15. da Bellinzona

a Tesserete

Comuni attraversati: Bellinzona, Isone.

Difficoltà: ****

Tre sono castelli medievali di Bellinzona, patrimonio mondiale dell’umanità dell'UNESCO. Castelgrande, Montebello e Sasso Corbaro furono innalzati dai Duchi di Milano, attorno al '400, per impedire ai Confederati svizzeri di avanzare verso sud. Bellinzona era infatti in una posizione strategica all'incrocio delle vie alpine tra nord e sud (San Gottardo, Lucomagno, San Bernardino, Novena).

Nel XVI secolo descrivendo la strada e passo del San Jorio, Leonardo da Vinci nel Codice Atlantico ne fa un accenno: "... le montagne di Lecco e di Gravidonia, inverso Bellinzona ...", lasciando il dubbio che possa averla percorsa e vi sia giunto magari di passaggio.

L'influsso esercitato dall'arte di Leonardo nel Ticino è attestato con particolare evidenza dalle rappresentazioni dell'Ultima cena ispirate al Cenacolo vinciano presenti a Ponte Capriasca (opera di Cesare da Sesto), a Lugano (Bernardino Luini) e a Novazzano (Giovan Battista Tarilli).