lavoro svolto non è di certo una porcheria push pull valvolare qualunquista, se volete corrente in basso ci vuole manico, inoltre gli alti sono stupendi!! Il resto inutile commentarlo, questo finale straccia qualsiasi amplificatore a valvole, c'è poco da commentare, ho fatto centinaia di prove e confronti!!potete vedere il risultato nel link di collegamento a YOUTUBE!! Grazie.

 https://www.youtube.com/shorts/HLJfj8N8mKU


chi ha dei dubbi può cercare di realizzarne uno uguale, poi nel caso si postano le misure, garantisco che non c'è paragone al suono di uno scureggio valvolare comune, ecco questo è accettabile!! Ma, riscrivo, il lavoro svolto è encomiabile!! Quattro telai, anzi cinque con il preamplificatore dotato di buffer per la registrazione, alimentazione totalmente valvolare, 260volts di anodica, filtrati a dovere senza eccessi di capacità inutili, parlo di una semplice induttanza(da me personalmente progettata e realizzata!!) e di condensatori che non superano i 16 Microfarad.Il  rapporto segnale rumore invece va oltre i 90DB!! Considerando che molti per fare lo stesso lavoro ed ottenere watt in più, solo per danneggiare i tubi e non rispettando le specifiche alimentano inutilmente le anodiche a 410Volts oppure 350Volts utilizzando poi capacità  di filtro allucinanti solo  per filtrare le loro stupidaggini e cercando potenza da chissà quali principi tecnci!! Chiaro è che  di amplificatori non ne sanno fare!! Personalmente rimango sempre e possibilmente sotto le specifiche nominali di alimentazione e non quelle massime, imparate e ficcatevi in testa che tensioni elevate non servono a nulla se non utilizzando tubi appositi, anche se comunque si hanno problemi ugualmente, in quanto  in tal caso circoleranno correnti e tensioni alte e pericolose da gestire e quindi per favore non fate come un coglione (esperto di valvole a vedere scritto il suo nomignolo) che malauguratamente e per sbaglio ho incontrato in un sito non aveva compreso la differenza di misura, in quanto non è la tensione che comanda ma la corrente, tanto è vero che ACV-DCV fanno capire volt di corrente alternata e volt di corrente continua circolante (abbiamo capito cosa è il volt e Ampere!!) quindi in un qualsiasi circuito si misura corrente e non è la tensione, pensando solo alla tensione che pare nasca in un albero a se!!  Ritornando a noi; telaio separato alimentatore per ogni canale su telaio separato, microfonicità zero!! Corrente sulle frequenze basse a volontà, dinamica ottima, risposta in frequenza da 20Hz 8Watt fino a 27kHz circa 12Watt nominali, (senza farlo arrivare a venti Watt come nei test che non mi servono!!) Tranquilli non si può paragonare a un valvolare miserabile commerciale, ma neanche lo si può paragonare alle fiat 850 di Kappanubis!! Altra tecnica altro modo di lavorare!! Materiali differenti e sopraffini, e trasformatori di uscita e alimentazione totalmente di altissima qualità e realizzazione impeccabile!!! Insomma, per i test di ascolto ho messo su brani di Elvis Presley , Pink Floyd, Roger Water the Wall, utilizzando come supporto musicale solido,softwareetc... giradischi e compact disc, il risultato sonoro paragonabile ad una bomba H!! Non uno scureggio da pochi miseri wattini a 1kHz, misuratini con softwerino pollastrellino ciuccino più o meno artefatto da manipolazioni alla buona quà e là che poi come molti amplificatori valvolari che  dimostrano di scureggiare nei trasduttori delle frequenze basse così come scureggiano alle misure   strumentalii , e con toni alti da sibilo di pò pò di scoiattolo a diarrea!! Prove fatte con strumentazione e con casse acustiche decenti, infatti non capisco come molti riescano ad ascoltare un brano decentemente, utilizzando un amplificatore valvolare "muto" o quasi!! Mi dispiace ma molti di amplificatori a tubi non ne sanno fare!! Insisto, tutta gente che non capisce una sega al di fuori della "tecnologia" arcaica, a volte mi viene da piangere a dirotto pensando a queste teste di fico crudo e convinti che abbiano in mano chissà quale tecnologia aliena, il succo è che non si può chiedere ad una cinquecento di trainare gli stessi container che può trainare un TIR, la cinquecento  può trainare solo un carrellino!! Lo capite o no che trasformatore di uscita, valvole e tutto il resto hanno forti limiti nel restituire potenza adeguata? La passione è un conto, ve lo dimostro in questo sito, ma  non mi dite che con il transistor non si può ottenere di più e con spese minime!! D'accordo con voi, ma solo a pareri personali, ed io in primis ascolto solo dal mio impianto a valvole e voglio quello, con il volume al minimo da parte di un valvolare se ben realizzato rende i dettagli in modo impeccabile verissimo, ma quando voglio partire a mille sollevando il volume, accendo un finale con batterie di transistor bipolari e se lo implemento come dico io faccio decollare il suono anche a minimi livelli di volume, quindi attenzione a fare affermazioni differenti da ciò che io conosco, e che testo con strumenti e con trasduttori appositi!! Tanto è vero che la mia tendenza per far suonare bene un valvolare è quella di darle grinta specialmente sui bassi, quasi da farlo sembrare un transistorizzato con steering valvolare!! inutile commentare, la mondezza valvolare "essa" è comune tra i pipistrelloni, ma mica sanno che hanno a che fare con amplificatori muti!! Convincere poi i pseudo costruttori che stanno realizzando mondezza con trasformatori di uscita inutili è un impresa interplanetaria!! io riconosco i limiti del valvolare e c......zzz.....oooo se non mi accorgo di cosa mi piace e di cosa è più versatile e potente e rigorosameente meno distorto!! Sappiate una cosa; Chi costruisce e vende un amplificatore a valvole, racconterà sempre stupidaggini per abbellire la parte negativa insita in un fnale audio valvolare, ma mai vi indica di testare un amplificatore a transistor decente (tipo un buon Philips!!) su una coppia di casse acustiche decenti e ad alto rendimento e sensibilità, il tale pseudo costruttore di lampade londinesì fumè e da illuminazione di  bordo fiume in piena Londra fumosa di nebbia, avrà sempre a che ridire su tecnologie che  scalzano l'arcaico!! Riscrivo; sono il primo che a gusti personali apprezzo il suono di un decente valvolare, d'accordo anche sul fatto che abbiamo i trasduttori protetti differenti da un transistor che se va in corto potrebbe danneggiare il trasduttore ad esso collegato, specie se la protezione non interviene in tempo!! Ma garantisco che se un amplificatore a transistor è ben realizzato non ha bisogno di alcuna protezione basta basarsi sul circuito in corrente dell'alimentatore e altri piccoli accorgimenti che piazzano al sicuro tale ampli, per esperienza e per conoscenza tecnica posso affermare di aver posseduto e riparato amplificatori di quaranta e più anni che non hanno mai danneggiato alcun transistor di uscita e quindi nessun trasduttore ad esso collegato!!  

Immagino che crediate che io sia una persona illusa a se stante, invece provate a chiedere a Bartolomeo Aloia se la pensa come me!! Anche se sono uno che conosce bene io suoi limiti, posso anche scrivere che la tecnologia ha sorpassato un pò tutti anche i più preaparati, quindi personalmente non posso dire che so riparare lo Shuttle!!  Sicuramente conosco bene la differenza tra armoniche, potenza, corrente e tensione, ma questo è accompagnato da anni di conoscenza in merito allo scafo che posseggo, quindi mi pare inutile e anche da stupidi credere che una tecnologia arcaica possa sorpassare la moderna tecnologia, vi sto SCUOTENDO!! SVEGLIAAA!!! Chi è appassionato mi fa felice, la penso come lui, chi invece è spassionato nei giudizi facendo prevalere l'arcaico, non è amico della tecnologia, anzi è nemico a se stesso e a ciò che lo circonda!! Potrei scrivere a galassie di parole, ma questo non farebbe capire nulla a quei tanti che si nascondono dietro ad una valvola!! in questo piccolo appunto, credo che forse Kappanubis inizierà a ragionare da cristiano corretto e non scorretto così come è la sua natura!! Infatti chi non riesce ad andare avanti con la tecnologia di fatto è un retrogrado limitato, tarato e starato, anacronista e ignorante che utilizza come deterrente all'intelligenza, una valvola!! RAGAZZI SIAMO ALLA FRUTTA!! Spero che si leggano queste righe e spero che prevalga il buon senso, con tutto il rispetto per la passione, non voglio che nessuno creda che io non voglia vedere amplificatri a valvole, invece voglio solo che le persone che utilizzano le varie tecnologie, sappiano di cosa si tratta, in quanto di magico non esiste nulla!! GRAZIE ANCORA!!