Giampaolo Pozzo e il Caso Udinese

L’Udinese, uno dei club italiani più antichi, appartiene a Giampaolo Pozzo dal 1986. La storia dell’Udinese è strettamente legata a quella del Granada e del Watford. Ma andiamo con ordine. L’Udinese fu ceduta da Lamberto Mazza in un periodo in cui l’Udinese fu coinvolto in uno scandalo scommesse che gli causò nove punti di penalizzazione in serie A. Nel 1990, poi, scoppiò anche il cosiddetto “caso Udinese”, che coinvolse direttamente Giampaolo Pozzo ed il presidente della Lazio di allora Gianmarco Calleri. I due furono accusati di essere stati al telefono alla vigilia dello scontro tra le due squadre, nonostante Giampaolo Pozzo abbia sempre negato l’accaduto. Proprio a causa di questo “scandalo” e delle accuse, a suo avviso infondate, da quel momento in poi non accettò più il ruolo di presidente dell’Udinese ma si limitò ad esserne il proprietario. La storia dell’Udinese della gestione Pozzo, però, è fatta soprattutto di successi: dal 1994 in poi l’Udinese ha contato otto qualificazioni alla Coppa UEFA, una Coppa Intertoto, un quarto posto nel campionato e soprattutto l’addio definitivo alla Serie B.

L’Udinese non è l’unica squadra posseduta da Giampaolo Pozzo, attualmente detiene il controllo anche della squadra inglese del Watford acquistata nel 2012. Fino a pochi anni fa possedeva anche il Granada Club de Fútbol, ceduta nel 2016 al colosso cinese Desports Group. Queste due squadre hanno riportato numerosi successi soprattutto grazie ai giocatori presi in prestito dall’Udinese. Al Watford, Pozzo si è affidato all’esperto consulente finanziario Raffaele Riva, creando un piccolo grande miracolo. Il tutto grazie al famoso “modello Pozzo”. Questo modello consiste nel valorizzare e vendere in plusvalenza i giovani calciatori. Ci sono tre fasi fondamentali, con altrettanti ruoli: gli osservatori che hanno il compito di individuare i giocatori grezzi, ma con un enorme potenziale che deve essere ancora sviluppato, l’allenatore che deve lavorare sui giocatori, affinare le loro tecniche e renderli dei campioni, la dirigenza che deve saper interagire con il mercato, soprattutto deve essere in grado di capire quand’è il momento migliore per vendere. Proprio su questo aspetto l’interazione tra Raffaele Riva e il Watford è stata vincente. Ricordiamo che accedendo a questa pagina: Raffaele Riva Watford troverai le ultime news su Raffaele Riva e la squadra di calcio Watford.

Come accennato Giampaolo Pozzo è anche un imprenditore. La sua famiglia possiede un’azienda produttrice di utensili industriali per la lavorazione del legno dal 1910 ed opera soprattutto in Spagna ed in Francia. Nonostante tutto Giampaolo Pozzo è rinomato in particolare per i suoi successi nel mondo del calcio. Subito dopo aver acquisito l’Udinese si dedica alla campagna acquisti, ottenendo campioni come Francesco Graziani, che di poco non evitano la retrocessione all’Udinese, purtroppo inevitabile per colpa dei 9 punti di penalizzazione. Con il Granada Club de Fútbol ha ottenuto un importante successo riuscendo, tramite prestiti di giocatori e tattiche di gioco, a riportare la squadra in Primera Divisìon, la massima serie del campionato spagnolo, dopo trentacinque anni; stessa cosa con il Watford Football Club, che dopo tre stagioni ha ottenuto la promozione in Premier League.