EDUS

Educazione e Sviluppo ONLUS

EDUS è un’associazione senza scopo di lucro costituita il 18 febbraio 1993, iscritta all’Albo Provinciale Associazioni di volontariato della Provincia Autonoma di Trento con decreto n. 19 di data 30/10/97 rinnovato con Determinazione del Dirigente n.187 di data 06 maggio 2014.

Dall’ 8 maggio 2003 l’associazione ha ottenuto la personalità giuridica è stata iscritta al n°13 del registro depositato presso il Commissariato del Governo della Provincia di Trento.

EDUS è socio della fondazione AVSI e aderisce al network AVSI INTERNATIONAL del quale fanno parte 60 fra associazioni e ONG di paesi europei, africani, latinoamericani. Una rete informale di soggetti del privato sociale che in modo sistematico collaborano per la realizzazione di progetti, per la riflessione comune sulle problematiche dello sviluppo, per condividere metodi ed esperienze. Il network comprende soci fondatori e soci partecipanti di AVSI, ma anche partner.

EDUS opera prevalentemente nei settori della formazione scolastica, professionale e dell'assistenza sociale, privilegiando gli interventi a favore dell'infanzia e dell’adolescenza. L’associazione ha una struttura organizzativa che si avvale di collaboratori e volontari, conta circa 50 soci e dispone di 100 referenti territoriali e volontari che prestano gratuitamente tempo e risorse.

Ad oggi ha realizzato più di 60 progetti di cooperazione.

Attualmente opera prevalentemente in Brasile, Sierra Leone, Nigeria e Mozambico.

EDUS è attiva per la realizzazione di progetti di cooperazione internazionale prevalentemente nei seguenti ambiti:

Ambito socio-educativo

Le principali azioni realizzate all’interno di questi progetti sono:

  • accoglienza ed integrazione in famiglia di bambini in stato di abbandono, di bambini orfani a causa di AIDS o vittime–a vario titolo-di guerre;
  • educazione per bambini con scarso successo a scuola e a rischio di abbandono scolastico;
  • integrazione sociale, in particolare di bambini con disturbi della personalità, difficoltà di socializzazione e apprendimento;
  • intervento sanitario e psico-sociale, in particolare per bambini sieropositivi, con AIDS/HIV, con handicap, con disturbi di comportamento;
  • recupero nutrizionale.

Tutti gli interventi a favore di bambini coinvolgono anche le loro famiglie, spesso destrutturate e in gravi difficoltà, ma, comunque,punto di riferimento essenziale per i volontari che condividono con loro un percorso educativo.

Sviluppo urbano

Gli interventi in aree urbane informali comprendono una serie di azioni integrate:

  • la regolarizzazione fondiaria e la concessione del titolo di proprietà, in collaborazione con le autorità locali;
  • l'urbanizzazione ed il risanamento ambientale (rete viaria, accesso ai servizi di acqua potabile, fognatura, smaltimento rifiuti, ecc.);
  • l'aiuto al miglioramento delle abitazioni;
  • la creazione e l’accesso ai servizi educativi e sanitari fondamentali (asili, scuole, centri ricreativi, posti di salute, ecc.);
  • azioni per lo sviluppo delle capacità professionali e accesso al lavoro.

Prevenzione e tutela della salute

Si tratta di interventi di medicina territoriale preventiva e curativa attraverso:

  • la creazione o riabilitazione di infrastrutture quali ospedali,centri sanitari, ambulatori per disabili, laboratori per la produzione di ausili ortopedici;
  • la riorganizzazione funzionale dei servizi e loro integrazione territoriale;
  • la formazione e la riqualificazione di personale medico e paramedico;
  • l’educazione igienico-sanitaria a vari livelli.

Formazione professionale e sviluppo delle piccole e medie imprese

Poiché non esiste sviluppo senza lavoro, molti sono gli interventi EDUS per favorire la formazione a vari livelli, l’avvio e lo sviluppo di attività produttive per migliore la qualità di vita e il reddito,soprattutto dei giovani:• istituzione e supporto di centri di formazione professionale e di riqualificazione e aggiornamento tecnico, formazione di base (operai specializzati), scuole tecniche (per fisioterapisti, agricole, scuole-lavoro per giovani);

  • formazione universitaria e post universitaria;
  • costituzione di microimprese e cooperative, attraverso assistenza
  • tecnica e microcredito;
  • aiuto all’inserimento nel mercato del lavoro.

Agricoltura e ambiente

I programmi del settore comprendono:

  • interventi di sviluppo rurale finalizzati alla riduzione della fame;
  • progetti agro-zootecnici;
  • progetti di protezione ambientale (sistemazione idrogeologiche, riforestazione, etc..);
  • centri di assistenza tecnica e di servizio ai produttori mediante la valorizzazione e il miglioramento eco-compatibile delle tecniche tradizionali, in vista dell’incremento della produttività e della qualità;
  • supporto a forme associate di produttori per risparmi nell’approvvigionamento degli input e per creare valore aggiunto mediante la lavorazione, trasformazione e vendita dei prodotti.

Aiuto umanitario di emergenza

Pur non essendo specializzata in questo settore, EDUS promuove campagne di raccolta fondi per situazioni di emergenza