Il respiro e la voce

Palcoscenico del Teatro Comunale Mario Spina

Il respiro e la voce come cura di sé

condotto da Enrica Zampetti

Respirare è la prima cosa che impariamo a fare appena nati e così usare la voce attraverso il pianto. La prima affermazione di noi stessi nel venire al mondo è quindi la voce.

Eppure questa capacità innata e naturale per eccellenza è, fin dalla più tenera età, condizionata da una grande quantità di fattori emotivi, imitativi e contestuali. Respirare, nonché usare la voce, diventa quindi qualcosa di inconsapevolmente mediato e limitato.

Il laboratorio teorico-pratico si propone di dare ai partecipanti degli strumenti per arrivare ad una prima consapevolezza del respiro e delle potenzialità della propria voce, al fine di migliorare la gestione delle proprie emozioni e la capacità di saperle comunicare.

Enrica Zampetti

Enrica Zampetti conduce laboratori in cui utilizza il teatro, le sue tecniche e le sue metodologie come strumento formativo per la crescita individuale, aziendale e sociale, nonché come mezzo per creare ponti tra culture e provenienze diverse, ideando e conducendo percorsi rivolti a non vedenti, richiedenti asilo, studenti, docenti, bambini.

È membro dal 2009 della compagnia di teatro e danza Zaches Teatro di Scandicci (FI).

Lavora professionalmente in teatro dal 2002 e si è formata come attrice e performer tra Italia, Spagna e Finlandia. Ha collaborato come attrice, assistente di regia, organizzatrice e formatrice con compagnie italiane come Societas Raffaello Sanzio (FC), Teatro Potlach (RI), Emilia Romagna Teatro, Fondazione Toscana Spettacolo, Accademia sull’Arte del Gesto di Virgilio Sieni (FI), As.Li.Co. Teatro Sociale di Como, e spagnole come la Compagnia Atalaya di Siviglia e La Luciérnaga di Madrid.

Collabora con Officine della Cultura (AR) dal 2017 come formatrice.

Parallelamente ha portato avanti gli studi accademici presso il DAMS di Roma Tre laureandosi con lode nella magistrale di Teatro, Musica, Danza e pubblicando articoli sulla storia del teatro italiano e spagnolo del ‘900 in riviste e libri specializzati.