Vietato Non Toccare

Questo è il sito web dedicato al progetto "Vietato non toccare", vincitore del Italian Teacher Prize, della Professoressa Daniela Ferrarello.

Il progetto è in atto presso l'istituto alberghiero "K. Wojtyla" di Catania - Sezione carceraria di Bicocca

GENERALITÀ

Il progetto propone di dotare una sezione scolastica carceraria di strumenti di insegnamento/apprendimento tipici delle scuole “normali”, ovvero libri, materiale di cancelleria, computer, lavagne interattive multimediali … e di realizzare un laboratorio di matematica, centro di formazione.

OBIETTIVI

Obiettivo primario dell’intero progetto è mettere gli studenti detenuti nelle condizioni di essere studenti come tutti gli altri, dunque di avere pari diritti agli studenti delle scuole non speciali. L’obiettivo principale della scuola (trasversale rispetto all’apprendimento delle varie discipline) è quello di formare individui che siano cittadini attivi e nel pieno possesso delle proprie facoltà, quindi individui capaci di prendere decisioni positive per la loro vita e rispettose degli altri. Tale obiettivo deve essere perseguito anche nelle scuole carcerarie, perché i detenuti prendano coscienza di non essere “condannati” ma di avere anche loro, come i ragazzi della scuola, l’opportunità di crescere e migliorare. La dotazione di base (libri, quaderni, di cui in genere gli studenti detenuti sono sprovvisti) e tecnologica (ormai standard nella maggior parte delle scuole) è utile, quindi, non solo per l’apprendimento delle varie discipline, ma per promuovere un senso di uguaglianza rispetto a tutti gli altri studenti. La creazione del laboratorio di matematica ha il duplice obiettivo di migliorare le competenze matematiche (attraverso la didattica laboratoriale) e di migliorare il senso di autoefficacia, poiché i detenuti si troveranno a spiegare agli studenti il funzionamento delle macchine e sperimentare il successo.