Educazione Civica

Ministero-EC-Stellacci-UFFICIALE.MP4

D.ssa Stellacci - Ministero dell'Istruzione - Indicazioni Educazione Civica.

OBBLIGO COORDINAMENTO DOCENTI DI DIRITTO DELLA CLASSE 

Il video contiene stralcio di intervento, nel corso del quale risponde ad un quesito circa l'obbligatorietà, o meno, dell'assegnazione della funzione di coordinatore di EC al docente di diritto. Se nel consiglio c'è un docente abilitato alle discipline giuridiche ed economiche il coordinamento è obbligatorio.

La questione era peraltro di assoluta chiarezza ad una semplice lettura legislativa; le obiezioni all'automatismo normativo, prerogativa che indica i docenti di diritto per le loro competenze sono incomprensibili ed inaccettabili; maggiormente, per l'importanza della funzione, se trattasi di insegnanti che vantano successo in carriera, rischiando di essere intesi in termini fuorvianti e strumentali.

Giuseppe Mantica

La normativa di riferimento è contenuta nella Legge 92/2019, nel Decreto Ministeriale n. 35/2000 e nelle FAQ del sito del Ministero dell'Istruzione e del Merito, sezione Educazione Civica.

NON E' RAVVISABILE LA RINUNCIA ALL'INCARICO DI COORDINATORE DI EC DA PARTE DEL DOCENTE DI DIRITTO DELLA CLASSE

PALINSESTO EDUCAZIONE CIVICA a.s. 2023/2024

Collegio docenti 5.10.2023 - Contenuti della inter-disciplina e scansioni temporali per corso e divisione dell’a.s.

Ministeriale

Trimestre 2023 novembre uda: 1A 2A 3A 4A 5A

Pentamestre 2024 gennaio e marzo uda 1B 1C 2B 2C 3B 3C 4B 4C 5B 5C

INDICE E CONSIDERAZIONI

1A LE NORME E LO STATO

1B CSSL

1C PRINCIPI DI EDUCAZIONE STRADALE

2A LA COSTITUZIONE

2B SICUREZZA AGENDA 2030 seconde

2C EDUCAZIONE STRADALE

3A STILI DI VITA ALIMENTAZIONE

3B SICUREZZA AGENDA 2030 terze

3C EDUCAZIONE STRADALE

4A DIRITTI DELL’UOMO

4B SICUREZZA AGENDA 2030 quarta

4C PARITA’ DI GENERE

5A LO STATO E LA PARTECIPAZIONE ATTIVA

5B SICUREZZA AGENDA 2030 quinte

5C ORGANISMI INTERNAZIONALI UE ONU NATO

Necessario è rammentare come le valutazioni sugli aspetti cognitivi è solo una parte del risultato didattico dell’educazione civica che mira primariamente alla costruzione della persona, piuttosto che dello studentee del lavoratore, in qualsiasi scuola; in tal senso, ed evitandosi congerie, sono posti a valutazione gli atteggiamenti del ragazzo e le sue abilità (come già approvato) di modo tale che il giudizio finale tenga conto, in modo algebrico, di queste componenti. In tal senso non sono consentiti recuperi meramente cognitivi, se non per l’assenza giustificata nel giorno della prova e per una sola volta. L’attività scolastica in dad non rende facile l’osservazione delle abilità, situazione per la quale lo scorso a.s., è stato opportuno (unitamente ad altre ragioni) procedere senza criteri fiscali. Viceversa, è apparso (ad esempio la presenza e la compostezza nei collegamenti online) possibile e sarà confacente alla configurazione educativa, tener conto degli atteggiamenti dei ragazzi ed eventualmente annotarli sia per trasparenza che per efficacia dell’azione, tanto da avere riflessi (non necessariamente sulla condotta/comportamento) sugli atteggiamenti richiesti quali indici di misurazione per l’educazione civica.

Come lo scorso anno il Collegio Docenti delega il Dirigente Scolastico ed il Referente di Istituto di Educazione Civica alla esecuzione e alle eventuali variazioni che si rendessero necessarie durante l’anno sul palinsesto, compresi i contenuti delle UDA e l’esecuzione delle verifiche dei contenuti. È possibile che alcune attività si svolgano in un più ampio arco temporale e siano poste a verifica nella UDA successiva.

Resta in capo a tutti i docenti la raccolta di elementi sulla valutazione degli atteggiamenti indicatori dell’effettività degli apprendimenti educativi come concretamente applicati nel rapporto con la collettività e con le istituzioni. 

Le verifiche mirate solo alla all’acquisizione dei contenuti sono previste, come nell’a.s. precedente, mediante la somministrazione di domande a risposta multipla (una sola corretta). Come negli anni precedenti, che nell'UDA 1B la prova CSSL valida ai fini del voto di educazione civica è solo la prima. Redazione del core e prove di recupero.

 Molti dei contenuti sono ancora validamente acquisibili dalle video lezioni esistenti nel dedicato canale YouTube della GSuite istituzionale https://www.youtube.com/channel/UCLeKA-IOaCmKTEJ6cON3YnA/videos

RUBRICA DI VALUTAZIONE

CRITERI PER LE CONOSCENZE ED ABILITA’

• Elementi fondamentali delle tematiche indicate dalla Legge n. 92 del 10 agosto 2019 e dalle relative Linee guida:

a) Costituzione

b) Sviluppo sostenibile

c) Cittadinanza digitale

• Pensiero critico nell’accesso delle informazioni compatibilmente con il proprio stato fisico, psicologico, emotivo e culturale

• Risoluzione dei problemi nella vita quotidiana

• Partecipare alle attività della comunità e al processo decisionale

• Accedere ai mezzi di comunicazione, anche digitale, nel rispetto delle regole/norme fondamentali del vivere civile

• Applicare nelle condotte quotidiane i principi di sicurezza, sostenibilità, buona tecnica e salute

CRITERI PER GLI ATTEGGIAMENTI

• Adottare comportamenti coerenti con i doveri previsti dai propri ruoli e compiti

• Partecipare all’attività della comunità scolastica, professionale e della comunità nel rispetto delle regole/ norme,

osservando anche norme di comportamento etico

• Assumere comportamenti nel rispetto delle diversità personali, culturali, di genere

• Mantenere comportamenti e stili di vita rispettosi della sostenibilità, della salvaguardia delle risorse naturali, dei beni

comuni, della salute, del benessere e della sicurezza, anche digitale, propria e altrui

• Interagire positivamente con gli altri, mostrando capacità di negoziazione e di compromesso per il raggiungimento di

obiettivi coerenti con il bene comune

• Rispettare la privacy

Come negli anni precedenti, che nell'UDA 1B la prova CSSL valida ai fini del voto di educazione civica è solo la prima.


**************

PALINSESTO EDUCAZIONE CIVICA a.s. 2023-2024

Collegio docenti 5.10.2023 - Contenuti della inter-disciplina e scansioni temporali per corso e divisione dell’a.s.

IeFP

Trimestre 2023 novembre uda: 1A 2A 3A 4A 5A

Pentamestre 2024 gennaio e marzo uda 1B 1C 2B 2C 3B 3C 4B 4C 

INDICE E CONSIDERAZIONI

1A STILI DI VITA ALIMENTAZIONE

1B CSSL

1C PRINCIPI DI EDUCAZIONE STRADALE 

2A I DIRITTI DELL’UOMO

2B SICUREZZA AGENDA 2030 seconde

2C EDUCAZIONE STRADALE 

3A LE NORME E LO STATO

3B SICUREZZA AGENDA 2030 terze

3C EDUCAZIONE STRADALE

4A LA COSTITUZIONE ORDINAMENTO DELLO STATO

4B SICUREZZA AGENDA 2030 quarta

4C PARITA’ DI GENERE

Necessario è rammentare come le valutazioni sugli aspetti cognitivi è solo una parte del risultato didattico dell’educazione civica che mira primariamente alla costruzione della persona, piuttosto che dello studentee del lavoratore, in qualsiasi scuola; in tal senso, ed evitandosi congerie, sono posti a valutazione gli atteggiamenti del ragazzo e le sue abilità (come già approvato) di modo tale che il giudizio finale tenga conto, in modo algebrico, di queste componenti. In tal senso non sono consentiti recuperi meramente cognitivi, se non per l’assenza giustificata nel giorno della prova e per una sola volta. L’attività scolastica in dad non rende facile l’osservazione delle abilità, situazione per la quale lo scorso a.s., è stato opportuno (unitamente ad altre ragioni) procedere senza criteri fiscali. Viceversa, è apparso (ad esempio la presenza e la compostezza nei collegamenti online) possibile e sarà confacente alla configurazione educativa, tener conto degli atteggiamenti dei ragazzi ed eventualmente annotarli sia per trasparenza che per efficacia dell’azione, tanto da avere riflessi (non necessariamente sulla condotta/comportamento) sugli atteggiamenti richiesti quali indici di misurazione per l’educazione civica.

Come lo scorso anno il Collegio Docenti delega il Dirigente Scolastico ed il Referente di Istituto di Educazione Civica alla esecuzione e alle eventuali variazioni che si rendessero necessarie durante l’anno sul palinsesto, compresi i contenuti delle UDA e l’esecuzione delle verifiche dei contenuti. È possibile che alcune attività si svolgano in un più ampio arco temporale e siano poste a verifica nella UDA successiva.

Resta in capo a tutti i docenti la raccolta di elementi sulla valutazione degli atteggiamenti indicatori dell’effettività degli apprendimenti educativi come concretamente applicati nel rapporto con la collettività e con le istituzioni. 

Le verifiche mirate solo alla all’acquisizione dei contenuti sono previste, come nell’a.s. precedente, mediante la somministrazione di domande a risposta multipla (una sola corretta). Come negli anni precedenti, che nell'UDA 1B la prova CSSL valida ai fini del voto di educazione civica è solo la prima. Redazione del core e prove di recupero.

 Molti dei contenuti sono ancora validamente acquisibili dalle video lezioni esistenti nel dedicato canale YouTube della GSuite istituzionale https://www.youtube.com/channel/UCLeKA-IOaCmKTEJ6cON3YnA/videos

RUBRICA DI VALUTAZIONE

CRITERI PER LE CONOSCENZE ED ABILITA’

• Elementi fondamentali delle tematiche indicate dalla Legge n. 92 del 10 agosto 2019 e dalle relative Linee guida:

a) Costituzione

b) Sviluppo sostenibile

c) Cittadinanza digitale

• Pensiero critico nell’accesso delle informazioni compatibilmente con il proprio stato fisico, psicologico, emotivo e culturale

• Risoluzione dei problemi nella vita quotidiana

• Partecipare alle attività della comunità e al processo decisionale

• Accedere ai mezzi di comunicazione, anche digitale, nel rispetto delle regole/norme fondamentali del vivere civile

• Applicare nelle condotte quotidiane i principi di sicurezza, sostenibilità, buona tecnica e salute

CRITERI PER GLI ATTEGGIAMENTI

• Adottare comportamenti coerenti con i doveri previsti dai propri ruoli e compiti.

• Partecipare all’attività della comunità scolastica, professionale e della comunità nel rispetto delle regole/ norme,

osservando anche norme di comportamento etico.

• Assumere comportamenti nel rispetto delle diversità personali, culturali, di genere.

• Mantenere comportamenti e stili di vita rispettosi della sostenibilità, della salvaguardia delle risorse naturali, dei beni

comuni, della salute, del benessere e della sicurezza, anche digitale, propria e altrui.

• Interagire positivamente con gli altri, mostrando capacità di negoziazione e di compromesso per il raggiungimento di

obiettivi coerenti con il bene comune.

• Rispettare la privacy.

Come negli anni precedenti, che nell'UDA 1B la prova CSSL valida ai fini del voto di educazione civica è solo la prima.

La figura del coordinatore di educazione civica è prevista dalla legge, pertanto a differenza da quella di coordinatore di classe, è istituzionale, e la scuola ha il dovere di assegnarla ad un docente con le indicazioni prioritarie riportate dalla stessa normativa verso il professore di discipline giuridiche della classe, secondariamente ad altri, con vincolo di insegnare nella classe attribuita. La ragione, per solo cenno rivolto a docenti esperti in diritto, o comunque dotati di contratto di lavoro con la P.A. che presuppone competenze minimali della normativa, risiede nelle competenze giuridiche poste a titolo principale dalla stessa legge n. 92/2019 e, in seguito a studi di Commissione ministeriale, declinate nelle linee guida. Non è ravvisabile una rinuncia (nè una delega) all'incarico, che, peraltro, dall'IS Falcone è retribuito con il Fondo di Istituto allo specifico docente.

La stessa normativa prescrive alcuni dei compiti del coordinatore di educazione civica, non derogabili per motivi esterni (assenze  o altre condizioni personali che restano tutelate come per legge), soprattutto in tema di raccordo tra colleghi ed impegno nella distribuzione e raccolta dati dell'intera classe (oltre che di lezione nella competenza di settore); la figura del coordinatore, è il caso proprio in EC di sottolinearlo, ha un valore tipicamente collaborativo verso i colleghi. Esclusivamente nella fase di raccolta e solo se deciso dal consiglio di classe, egli può essere coadiuvato da altri membri che siano consenzienti, in modalità residuali, e senza alcuna imposizione, ma di cui i coadiuvanti diventano responsabili. Nessuna fattispecie può tuttavia comportare, né di fatto né di diritto, una sostituzione o uno svuotamento dei compiti del coordinatore di educazione civica che rimane primariamente responsabile degli adempimenti: sia in corso di anno, che della loro realizzazione in termini di aderenza, in sede di scrutinio, ove la proposta di valutazione va improntata come compendio dei risultati didattici (le prove di conoscenza) e soprattutto dell'osservazione comportamentale sull'alunno. Sotto questo profilo, è confermata la censura del criterio di proporre (attività tipica e non derogabile del coordinatore EC) la mera media aritmetica (peggio ancora se arrotondata per eccesso) dei voti di conoscenze con quelli di comportamento (ex condotta). La valutazione degli atteggiamenti (come da palinsento approvato dal CD) deve riflettere il vero essere alunno/studente/consociato soprattutto in ragione dell'impegno scolastico crescente sull'educazione ed il rispetto, come testimoniato dalla numerose attività di sensibilizzazione conferite ai ragazzi dalle Istituzioni più rappresentative dello Stato (Prefetto, Forze dell'Ordine, Magistratura, dirigenti uffici scolastici e della P.A., docenti di altre istituzioni, associazioni riconosciute) che la scuola ha proposto e propone nella sua offerta formativa.

Il risultato dell'EC è la costruzione di un uomo sociale.

MAIL AD INSEGNANTI DEL 12.6.2024

MANTICA GIUSEPPE <giuseppe.mantica@isfalconegallarate.it> mer 12 giu, 13:13

a Insegnanti, dirigente

Come noto quest'anno scolastico la declinazione della programmazione di educazione civica è stata affidata ai Consigli di classe, nel più ampio rispetto del palinsesto generale.

Pertanto sono gli stessi Cdc che, ritenute le rispettive programmazioni svolte, determinano i core disciplinari per le situazioni di debito.

Non è escluso ricorrere alla formula degli anni precedenti; in particolare lo scorso anno gli studenti con debito dovevano comporre una relazione su quattro video scelti dal sito YouTube tra quelli dedicati alla EC nell'ambito degli argomenti trattati, da inviare per mail al coordinatore EC della propria classe ed al referente d'Istituto (a me ed alla prof.ssa Caimi elisabetta.caimi@isfalconegallarate.it) entro una data che potrebbe essere il 31 luglio 2024; la relazione è condizione di accesso alla prova di recupero (proprio nella sorveglianza comportamentale che si deve porre verso chi rispetta le consegne) che si terrà a fine agosto in sede, e la cui struttura verrà elaborata dal coordinatore di EC della classe sulla base di quanto sopra ritenuto (che potrebbe essere anche con la consueta formula di 20 domande con quattro risposte ciascuna, di cui una sola corretta valida per 0,5 punti) ed il cui esito se sufficiente, almeno 6/10 (quindi dodici risposte corrette) porterà al superamento. Come per le altre discipline le prove di recupero del debito di EC dovranno essere consegnate in segreteria via mail (falcone@isfalconegallarate.it) entro il corrente mese.

GM


MAIL AD INSEGNANTI DEL 25.6.2024

MANTICA GIUSEPPE <giuseppe.mantica@isfalconegallarate.it> mar 25 giu, 20:30

a Insegnanti, dirigente, Ccn: me

Il Dirigente Scolastico conferma, in toto, la mail del 12.6.2024 (recuperi EC), nella quale il referente indica nel Consiglio di classe l'organo decisionale sul recupero del debito EC, chiaramente, con primaria libertà di scelta sulle modalità, non escludendo la possibilità di ricorrere alla struttura dell'anno precedente, anche con prova intermedia.

IL RECUPERO - autonomia didattica

Unico vincolo è posto nell'obiettivo: l'accertamento dell'avvenuto recupero.

La normativa che attende ai debiti scolastici lascia alle scuole ampio margine sulle modalità di espletamento delle procedure da usare. Pertanto, le scuole possono, con libertà di scelta, determinare strumenti per misurare il recupero, fissando i limiti che l'alunno deve raggiungere; espletare prove a fine giugno, a luglio, ad agosto e finanche a settembre (purché prima dell'inizio delle lezioni); stabilire la modalità in forma scritta o orale, come anche in entrambe; strutturare le prove senza vincoli modulari.

Nessuna norma generale impone questo o quel tipo di modalità, meno ancora assimilabile al perento esame di riparazione.

IL DEBITO IN EC - conoscenze ed atteggiamenti

Peculiarità dell'educazione civica è verificare il recupero anche dell'atteggiamento, che peraltro marca i casi più frequenti di sospensione di giudizio. Nell'autonomia didattica della scuola, i Consigli di classe decidono le modalità, misurate sulle programmazioni offerte e le attività effettuate, adottando strumenti di osservazione sull’atteggiamento dell’alunno soggetto a recupero, che non si limitino alla prova scritta o orale (indicatrici delle sole conoscenze) e possano vieppiù scrutare l’essere sociale. L'eventuale assegnazione di compiti e relazioni, proprio in Educazione Civica, da consegnare nel periodo estivo (gli studenti non hanno ferie), è impegno di natura operativa, fattiva, responsabile (non misurabile con una mera verifica sui contenuti) e consente di ravvisare almeno la diligenza (nei registri ci sono numerosissime note di mancate consegne). Struttura (questa dotata di relazione intermedia) efficacemente e linearmente assunta in precedenza e che poteva essere legittimamente posta nel corrente anno; non obbligatoria, ma certamente lecita.

I CONSIGLI DI CLASSE - compiti e funzioni

Come trattato in Collegio Docenti di inizio a.s., per normativa EC, sono i Consigli a declinare, in ragione della classe, la struttura, le modalità, le attività, gli impegni e l’assunzione degli esiti. L’Educazione Civica è entrata a regime, dopo alcuni anni di sperimentazione (durante i quali si è cercato di alleggerire le attività con lezioni ed adempimenti, forse non del tutto intesi e graditi), pertanto è doveroso assegnare impegni, funzioni e responsabilità in capo agli organi indicati dalle norme. E' imprescindibile la programmazione di classe, consegnata dopo i consigli di ottobre agli atti della scuola che rispetta la chiarezza dell’offerta formativa nei confronti degli studenti (quest'anno sono mancate le programmazioni di nove classi), che indica in caso di carenze le modalità di recupero, e che consente una panoramica delle diversità e specificità adottate.

IL COORDINATORE EC

Il Ministero ha ripetutamente chiarito il ruolo del coordinatore di EC e l'obbligatorietà che esso sia il docente di diritto (se facente parte del Consiglio, non delegabile ad altri); senza oneri aggiuntivi, prescrive la legge, ancorché nell' IS Falcone la funzione è retribuita, su proposta del referente di EC.

Proprio con l’Educazione Civica, la scuola (ed in essa, i docenti) mostra vocazione nel costruire la persona che nel suo fare sviluppa il suo essere e converge verso una società sempre migliore; collaborativa, consapevole e responsabile.

Giuseppe Mantica


EDUCAZIONE CIVICA a.s. 2022/2023

CON CORE CURRICULARI UNIFORMI PER LE CLASSE 1,2,3,4 AGLI ALUNNI CON DEBITO estate 2023

Trimestre 2022 settembre ottobre (Prima UDA)

Pentamestre 2023 gennaio (Seconda UDA)

Marzo (Terza UDA)

Ore di riferimento minime: 11 (sincrono online o in presenza, e asincrono) con finali per la verifica.

La proposta unitaria costituisce una agevolazione verso i Consigli di classe, deputati dalla norma alla declinazione del palinsesto ed alla sua attuazione, i video proposti, fattore di omologazione tra classi così diverse, sono una agevolazione per docenti che possono trattarli in classe ed assegnarli in visione, ed una facilitazione per gli studenti che possono più volte rivedere e riascoltare la lezione per un più proficui apprendimento.


UDA 5A VIDEOLEZIONI SU: LA PARTECIPAZIONE ATTIVA (Artt. 1 e 4 Legge 92/’19)

Per le classi quinte in considerazione dell’imminente appuntamento delle elezioni politiche, la scuola ha ritenuto doveroso anticipare ai neo maggiorenni (che voteranno per Camera e Senato) l’UDA che tratta delle maggiori Istituzioni e del ruolo del cittadino che, espressione del popolo, ha il diritto/dovere di costituire la base dell’assetto ordinamentale dello Stato.

I video sono, per ristrettezza di tempo ad avvio a.s., demandati alla responsabile visione degli alunni e possono essere trattati in classe dai docenti oltre all’ora di storia sulla nascita della Costituzione.


INDICE E CONSIDERAZIONI

1A LA SOCIETA’

1B CSSL

1C LE NORME pag. 6 (abstract pag. 11)


2A CITTADINANZA ATTIVA

2B SICUREZZA LAVORO

2C SANI STILI DI VITA pag. 7 (abstract pag. 12)


3A EDUCAZIONE STRADALE

3B AGENDA 2030 PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

3C INTEGRAZIONE SOCIALE pag. 8 (abstract pag. 13)


4A AGENDA 2030 PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

4B DIRITTI DELL’UOMO

4C PARI OPPORTUNITA’ pag. 9 (abstract pag. 14)


5A LA PARTECIPAZIONE ATTIVA

5B COSTITUZIONE E ORGANISMI INTERNAZIONALI UE ONU NATO

5C LO STATO pag. 10 (abstract pag. 15)


Rispetto allo scorso anno (2021/2022) annoto per il corrente a.s. 2022/2023 (approvato nel CD 1.9.2023):

• Anticipazione dell’UDA 5A del trimestre per le classi quinte che sarà svolta ad inizio a.s. per consentire la comprensione del fenomeno di contingenza istituzionale e la preparazione al pensiero politico in vista delle elezioni parlamentari del 25.9.2022; le lezioni sono fornite prevalentemente in video e con stretta attinenza ai principi giuridici senza alcun orientamento all’attualità

• Saranno indicate, con nota separata, le videolezioni di appoggio agli argomenti delle UDA da somministrare con visione autonoma e facenti parte delle ore curriculari

• Come da normativa saranno i Consigli di Classe (stante soprattutto la variegata composizione delle discipline tra i vari indirizzi) a specificare ulteriormente le tematiche, ad individuare i docenti somministratori delle lezioni, a predisporre le verifiche ed a correggerle, tranne per le UDA comuni e rientranti nell’ambito di decisioni d’Istituto (ad es. Educazione stradale, CSSL e UDA 5A)

VIDEO OMOGENEI CONSIGLIATI PER LA TRATTAZIONE IN CLASSE ED A DISTANZA

PRIME (Diritto-Agenda 2030-Digitalizzazione)

 

Educazione Civica Trasversale 1 Legge 92 Insegnamento scuole

https://youtu.be/HM1_XnbiaTk

 

Educazione civica trasversale 3 Stato Cittadino Insegnamento Formazione

https://youtu.be/iF5dJeqgnQA

 

Educazione civica 44 Gerarchia norme

https://youtu.be/ZnI5arIhzr4

 

Educazione Civica 24bis Precetto e Sanzione. La norma, il diritto.

https://youtu.be/KwF9yMg52p0

 

Educazione civica 45 La socialità Uomo Immaginazione Linguaggio Partecipazione

https://youtu.be/Mb4hKun63rA

 

Educazione civica 25 Origini del diritto

https://youtu.be/FnJJfnKLol8

 

Ordinamento giuridico norme organizzazione funzioni EC70

https://youtu.be/z8ekVr1wiQE

 

Educazione civica 11 Ecosostenibilità

https://youtu.be/lHu99ymqg8w

 

Educazione civica 6 Digitale

https://youtu.be/fKuGOOo3cnE

 

Educazione civica trasversale 7 Digitalizzazione

https://youtu.be/MhISjLXdjRM

 

Educazione civica 40 Efficacia della norma nel tempo

https://youtu.be/67y52JEEWxE


SECONDE (Diritto-Salute-Digitale)

 

Repubblica festa 2 giugno voto donne Inno Assemblea Costituzione

https://youtu.be/WMV0HPIamqI

 

Educazione civica 21 struttura Costituzione

https://youtu.be/2ZRZU6T9muk

 

Educazione civica 25 Origini del diritto

https://youtu.be/FnJJfnKLol8

Educazione civica 26 Origini diritto breve storia fino Costituzione XII tavole Magna Charta

https://youtu.be/CshySnLOKlY

 

Educazione Civica 43 Il diritto alla salute Costituzione fondamentale

https://youtu.be/WN1Iu0yc2ak

 

Educazione civica 41 Prima parte Costituzione Diritti Doveri

https://youtu.be/U-y7qdzXsIE

 

Educazione civica 6 Digitale

https://youtu.be/fKuGOOo3cnE

 

Educazione civica trasversale 7 Digitalizzazione

https://youtu.be/MhISjLXdjRM

 

 

TERZE (Educazione Stradale-Agenda 2030-Scienze)

 

ES1 LA STRADA origine incontri socialità scambio popoli

https://youtu.be/2A-scOhfRKY

 

ES2 FUNZIONE DELLA STRADA Natura socialità responsabilità

https://youtu.be/2e1hgisV1Ys

 

ES3 LE PRIME NORME circolazione funzione efficacia

https://youtu.be/6g2m1IDOFoM

 

ES4 COMPORTAMENTI pericolosità

https://youtu.be/r5CT-p40_Hc

 

ES5 Regole di viabilità: circolazione e pericoli della strada

https://youtu.be/AaTDBSC-pJ4

 

ES6 I PERICOLI DELLA STRADA Pericoli Pioggia neve ghiaccio nebbia Distrazioni cellulare. Eccesso velocità

https://youtu.be/p9Qc5Kj8ZUc

 

ES7 LE REGOLE segnaletica sanzioni sinistri

https://youtu.be/B2TMeHdBIYI

 

ES8 I FENOMENI DELLA GUIDA Infrazioni Arroganza Fretta Nervosismo Esibizione

https://youtu.be/JTvq3vf57nI

 

ES9 EFFETTI DI NORME E SANZIONE (multa contravvenzione)

https://youtu.be/xFB3EK_INxM

 

ES10 LE RESPONSABILITA’ AMMINISTRATIVE CIVILI E PENALI

https://youtu.be/wy4xMn1Ku_Q

 

ES11 IL RISARCIMENTO NEI SINISTRI STRADALI

https://youtu.be/0VO_t3yf8l8

 

ES12 CODICE DELLA STRADA e regolamento esecuzione attuazione limiti velocità

https://youtu.be/rWluivRuy0k

 

Educazione Stradale 13 Utenti deboli della strada Ciclisti Pedoni Monopattini Biciclette

https://youtu.be/AKjl1tFaWZ0

 

Educazione Stradale 14 Compito di realtà Incidente simulazione sinistro

https://youtu.be/0ASBeGU9eBo

 

Educazione civica stradale 15 Crash test simulazione incidente Sondrio

https://youtu.be/cvmw9Pc4igU

 

Educazione civica stradale 16 Interventi vigili ed ambulanza

https://youtu.be/HZpiqf_2YQE

 

Educazione stradale 17 Gallarate Incidente Simulato

https://youtu.be/yfW8W6_ky7o

 

Monopattini Assessore De Corato ES18

https://youtu.be/l59kCj9UNZY

 

Monopattini Sicurezza Lombardia ES19 Dipartimento Regione

https://youtu.be/nmOv3Tte1O4

 

Educazione civica trasversale 5 Legge 92 Scuola Agenda 2030 Digitale

https://youtu.be/2ZxgUN9W_P4

 

Educazione civica 8 Agenda 2030 Scienza ambiente

https://youtu.be/b4LHUO7WDAE

 

Educazione civica 9 Agenda 2030 primi obiettivi

https://youtu.be/zAslqRZKyHQ

 

Educazione civica 10 Agenda 2030 Qualità nell'insegnamento

https://youtu.be/QyZ9H7I4VDg

 

Educazione civica 11 Ecosostenibilità

https://youtu.be/lHu99ymqg8w

 

Educazione civica 12 I tanti obiettivi dell'ONU Agenda 2030

https://youtu.be/brzfnPO-p2E

 

Educazione civica 13 La priorità delle scienze. I fondamenti del diritto

https://youtu.be/ThZ4r8Ez0lw

 


QUARTE (Scienze-Diritti umani-Libertà-Dignità)

 

Educazione civica 8 Agenda 2030 Scienza ambiente

https://youtu.be/b4LHUO7WDAE

 

Educazione civica 11 Ecosostenibilità

https://youtu.be/lHu99ymqg8w

 

Educazione Civica 31 ONU Dichiarazione Universale dei diritti dell'Uomo

https://youtu.be/QixlW9mO-dg

 

Educazione civica 47 Libertà e limitazioni articolo 13 Costituzione

https://youtu.be/4yOjVs1XBjg

 

Educazione civica 58 Funzione della pena Beccaria Carceri

https://youtu.be/7gPEn3Ivvh8

 

Educazione Civica 48 Breve storia diritti fondamentali dell'uomo Dignità

https://youtu.be/W4aMwwnKur8

 

Educazione civica 46 Dignità Tortura Processo Diritti Umani

https://youtu.be/odRaeqcvbsU

 

 

QUINTE (Organi Stato-Parlamento-Elezioni-Doveri)

 

Repubblica festa 2 giugno voto donne Inno Assemblea Costituzione

https://youtu.be/WMV0HPIamqI

 

Elezioni anticipate, Rapporti con Governo, Presidente della Repubblica, il popolo, il diritto politico di voto, la scelta politica, legislatura, educazione civica EC81

https://youtu.be/DXpYQQHs5D0

 

Elezioni anticipate Crisi caduta Governo Fiducia Camere EC82

https://youtu.be/Mi67-6j-OHc

 

Partiti politici previsti nella Costituzione Elezioni Educazione civica 83

https://youtu.be/YCVgd0HMklU

 

Politica concetto significato definizione funzioni scelte voto elezioni spiegazione EC84

https://youtu.be/golgdFzaIkY

 

Politica concetto essenza nozione opere attività scelte spiegazione significato EC85

https://youtu.be/mT7oXnumiVU

 

Politica Programmi elettorali Concetto Poteri Limiti Obiettivi EC86

https://youtu.be/3buub2cvxK8

 

Sistemi elettorali Status Parlamentare Mandato Immunità Rappresenta Nazione EC87

https://youtu.be/UYtgzSUEQLQ

 

Storia della propaganda elettorale Manifesti Pubblicità Comizi EC88

https://youtu.be/UAocGZ8Sj3E

 

Voto 18enni Senato Maggiorenni Sistema elettorale misto Interno Viminale Seggi EC89

https://youtu.be/l3TvW7Ahs-k

 

Nuovo Parlamento Voto Maggiorenni Senato Camera Elezioni Funzioni Interrogazione Interpellanza EC90

https://youtu.be/mUluzosw5NA

 

Educazione civica 30 ONU Nazioni Unite Consiglio Segretario Assemblea

https://youtu.be/Wf6-MDrv3us

 

Governo, formazione nomina giuramento

https://youtu.be/aISnd7gP2kE

 

Ministri e Governo

https://youtu.be/zlWCbzs5beI

 

Governo Palazzo Chigi Decreti Esecutivo ambienti sale stanze EC91

https://youtu.be/5k214cl0ZcE

 

Funzioni Presidente Repubblica EC79

https://youtu.be/PJFK3BcvDi8

 

Elezione Presidente della Repubblica EC77

https://youtu.be/6LKq-AiqYfM

 

Quirinale Presidente Repubblica Colle Palazzo EC 78

https://youtu.be/yL-hiFzIE2s

 

Magistratura nella Costituzione Educazione civica 67 Giustizia

https://youtu.be/_3Bp5mtXbVc

 

Magistratura Potere Giudici

https://youtu.be/GrOFxnM2s2k

 

Educazione Civica 64 Autonomie locali Regioni Province Comuni

https://youtu.be/8zHac96tsvo

 

Educazione civica 49 Spesa pubblica Tributi Art. 53 Costituzione

https://youtu.be/XZaAoU-F4UM

 

Repubblica festa 2 giugno voto donne Inno Assemblea Costituzione

https://youtu.be/WMV0HPIamqI

 

 


RECUPERO DEL DEBITO DI EDUCAZIONE CIVICA A.S. 2021/2022

Disposizione analitica delle prove di recupero per i Consigli di Classe

Come illustrato in CD e nelle corrispondenze il recupero dei debiti di EC avrà luogo in due fasi; una prima che assegna all'alunno il compito di produrre una relazione, la cui consegna tempestiva ed esito positivo darà accesso alla seconda fase, con ordinaria prova scritta da eseguire in Istituto secondo il calendario dei recuperi di agosto.

1) Per quanto riguarda la relazione essa va redatta sugli argomenti contenuti in almeno 4 dei video proposti nel prospetto allegato; si tratta di video con elementi comuni per tutte le classi sui fondamenti della legge 92; è fase a distanza che quindi non prevede presenza in loco né per la visione né per l'elaborato che infatti va inviato per mail entro il termine PERENTORIO del 20 luglio al coordinatore di EC ed a me quale referente; invito a far porre agli studenti decisa attenzione alla data che è distante oltre un mese dall'assegnazione del debito e che segnalerà l'elemento di atteggiamento che è uno dei cardini di EC; in mancanza del quale il debito si riterrà NON RECUPERATO. La consegna il giorno successivo, ed oltre, anche se proposta per dichiarate difficoltà di linea/tecniche dell'ultimo giorno NON sarà giustificata. Questo elemento misura la diligenza dell'adempimento.

2) Superata la prima fase con la consegna entro i termini ed un primo giudizio di sufficiente della relazione, gli studenti saranno ammessi all'esame a scuola su una prova su una prova che il consiglio di classe preparerà fondata sulle matere indicate nei rispettivi prospetti per classe, come esposto in CD. La correzione sarà compito dei docenti formulanti comportando un voto decimale con soglia dei 6/10 per il superamento. I coordinatori di EC produrranno la prova consegnandola (come le altre materie) entro il 20 giugno presso la segreteria della Presidenza ed inviandola per mail, chiaramente con riserbo.

Allego i prospetti separati delle classi da far avere agli alunni con debito; all'interno i video sono direttamente accessibili cliccando sul nome essendo dotati di collegamento ipertestuale. Segnalatemi per iscritto eventuali disservizi sui video.

 

Per 1AP, 1APF, 1ARI, 1ARP, 1ARS, 1BP, 1BPF, 1CP, 1DP, 1EP, 1FP, 2ARP, 2ARS

ai coordinatori di classe e di EC del biennio regionale IeFP e delle prime professionali:

gli alunni che riportano l'insufficienza in EC, non essendoci debiti a fine agosto ma promozione in classe seconda con carenze formative, dovranno visionare 4 video e fare la relazione da inviare via mail sempre entro il 20 luglio.

Il Consiglio quindi non dovrà preparare la prova di agosto ed il coordinatore di EC non dovrà produrla agli atti della scuola.

Poi a settembre gli alunni che hanno riportato carenza formativa saranno assegnati al corso di recupero di EC (come per le altre materie); alla fine del corso il test che verrà preparato dal docente preposto al corso stesso. La valutazione del percorso di recupero terrà conto (1) della tempestività e dei (2) contenuti della relazione, (3) dell'esito del test e (4) dell'atteggiamento dell'alunno durante il corso.

Le indicazioni di argomenti e video, per i docenti, sono contenute nella mail del 3.6.2022 h17:24, e per il biennio regionale e le classi prime del professionale nella mail del 5.6.2022 h7:05; oltre che nelle news del sito.

Panoramica del corso AS 2021 2022

Il progetto educativo di Educazione Civica fa riferimento a:

EC 2021 2022 mesi.pdf
EC 2020.pdf

Referente d' Istituto per l' Educazione Civica

Giuseppe Mantica, docente di diritto presso l'IS Giovanni Falcone di Gallarate, Avvocato Cassazionista, Giornalista Nazionale e divulgatore Youtuber nel suo canale

https://www.youtube.com/channel/UCLeKA-IOaCmKTEJ6cON3YnA/videos 

dove sono pubblicati 200 videolezioni di diritto ed economia, educazione civica ed educazione stradale

Governo

Palazzo Chigi

Giuramento Governo

Consultazioni PdR

LINK DEL SITO PRECEDENTE OVE SONO DISPONIBILI MATERIALI

Domande?

Contatta il referente del progetto all'indirizzo

giuseppe.mantica@isfalconegallarate.it

avvmantica@iol.it

per ulteriori informazioni sul progetto