Il progetto "dipArte – arte in rete" prevede la creazione e la condivisione di materiale didattico in formato digitale relativo al programma, generalmente svolto nelle classi dei licei scientifico e classico, di disegno tecnico e storia dell’arte. Tale materiale è accessibile a tutti per semplificare, integrare o ampliare il contenuto dei libri di testo, allo scopo di indirizzare la curiosità degli alunni, migliorare il rendimento, sviluppare l’interesse e fornire loro un'alternativa di apprendimento. Il sito, creato nell'anno scolastico 2016/2017, con progetto del Prof. Paolo Mazzoli e l'adesione della Prof.ssa Sonia Giannella, è pensato per coprire progressivamente il programma dell'intero quinquennio ed è in continuo aggiornamento.

La collaborazione con la Prof.ssa Sonia Giannella prosegue anche nel presente anno scolastico pur essendo la collega trasferita in altro Istituto dall'a.s. 2017/2018.

dipArte

Questo sito ha uno scopo puramente didattico e divulgativo. Non avendo finalità di lucro non presenta banner pubblicitari di alcun genere.

Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all’interno del sito stesso. Lo stesso dicasi per i siti che eventualmente forniscano dei link alle risorse qui contenute.

Le immagini inserite nei post non sono opere degli autori del sito (tranne dove espressamente dichiarato) né sono di loro proprietà. Tali immagini vengono pubblicate in forma degradata e, coerentemente con le finalità del sito, senza fine alcuno di lucro, per scopi esclusivamente didattici, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.

Tuttavia, qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la relativa rimozione all'e-mail diparte.arteinrete@gmail.com

novità

Per sentirCir meglio

L’idea progettuale ha previsto un intervento per la corretta diffusione sonora, attraverso l’applicazione di pannelli fonoassorbenti ad alta efficienza, e fornito agli allievi l’occasione di essere parte attiva del cambiamento delle aule, per trasformare l’ambiente di apprendimento, manifestando le proprie passioni, e vivere le ore scolastiche con le immagini di quegli artisti che rappresentano un esempio ed uno stimolo al miglioramento continuo. Nello specifico, i pannelli sono diventati arredo delle aule, creando un percorso grafico attraverso l’espressione pratica della creatività degli studenti finalizzato allo sviluppo della curiositas dei giovani e di tutti coloro che frequentano i locali dell’Istituto, nonché occasione per dare rilievo all’espressione artistica dei molti allievi che coltivano le arti figurative come passione privata ed “extracurricolare”. Il progetto figurativo ha sviluppato diversi temi con varie modalità. Alcuni alunni hanno rappresentato copertine di album, volti di musicisti e cantanti contemporanei, da De Andre a Guccini, dai Beatles ai Pink Floyd, che hanno rappresentato riferimenti e segnato momenti significativi delle generazioni immediatamente precedenti, altri, ispirandosi all’opera e agli scritti di grandi maestri della pittura del XX secolo, da Kandiskij a Mirò, hanno messo in relazione la composizione musicale con quella pittorica perseguendo con forme e colori un’armonia finalizzata a creare un luogo favorevole al benessere mentale e fisico in cui alunni, docenti e genitori possano trovare gradevole lavorare, studiare ed incontrarsi anche fuori dall’orario delle lezioni. Tutto questo nella prospettiva di un diverso concetto di “scuola”, meno burocratico e più aperto al confronto: una piazza di scambio culturale all’interno della quale adulti e giovani cooperano al progresso proprio e dell’istituto.

La scuola siamo noi

Il video è stato realizzato dalla classe 1G agrario (anno 2018-2019) coordinata dai prof. Mazzoni Lucia e Daniele Boni, nell'ambito del Progetto Liguria Digitale. E' stato presentato a Genova presso il salone Orientamenti e in seguito presso il Cinema Moderno di Sarzana. Si tratta di un video motivazionale in cui sono i ragazzi a motivare i propri coetanei; come dal titolo "La Scuola Siamo Noi", la trama si sviluppa nella presa di consapevolezza di un'alunna che un pomeriggio, trovando una porta lasciata aperta, riesce ad entrare assieme ad alcuni compagni nella scuola incustodita e deserta. La desolazione del vuoto è mancanza dell'anima della scuola stessa. Per prepararsi alla realizzazione del video gli studenti hanno partecipato a incontri con il regista Michele Baldassari, con l'attore Giovanni Beretta e con il Talent Garden di Sarzana.

  • 13/09/2019 - Il dipartimento di arte dell'I.I.S.S. Parentucelli Arzelà di Sarzana (SP) ha deliberato confermando le griglie di valutazione di disegno tecnico e storia dell'arte già adottate lo scorso anno scolastico