La classifica delle migliori criptovalute al 2018

Quando si parla di criptovalute è inevitabile citare il “bitcoin”, parola entrata ormai nel linguaggio comune e che è divenuta in breve tempo la rappresentazione di un intero settore: quello delle monete virtuali.

Chi conosce bene il mondo finanziario delle criptovalute però, sa benissimo che il Bitcoin è solamente uno degli attori del sistema ed anzi, è la moneta che meno è cresciuta negli ultimi anni appannaggio di altre valute che si stanno dimostrando ben più “popolari”.

In questo post facciamo una carrellata delle migliori criptovalute attualmente sul mercato, facendoci aiutare da una bella ricerca di Reuters. In questa speciale classifica, pensate, il Bitcoin si posiziona al numero 8, nonostante abbia guadagnato il 1.200%.

Le 10 migliori criptovalute secondo Reuters

10. Iota

Iota è un progetto open-source non minabile, consiste infatti in un token crittografico già distribuito. La moneta è stata fondata nel 2015 da David Sønstebø, Sergey Ivancheglo, Dominik Schiener, e Dr. Serguei Popov. Nel 2017 il progetto ha avuto una capitalizzazione di mercato di oltre 12 miliardi ed il suo valore ad oggi è cresciuto del 450%.

9. Bitcoin Cash

Il Bitcoin Cash è un hard fork del Bitcoin, condivide cioè con il fratello maggiore, il codice e si spinge più avanti con specifiche e proprie caratteristiche. Il Bitcoin cash nasce nell’agosto del 2017 e si distingue dal Bitcoin per la sua velocità ed agilità rendendo più semplici le conversioni in denaro. Attualmente il suo valore di scambio è pari a 2.748 dollari

8. Bitcoin

Senza tornare sulla storia del Bitcoin, oggi ha un valore di scambio di 15 mila dollari.

7. Cardano

Cardano è stata fondata nel 2014 ed è considerata la criptovaluta più sicura al mondo. E’ una piattaforma di contratto simile ad Ethereum e si serve di un’architettura a strati. In brevissimo tempo ha raccolto quote di mercato pari a 18,6 miliardi. E’ in vendita a 0.99 dollari

6. Litecoin

Molto simile al Bitcoin e al suo sistema oggi è in vendita a 250 dollari. Fondato da Charlie Lee nel 2011, il Litecoin nel 2017 è cresciuto del 4.800% nonostante il suo fondatore abbia venduto tutte le monete, per mettere a tacere tutte le voci di speculazione sul suo conto.

5. Ethereum

La prima versione dell’Ethereum compare nel 2015. Si tratta di una piattaforma nata per la creazione e pubblicazione peer-to-peer di contratti intelligenti che possono essere descritti come denaro digitale programmabile. E’ in vendita a 879,91 dollari

4. Dash

Il valore aggiunto di questa piattaforma è che offre transizioni istantanee, viene dunque superato il problema dell’attesa della conferma (come per il Bitcoin che impiega circa 10 minuti). E’ stata lanciata nel 2014 e oggi è in vendita a 1.162,84 dollari.

3. Stellar

In vendita a 0,76 dollari, nel 2017 ha stretto un accordo con IBM. Viene considerata una “criptovaluta sociale”. Nasce infatti nel 2014 con lo scopo di semplificare i passaggi di denaro tra le persone. Il denaro inviato viene processato dal network distribuito e viene convertito nella valuta che occorre a chi riceve il denaro, ad un cambio il più conveniente possibile ed istantaneamente.

2. Nem

Oggi in vendita a 1,27 dollari è una criptovaluta molto comune e testata in Giappone su piattaforma Mijin.

1 Ripple

Lanciato nel 2012, Ripple è un sistema di trasferimento di fondi in tempo reale, è utilizzata anche da molte banche come UBS, Santander e American Express per pagamenti tramite blockchain. E’ in vendita a 2,73 dollari