Approccio Montessori adattato agli anziani Fragili con disturbi cognitivi

Realizzato con successo il Webinar del Prof. Cameron Camp il 4 dicembre 2020

In questo webinar è stato illustrato l'approccio Montessori adatto alle persone con demenza e mostrate le basi scientifiche di questa diversa visione del sostegno agli anziani, con un approccio profondamente umanistico e basato sui principi e strumenti risultati da importanti ricerche in psicologia, gerontologia e attività rieducativa.






Il Webinar sarà replicato live

nel mese di febbraio 2021.


Tutte le persone che hanno pagato e non hanno avuto la possibilità di assistere all'intero webinar di dicembre, saranno accolte gratuitamente alla replica di febbraio 2021.


Programma del Webinar

17:00 Background e panoramica dell'approccio basato su Montessori per fornire un nuovo modello di cura della memoria per le persone fragili

18:00 Quali ricerche hanno valutato l’impatto dell’approccio Montessori?

19:00 Discussione e domande

Temi trattati:

- Gli attuali modelli di cura e la necessità di un cambiamento culturale

- Dimostrazioni di come l'approccio basato su Montessori renda realizzabile e sostenibile l'assistenza centrata sulla persona

- La demenza come disabilità e non come malattia

- Come consentire alle persone con demenza di impegnarsi in attività personali significative durante il giorno

- Perché usare Montessori per coinvolgere le persone con demenza in attività significative e utilizzare le capacità esistenti

- Metodi per creare ambienti sociali e fisici di supporto per l'indipendenza e un coinvolgimento significativo

- Dalle basi scientifiche alla valutazione d'impatto


Il prof. Cameron Camp

direttore del Centro di Ricerca Applicata alla Demenza (Stati Uniti)

e ideatore del “Montessori Based Dementia Programming”

terrà la conferenza in Webinar

in febbraio 2021 (giorno da definire) ore 17:00 - 20:00

(traduzione in italiano)

Spot Cameron.mp4

Le condizione per il successo di questo approccio per gli anziani sono:

  1. rispetto per il ritmo delle specificità individuali,

  2. promuovere l'uguaglianza nelle relazioni con gli altri

  3. riconoscimento delle capacità conservate

"Le persone con demenza sono stigmatizzate, isolate, messi da parte e separati della società. Ma dobbiamo considerare le persone con la malattia di Alzheimer, o tutte le altre forme di demenza, come persone con disabilità. Alle persone con difficoltà di mobilità si fornisce una rampa per avere accesso al loro ambiente. Dobbiamo costruire le "rampe cognitive" per dare la possibilità alle persone con demenza la stessa considerazione. Usando un approccio Montessori possiamo capire come si fa." Cameron Camp