Home

APQ RICERCA SCIENTIFICA

Rete di laboratori n. 71

MICROlavorazioni Laser e Sensoristica di  Processo per la Produzione di Componenti MeccaTRONICi

(MICROTRONIC)

La rete Microtronic, finanziata dalla Regione Puglia è costituita da tre unità operative: Dipartimento Interateneo di Fisica dell'Università degli Studi di Bari, CNR Istituto di Fotonica e Nanotecnologia, Politecnico di Bari Dipartimento di Meccanica Matematica e Management. E' costituita da un insieme di laboratori ed un team di studiosi con competenze multidisciplinari nel settore delle microlavorazioni e della misura microscopica delle superfici lavorate, per approfondire le potenzialità offerte da diverse tecnologie di produzione ed ottenere micro-forature, micro-fresature (anche 3D), e misure di superfici 3D a livello microscopico. Questa rete di laboratori si rivolge alle esigenze di microlavorazioni e micromisure esistenti in diversi settori applicativi della Meccatronica per i quali esiste un’enorme necessità di micro-strutturare superfici di particolari di una grande varietà di materiali. 


Le strumentazioni di microscopia elettronica, analisi di superficie, profilometria e microscopia a forza atomica, vanno a potenziare e completare i laboratori di caratterizzazione meccanica e metallografica presenti presso il DMMM del Politecnico di Bari, ed il Dipartimento di Fisica dell’Università di Bari e l'Istituto di Fotonica e Nanotecnologia del CNR. 

Nel progetto sono coinvolti altri istituti ed enti di ricerca europei oltre ad alcune aziende leader a livello europeo operanti nei settori della produzione di strutture saldate al laser o dei sensori di processo. Parallelamente alle attività di ricerca industriale appena descritte la strumentazione e le attrezzature del laboratorio saranno utilizzate per eseguire studi di fattibilità e attività di servizio per la micro-lavorazione al laser e caratterizzazione di piccole serie di componenti meccatronici, per conto di industrie pugliesi appartenenti al distretto della meccatronica o comunque operanti nel campo della meccanica di precisione, dell’utensileria o della componentistica auto o per macchinari.


Questa rete di laboratori punta a divenire un’eccellenza nazionale ed internazionale per quanto riguarda queste tecnologie chiave con particolar riferimento alla produzione di componenti per il settore auto motive ed i beni strumentali. Difficilmente altri contesti territoriali potranno raggiungere il livello di know-how che ha sviluppato un tale investimento in strumentazioni ed apparecchiature avanzate. 

Ricadute sul territorio saranno la diffusione della tecnologia di microlavorazione tra le aziende partners del distretto di meccatronica e le altre PMI operanti nei settori appena citati; questo permetterà una riduzione dei tempi e dei costi di produzione contestualmente ad un miglioramento della qualità dei prodotti, incrementando la competitività del sistema produttivo locale traducendosi in una crescita economica della regione. La produzione di nuovi brevetti sui processi e/o sui prodotti di sensoristica per il controllo di processo favorirà inoltre la creazione di nuove imprese ad elevato contenuto tecnologico (spin-off da ricerca), creando così nuovi sbocchi occupazionali per giovani laureati operanti in questo settore.


Video di YouTube





Comments