La nostra storia

Il primo club con social media staff nella storia dello sport

Un'espressione particolare, una definizione originale e bizzarra, è sicuramente però quella che più ci può identificare e caratterizzare.

Non esiste un precedente, non esiste un'altra squadra che sia gestita da uno staff che svolge il proprio ruolo nel club esclusivamene tramite canali social media.

Il tutto è nato per gioco. Siamo ragazzi di Pavia che qualche anno fa, dopo lungo tempo, hanno ripreso a giocare a pallone, seguendo la propria passione e il proprio cuore.

Nel pomeriggio del 27 agosto 2014, quella che consideriamo la nostra data di fondazione, Burro, il nostro attuale numero 4, decide di creare un gruppo whatsapp. Il suo intento è ben definito: riunire gli amici di una vita per tornare a giocare a calcio.

Burro decide di chiamare il gruppo "la partita dei disperati", il modo migliore per definire ragazzi in forma deprecabile, rimasti lontani dai campi di gioco per anni, ormai più detriti che atleti.

Come cambia la vita, come cambiano i significati.

Dopo un paio di anni passati a disputare "partitelle del venerdì" nei campetti di calcetto più disastrati della nostra città, decidiamo di dare una svolta alla situazione e di cominciare a giocare a calcio, quello vero, quello che ci piace, con tiri dalla distanza e lanci lunghi, senza palloni con il rimbalzo controllato o continui tocchi di suola: decidiamo di formare una squadra di calcio a 7; decidiamo di chiamarci iDisperati, nel rispetto della denominazione di Burro, quello che oggi consideriamo essere il disperato originale.

Non solo, decidiamo anche di realizzare una maglia, una divisa, una bandiera, che ci riconduca tutti sotto un unico vessillo, come se fosse la nostra patria, come se fosse la nostra casa.

Il nostro Capitano incontra Roberto Mancini nel novembre del 2017. Decide follemente di portare con sè la nostra maglia per farla firmare a quello che allora era l'allenatore dello Zenit San Pietroburgo.

E' questo il momento che segna l'inizio della nostra nuova, splendida avventura.

Roberto Mancini, simpaticamente colpito dalla voglia del Capitano di fargli autografare la maglia della propria squadra di calcetto si incuriosisce, cerca di capire il motivo di tale richiesta.

La risposta del capitano e della squadra, dopo aver pubblicato la foto sul profilo instagram del club, creato proprio per mostrare questa foto, è univoca, diretta: Mister Mancini, lei è il nostro nuovo allenatore.

Una risposta azzardata, improvvisata, ma anche geniale, simpatica e goliardica, esattamente come noi.

La fortuna aiuta gli audaci, così mister Mancini, lasciandoci sbalorditi risponde PRESENTE.

Potremmo andare avanti ore a tediarvi con il prosieguo del racconto della nostra storia. Sarebbe un piacere per noi, forse troppo noioso per voi.

La cosa migliore per capire è guardare la foto qui sotto e aprire Instagram!