Trame d'Estate Festival


Palazzo Mediceo Patrimonio Unesco

Seravezza - Lucca

Incontri fra letteratura e giornalismo

- IX edizione -

Vi aspettiamo dal 19 al 22 agosto 2021

A seguito del perdurare della pandemia in corso da Covid-19 si richiede cortesemente al nostro pubblico di prenotarsi e di presentarsi al banco di accesso muniti di green pass (o di tampone molecolare effettuato nelle 24 h precedenti all'accesso all'area spettacolo).

Ricordiamo che i minori di anni 12 sono esonerati dall'obbligo di green pass.

Vi ringraziamo per la collaborazione.

Leggi tutte le informazioni per richiedere il green pass

Leggi il comunicato stampa n.30 del 22 luglio 2021 diramato dal Consiglio dei Ministri

Nella splendida cornice del Palazzo Mediceo di Seravezza,
dal 2011, sfilano i grandi nomi della critica,
del giornalismo e della narrativa

Segui il nostro canale YouTube con le video interviste ai nostri ospiti

Il festival Trame d'Estate
nel 2018 ha ottenuto il riconoscimento MIBACT/UE di Anno Europeo del Patrimonio Culturale

Un festival plurale, ricco di voci,
proiettato lungo diverse direttrici tematiche

Antonio Padellaro, ospite dell'edizione 2019

A seguito del perdurare della pandemia in corso da Covid-19 si richiede cortesemente al nostro pubblico di prenotarsi e di presentarsi al banco di accesso muniti di green pass (o di tampone molecolare effettuato nelle 24 h precedenti all'accesso all'area spettacolo). Ricordiamo che i minori di anni 12 sono esonerati dall'obbligo di green pass.
Vi ringraziamo per la collaborazione.

Leggi tutte le informazioni per richiedere il green pass

Leggi il comunicato stampa n.30 del 22 luglio 2021 diramato dal Consiglio dei Ministri

La sede di Trame d'Estate

Palazzo Mediceo, Patrimonio Unesco

Viale Leonetto Amadei
(già Via del Palazzo, 358)

Seravezza - Lucca

La Villa Medicea di Seravezza, è un complesso architettonico costituito dal Palazzo, le Scuderie, la Cappellina e il giardino. Presenta caratteristiche e funzioni diverse rispetto alle altre Ville Medicee toscane; infatti allo sfarzo degli interni e degli esterni, la Villa di Seravezza contrappone un’estrema semplicità. Si tratta di una scelta stilistica legata probabilmente alla sua funzione: non era concepita come una vera e propria dimora, ma come una casa o casino. L’edifico principale del complesso mediceo è il Palazzo costruito tra il 1561 e il 1565 per volere di Cosimo I de’ Medici, Granduca di Toscana, come residenza temporanea durante le frequenti visite alle cave di marmo e alle miniere di argento. Rimase per molti anni la residenza estiva dei Medici e successivamente degli Asburgo-Lorena e di altre famiglie nobili toscane fino all’Unità d'Italia, quando il palazzo divenne sede del Municipio e tale rimase fino al 1967. Riconosciuto nel 2013 Patrimonio Mondiale dell’Umanità e inserito nel sito seriale delle “Ville e Giardini Medicei della Toscana”, è oggi un polo culturale dove si svolgono importanti esposizioni d’arte e di fotografia e rassegne teatrali, è sede del Museo del Lavoro e delle Tradizioni Popolari della Versilia Storica, della Biblioteca Comunale e dell’Archivio Storico.