Il progetto FOREST4LIFE è alla sua quarta edizione. E’ promosso dallo storico consorzio di invio di istituti ad indirizzo forestale-agrario di cui fanno parte l’ I.I.S. G. BARUFFI - CEVA di Ormea (Cuneo) – capofila, l’I.I.S. A. DELLA LUCIA di Feltre (BL), l’I.I.S. F. MENEGHINI di Edolo (BS) e l’ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO FANFANI – CAMAITI di Pieve S. Stefano (AR). Questi istituti costituiscono il Coordinamento degli Istituti Forestali italiani; nel rinnovare la proposta progettuale hanno raccolto le istanze provenienti dal settore e dai numerosi partner regionali e nazionali, istituzionali e del mondo del lavoro che sottolineano i dati allarmanti del dissesto idrogeologico dell’Italia e sostengono l’improrogabilità di formare professionisti preparati per prevenire disastri ambientali legati alla fragilità del territorio. Il focus aggiuntivo di progetto riguarda le possibilità date anche dal recupero di antiche varietà di frutta, ortaggi e cereali a sostegno della diversificazione dell'economia locale, come mezzo per contrastare lo spopolamento.

Il progetto è diretto a 54 studenti di area forestale e di formazione agraria, che parteciperanno a cinque settimane di mobilità all’estero al termine del quarto anno di studi, a partire da maggio 2018.

Gli stage saranno effettuati in Repubblica Ceca, Polonia, Slovenia e Regno Unito, Paesi attenti a tutelare il patrimonio forestale e agrotecnico, presso aziende ed enti operanti nel settore boschivo e agrario (tutela, silvicoltura –trasformazione) e dei servizi collegati. La rete estera di accoglienza proviene dalle precedenti esperienze progettuali, e le aziende in cui saranno effettuati i collocamenti hanno per la maggior parte già ospitato partecipanti di questo consorzio.

Il soggiorno prevede una iniziale breve fase di formazione, che integrerà e completerà le attività preparatorie attuate in Italia nei mesi antecedenti la partenza, e il restante periodo in stage a tempo pieno.

La finalità del progetto è di arricchire la professionalità dei learner e di riportare sul territorio idee e proposte, acquisendo un approccio moderno e analitico nell’affrontare problematiche legate alla gestione di questi comparti. I partecipanti approfondiranno inoltre le competenze comunicative in lingua inglese; l’esperienza stimolerà processi di scambio culturale.

Al termine del tirocinio, organizzato con procedure ECVET e integrato nella programmazione didattica e formativa delle scuole ai fini dell’Alternanza Scuola Lavoro, ai partecipanti sarà rilasciato il documento Europass Mobilità.

Il progetto è coordinato da FORTES Impresa sociale di Vicenza - http://www.fortes.it/