CLIL

La metodologia CLIL nel Liceo

L’articolo 10 comma 5 del DPR 15 marzo 2010, n. 89 contenente il regolamento recante la revisione dell'assetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei licei, prevede l'insegnamento, in lingua straniera, di una disciplina non linguistica compresa nell’area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell’area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche.

La nota MIUR prot. n. 4969 del 25 luglio 2014 contenente le norme transitorie valevoli dall’a.s. 2014/15 e riguardanti l’avvio in ordinamento dell'insegnamento di discipline non linguistiche (DNL) in lingua straniera secondo la metodologia CLIL ricorda che: "L'acquisizione progressiva dei linguaggi settoriali è guidata dal docente con opportuni raccordi con le altre discipline, linguistiche e d'indirizzo, con approfondimenti sul lessico specifico e sulle particolarità del discorso tecnico, scientifico, economico, e con le attività svolte con la metodologia CLIL" ed auspica la costituzione di veri e propri team CLIL (docente di DNL, docente di lingua straniera, eventuale conversatore di lingua straniera o assistente linguistico), finalizzati allo scambio e al rafforzamento delle reciproche competenze.

Nel Liceo “Banzi Bazoli” di Lecce è stato costituito un TEAM CLIL comprendente un docente di DNL in possesso di titolo universitario sia metodologico che linguistico, un docente di lingua inglese e un docente di Scienze naturali che ha creato una unità di apprendimento con metodologa CLIL di cittadinanza attiva sui “cambiamenti climatici” e che ha condiviso in un apposito cloud con i docenti interessati.

Il collegio dei docenti, infatti, ha stabilito (in coerenza con l’indirizzo del nostro Liceo) che i contenuti veicolati in lingua straniera devono essere prioritariamente di natura scientifica.

In quasi tutte le classi quinte, nel corrente anno scolastico 2019/2020 i docenti di storia e/o di scienze naturali, in possesso del titolo linguistico previsto dalla normativa, svolgeranno la suindicata unità supportati dal docente di lingua inglese curricolare.

Nei casi in cui il docente di scienze e/o storia non possieda il titolo linguistico previsto dalla legge, sarà affiancato in compresenza da un docente di inglese non curricolare (di potenziamento) per un’ora settimanale.

In questo modo sarà possibile coniugare la metodologia CLIL con l’insegnamento di educazione civica avente come oggetto un contenuto di carattere scientifico.