Progetto Officina STEM

Corso di formazione realizzato con il contributo del Dipartimento per le Pari Opportunità, nell’ambito dell’avviso "In Estate si imparano le STEM" II Edizione

Campi Estivi di scienze, matematica, informatica e coding

Istituto Comprensivo “Michele Purrello” San Gregorio di Catania

Circolo Didattico “Mario Rapisardi” Catania

Anno Scolastico 2018-2019

Il progetto “Officina STEM”, articolato in due annualità, è un corso di formazione realizzato con il contributo del Dipartimento per le Pari Opportunità, nell’ambito dell’avviso "In estate si imparano le STEM - II Edizione". La prima annualità si svolta dal 4 al 10 settembre 2018 presso l’Istituto Comprensivo “Michele Purrello” di San Gregorio di Catania ed il Circolo Didattico “Mario Rapisardi” di Catania ed è stato rivolto a 50 allievi, in maggioranza di genere femminile, delle classi terze, quarte e quinte di scuola primaria.

Il progetto, nato dalla costante sinergia tra i due istituti, costituitisi in rete dallo scorso anno, in occasione della prima edizione dell'avviso, in collaborazione con l’Associazione di Promozione Sociale “Palestra per la Mente”, ha inteso proseguire un’iniziativa interamente rivolta al digitale, che ha permesso di promuovere e sviluppare una didattica attiva, sotto forma di attività laboratoriale, al fine di potenziare le competenze digitali degli alunni di scuola primaria, con particolare riguardo al pensiero computazionale e alla creazione di prodotti digitali, con lo scopo di insegnare le basi della programmazione informatica e di far conoscere la robotica applicata in ambito educativo.

Il principale intento di tale iniziativa è stato quello di contrastare fin dall’ambito formativo gli stereotipi che vedono una presunta scarsa attitudine delle studentesse verso le discipline STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics) che conduce a un divario di genere in questi ambiti.

La prima annualità del progetto, della durata complessiva di 40 ore, si è articolata in due distinti moduli da 20 ore ciascuno, attuati nei due istituti scolastici. L’attività è stata svolta sotto forma di laboratorio tecnologico avanzato in cui imparare attraverso il gioco. Prominente l’adozione delle metodologie relative al “learn by doing” e alla "peer education", che abbattono l’approccio cattedratico a favore della sperimentazione, rendendo fruibile e piacevole per tutti il trascorrere del tempo in aula.

Le lezioni, che hanno registrato ottimi riscontri in termini di partecipazione e interesse da parte degli allievi, sono state condotte da Silvana Costa e Luigi Arancio (I.C. Purrello) e da Francesca Mazzaglia e Alfredo Petralia (C.D. Rapisardi), supportati da Christian Citraro e Carla Toscano, tutor d’aula dei rispettivi istituti.

Coordinatore del progetto è stato Christian Citraro, docente di scuola primaria e componente del Team per l’Innovazione dell'I.C. Purrello.