Home‎ > ‎

La storia

        La storia del Museo d'Arte sul Mare di San Benedetto del Tronto, è strettamente legata a quelle della passeggiata del suo molo sud e del Simposio internazionale di scultura “Scultura Viva”.

        La passeggiata del molo sud è sempre stata una delle passeggiate preferite dai cittadini sambenedettesi e dai turisti in visita alla città, ma solo nel 1986 e grazie al Circolo dei Sambenedettesi, che vi fece realizzare il monumento dedicato al gabbiano Jonathan Livingstone, essa ricevette il suo primo nome e fu chiamata “La strada di Jonathan”.

        Dopo dieci anni, nel 1996, lungo il primo tratto della Strada di Jonathan, si svolse la prima edizione del Simposio internazionale di scultura “Scultura Viva” e questo evento ne modificò il futuro destino.

        Negli anni a seguire infatti, con il passare delle edizioni di “Scultura Viva”, la passeggiata incominciò ad assumere sempre più le caratteristiche di una vera e propria galleria d'arte all'aperto ed il Comune, investì molto su di essa, arredandola ed arricchendola di un elegante protezione in acciaio per tutta la sua lunghezza.

        Nel 2009, quando venne superato il numero delle cento opere presenti lungo il suo percorso, l'Assessorato alla Cultura pose una targa al suo inizio e la passeggiata venne ufficialmente chiamata “GALLERIA D'ARTE del MOLO SUD – Raccolta delle opere in travertino realizzate durante le edizioni del Simposio internazionale Scultura Viva”.




        Da allora la Galleria d'Arte del Molo Sud, ha continuato a crescere insieme a “Scultura Viva”, ma l'idea avuta nel 2011 dal curatore artistico del Simposio, di dotarlo anche di una sezione di Pittura Murale, oltre a portare alla diversificazione ed all'arricchimento della sua offerta espositiva, ne avrebbe poi modificato completamente la struttura .

        La Galleria infatti, non sarebbe stata più solo una raccolta di sculture in travertino, anche una raccolta di grandi opere pittoriche e dunque sarebbe diventata un vero e proprio museo d'arte all'aperto.

        E' stato così che nel Giugno 2012 il suo ideatore Piernicola Cocchiaro, ha voluto ed ottenuto dal Comune che la passeggiata fosse chiamata MAM, Museo d'Arte sul Mare di San Benedetto del Tronto, per sottolinearne le sue due unicità e cioè quella di essere, con le sue 140 opere scultoree e pittoriche, uno dei più importanti musei permanenti all'aperto e quella, unica al mondo, di estendersi per oltre un chilometro sul mare.



Inaugurazione del MAM da parte del Sindaco Giovanni Gaspari, con

l'Assessore alla Cultura Margherita Sorge, Piernicola Cocchiaro e Giuseppe Straccia