Statuto


STATUTO

Titolo I

Disposizioni generali

Art. 1. - È costituita una associazione culturale senza scopo di lucro denominata ArtMusicEvent. L’associazione ha sede in Padova e potrà essere trasferita altrove con decisione del consiglio direttivo. ArtMusicEvent nasce dal disorientamento avvertito dalla comunità culturale e artistica, che si trova senza validi punti di riferimento e, anzi, avverte un diffuso disinteresse da parte delle autorità competenti in materia. L’associazione rappresenta tutti quegli artisti, artigiani, intellettuali, scienziati, addetti ai lavori o semplici interessati che non riescono a trovare possibilità di espressione o spazi entro i quali apprendere, creare, esibire, manifestare, esporre, diffondere e insegnare. ArtMusicEvent vuole operare nel contesto artistico-culturale più ampio possibile occupandosi di e spaziando tra i vari campi: dal giornalismo all’artigianato, dall’informatica alle arti figurative, dalla letteratura alla musica, dai media alle scienze. Anche la sola fruizione od il godimento di opere e cultura vengono tutelati da ArtMusicEvent che crede nella massima condivisione culturale possibile e nella libera espressione per tutti e di tutti.

ArtMusicEvent promuove un sapere e un’arte accessibile a chiunque senza differenze.

Il disinteresse verso le nuove tecnologie informatiche -che possono essere strumento culturale veramente eccezionale- da parte degli organi di competenza appare evidente e ingiustificato. ArtMusicEvent riconosce la situazione e si attiverà per il superamento degli ostacoli che hanno portato a questa situazione.

L’associazione si costituisce come rete e movimento organizzato tra le figure menzionate nell’art. 2.

Art. 2. - L'associazione è apolitica e non ha finalità di lucro poiché essa è esclusivamente finalizzata alla realizzazione dello scopo sociale. Essa si propone di promuovere e favorire in Italia la cultura e le arti anche rappresentando e sostenendo la figura dell'artista, dell'artigiano, dell'intellettuale, dell'uomo di scienze che si riconosca nel documento costitutivo e ne riconosca le finalità.

Sarà preciso scopo dell'associazione trovare gli spazi per soddisfare le esigenze delle figure sopracitate dal processo creativo o produttivo al momento della Fruizione da parte di terzi.

L' associazione cerca spazi dove garantire la possibilità di espressione culturale e artistica.

Uno spazio che possa coprire le esigenze di creazione produzione esibizione diffusione condivisione insegnamento apprendimento di arte e cultura anche attraverso la formazione degli individui.

L'associazione, per soddisfare l'espressione artistica, organizza eventi che permettono il confronto tra creativi e fruitori.

Potranno essere organizzate manifestazioni per la diffusione degli obiettivi dell'associazione.

L'associazione perseguirà gli obiettivi sociali anche attraverso strumenti informatici.

Perciò l'associazione potrà soddisfare gli obiettivi appena descritti con tutte le risorse organizzative a sua disposizione.

Vengono elencate alcune tra le future iniziative ed attività economiche dell'associazione:

-attività di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi e la coltivazione di hobby.

-produzioni cinematografiche e di video.

-distribuzione cinematografiche e di video.

-gestione di sale di proiezione cinematografiche.

-attività radiotelevisive.

-creazioni e interpretazioni nel campo letterario.

-creazioni e interpretazioni nel campo della regia di spettacolo.

-creazioni e interpretazioni nel campo della recitazione.

-creazioni e interpretazioni nel campo della musica.

-creazioni e interpretazioni nel campo della pittura.

-creazioni e interpretazioni nel campo della scultura.

-altre creazioni e interpretazioni artistiche e letterarie.

-attività di conservazione e restauro di opere d' arte.

-gestione di teatro, sale da concerto e altre sale di spettacolo e attività connesse.

-sale da ballo e simili.

-altre attività di intrattenimento e di spettacolo.

L'insieme degli scopi sono premessa inscindibile dello statuto.

Art. 3. - L’ associazione si autofinanzierà attraverso le quote annuali di tesseramento, attraverso i ricavi ottenuti dalle iniziative promosse dall’associazione, attraverso i contributi dei soci e attraverso le produzioni artistiche, culturali, artigianali, scientifiche messi a disposizione dai soci, con eventuali lasciti, sussidi, donazioni e contributi previa accettazione degli organi esecutivi.

L’associazione non può in alcun caso contrarre debiti. La gestione deve basarsi esclusivamente sui flussi di cassa. L’anno finanziario decorre dal primo di Gennaio al 3l Dicembre di ogni anno.

Art. 4. L'associazione potrà collaborare con altri enti per lo sviluppo di iniziative che si inquadrino nei suoi fini. Essa dovrà tuttavia mantenere sempre la più completa indipendenza nei confronti degli organi di governo, delle aziende pubbliche e private, delle organizzazioni sindacali.

a) l'assemblea dei soci; b) il consiglio direttivo; c) il collegio dei revisori dei conti

Le cariche sociali non comportano alcuna retribuzione. Possono essere corrisposti solo rimborsi delle spese effettivamente sostenute entro ì limiti preventivamente concordati secondo le leggi vigenti e deliberati degli organismi sociali competenti.

Art. 5. Gli organi dell'associazione sono:

a) l'assemblea dei soci; b) il consiglio direttivo; c) il collegio dei revisori dei conti

Le cariche sociali non comportano alcuna retribuzione. Possono essere corrisposti solo rimborsi delle spese effettivamente sostenute entro i limiti preventivamente concordati secondo le leggi vigenti e deliberati degli organismi sociali competenti.

Titolo Il

l soci

Art. 6. Possono far parte dell'associazione le persone fisiche e le persone giuridiche, le associazioni, gli enti morali che per la loro attività di lavoro o di studio sono interessate all’attività dell'associazione stessa e condividendo l'oggetto sociale, gli obiettivi l'atto costitutivo e lo statuto sottoscrivono la quota d'iscrizione. I soci sono tenuti al pagamento di una quota annua il cui importo è fissato annualmente dal consiglio direttivo dell’associazione.

Art. 7. I soci si dividono in soci fondatori, soci ordinari e soci sostenitori.

Art. 8. I soci fondatori sono quelli che intervengono all’atto definita nel periodo di sei mesi dalla data di sottoscrizione del presente atto.

Art. 9. - I soci fondatori e ordinari hanno diritto di partecipazione e di voto nell’assemblea dei soci. Essi sono eleggibili alle cariche sociali

Art. 10. 1 soci sostenitori hanno diritto di partecipazione nell'assemblea dei soci.

Art. 11. I soci, per realizzare gli obiettivi dell'associazione svolgono attività a titolo gratuito,

eventualmente in base alle disponibilità di cassa verrà riconosciuto solo il rimborso delle spese preventivamente autorizzate.

Art. 12. - Il valore della quota sociale ordinaria è stabilito annualmente dal consiglio direttivo e può

essere differenziata a seconda delle caratteristiche dei diversi soggetti che si associano.

Art. 13. Le tessere verranno stampate su decisione del consiglio direttivo.

Art. 14. L’iscrizione dei soci avverrà mediante la richiesta alla sede territoriale di una tessera numerata.

Art. 15. - Il socio che intenda recedere dalla associazione deve darne comunicazione con lettera raccomandata 3 mesi prima dello scadere del periodo di tempo per il quale è associato.

Art. 16. La qualifica di socio si perde per dimissioni o per gravi inadempienze; in quest'ultimo caso la radiazione da socio è sottoposta al consiglio direttivo dei soci con diritto di voto a maggioranza dei presenti.

Le eventuali dimissioni da socio non esimono da obblighi finanziari assunti per l'anno in corso.

Titolo lll

L'assemblea dei soci

Art. 17. L' assemblea dei soci può essere ordinaria e straordinaria; essa potrà essere convocata e potrà riunirsi anche in luogo diverso da quello della sede sociale.

Art. 18. L’assemblea ordinaria dei soci, convocata su delibera del consiglio direttivo non meno di 20 giorni prima di quello fissato per l'adunanza, si riunisce località da indicarsi nell'avviso di nel primo semestre di ogni anno, per provvedere e per deliberare sul rendiconto finanziario, sullo stato patrimoniale e su tutti gli altri argomenti di carattere generale iscritti all'ordine del giorno per iniziativa del consiglio direttivo ovvero su richiesta di almeno un terzo dei soci.

La data e l'ordine del giorno dell'assemblea sono comunicati ai soci per lettera raccomandata o con quegli altri mezzi che il consiglio direttivo riterrà opportuni.

Art. 19. L’assemblea ordinaria ha il compito di:

a) fissare le attività di massima per le attività di ArtMusicEvent.

b) approvare i rendiconti e/o i bilanci annuali consuntivi e preventivi.

c) eleggere il Consiglio Direttivo.

eleggere i1 collegio dei Revisori dei conti.

L' assemblea straordinaria ha competenza sulle seguenti materie;

a) modifiche del presente Statuto.

b) scioglimento dell’Associazione.

Art. 20. Hanno diritto di intervenire all'assemblea tutti i soci che si trovino in regola col pagamento della quota di associazione. Ciascun socio potrà rappresentare uno o più altri soci purché munito di regolare delega scritta. Per la costituzione dell'assemblea e per la validità delle sue deliberazioni è necessario l’intervento di tanti soci che rappresentino almeno il 50 per cento più uno degli iscritti. Non raggiungendo questo numero di voti, la sessione è rimandata a non più di trenta giorni dalla prima convocazione; nella seconda convocazione l'assemblea è valida qualunque sia il numero dei soci presenti o rappresentanti. La data di questa sessione può essere fissata nello stesso avviso di convocazione della prima.

Art. 2l. L' assemblea delibera a maggioranza di voti dei soci presenti o rappresentanti mediante regolare delega scritta rilasciata ad altro socio, purché non consigliere né revisore.

Art. 22. L' assemblea, all'inizio di ogni sessione, elegge tra i soci presenti un segretario. Il segretario

provvede a redigere i verbali delle deliberazioni dell'assemblea. I verbali devono essere sottoscritti dal presidente, dal segretario e degli scrutatori qualora vi siano votazioni.

Art. 23. Assemblee straordinarie possono essere convocate per deliberazione del consiglio direttivo,

oppure per domanda di tanti soci che rappresentano non meno della decima parte degli iscritti.

Art. 24. - I soci riuniti in Assemblea straordinaria possono modificare il presente statuto ma non possono modificare gli scopi dell’associazione stabiliti dal precedente articolo 2.

Per la validità delle deliberazioni di cui al precedente comma, è necessaria la presenza, sia di prima che di seconda convocazione, di almeno la metà dei soci ed il consenso di tre quinti dei voti presenti o rappresentanti.

Art. 25. Le votazioni nelle assemblee hanno luogo con voto palese.

Si procede al voto segreto quando ne faccia un terzo dei partecipanti con diritto di voto o, quando richiesto dal presidente, la maggioranza dell’assemblea ne decidesse la modalità.

È ammessa una delega per ogni socio presente all'assemblea.

Titolo IV

ll consiglio direttivo

Art. 26. Il consiglio direttivo è nominato dall'assemblea ed è composto da non meno di quattro persone e da non più di 10 come verrà determinato dall'assemblea stessa. Per la prima volta la determinazione del numero dei membri e la loro nomina vengono effettuate nell'atto costitutivo. Il consiglio direttivo dura in carica due anni ed i suoi membri possono essere rieletti. Esso è l'organo rappresentativo di ArtMusicEvent.

In caso di morte o di dimissioni di consiglieri prima della scadenza del mandato, il consiglio direttivo provvederà alla loro sostituzione per cooptazíone. I consiglieri così eletti rimangono in carica sino alla successiva assemblea ordinaria. Qualora per qualsiasi motivo il numero dei consiglieri si riduca a meno di due terzi, l'intero consiglio direttivo è considerato decaduto e deve essere rinnovato. La carica di consigliere è gratuita.

Art. 27. - Il consiglio direttivo è investito di ogni potere per decidere sulle iniziative da assumere e sui criteri da seguire per il conseguimento e l'attuazione degli scopi dell'associazione e per la sua direzione ed amministrazione ordinaria e straordinaria.

In particolare, il consiglio:

­Redige e approva il regolamento interno dell'associazione.

-rappresenta e dirige I' associazione, ne esegue e interpreta le indicazioni scaturite dall'assemblea dei soci, si assume la responsabilità di esprimere posizioni ufficiali per l'associazione ogni qual volta l'associazione lo richieda.

-elegge al suo interno un presidente, un vicepresidente e un direttore con funzione anche di tesoriere.

-decide sugli investimenti patrimoniali.

-stabilisce l'importo delle quote annue di associazione.

-delibera sull'ammissione dei soci.

-approva il progetto di bilancio preventivo, rendiconto finanziario e statuto patrimoniale, da presentare all'assemblea dei soci.

-stabilisce le prestazioni di servizi ai soci ed ai terzi e le relative norme e modalità;

-nomina e revoca dirigenti e funzionari e impiegati ed emana ogni provvedimento riguardante il personale.

Art. 28. - Il consiglio direttivo nomina nel suo seno un presidente, che dura in carica per l'intera durata del consiglio, ed uno o più vice-presidenti.

Il presidente ed i vice-presidenti possono essere rieletti. Esso si riunisce ogni volta che sia necessario, su iniziativa del presidente o di almeno un quarto dei consiglieri, e comunque non meno di una volta ogni tre mesi.

Art. 29. Le deliberazioni del consiglio direttivo sono prese a maggioranza di voli dei consiglieri presenti. In-caso di parità di voti prevale quello del presidente.

Le deliberazioni del consiglio sono valide se alla riunione prende parte almeno un quarto dei consiglieri.

Art. 30. Il Presidente ha funzioni generali di rappresentanza dell'associazione presso terzi, enti, istituzioni ecc. e rappresenta l'associazione in giudizio. Ha il compito di presiedere il consiglio direttivo e l'assemblea dei soci.

In caso di impedimento o dl assenza gli stessi poteri sono esercitati, dal vicepresidente, dal più anziano dei consiglieri e dal tesoriere.

La firma e la rappresentanza legale dell'associazione di fronte a qualsiasi autorità giudiziaria e amministrativa e di fronte a terzi sono conferite dal presidente.

Art. 31. Il direttore/tesoriere è responsabile dell’associazione dal punto di vista amministrativo e, su mandato esplicito del consiglio direttivo, potrà aprire e chiudere i conti correnti Bancari o postali; potrà prelevare da tali conti e versare in essi anche a firma singola.

Potrà inoltre pagare fornitori di beni e servizi di ogni tipo e incassare dai soci o da qualsiasi altra persona o soggetto giuridico sia privato che pubblico.

In assenza del tesoriere ogni sua mansione è assunta dal presidente.

Art. 32. Il consiglio è convocato dal presidente dell'associazione ogni qual volta lo ritenga necessario o da due dei suoi membri lo richiedano.

Le riunioni del consiglio sono valide quando siano presenti la metà più uno dei suoi membri e le sue decisioni quando ottengono l'approvazione della maggioranza dei presenti. In caso di parità, prevale il voto del presidente dell'associazione.

Le decisioni del consiglio vengono fatte risultare da appositi verbali firmati dal presidente dell'associazione e dal segretario della riunione.

l verbali delle riunioni firmati dal presidente e dal vicepresidente devono essere trascritti nel libro dei verbali.

Il segretario verbalizzante è scelto anche tra persone esterne ad ArtMusicEvent.

Se nel corso dell'esercizio vengono a mancare uno o più membri di diritto del consiglio provvedono a sostituirli le assemblee che li hanno nominati.

Titolo V

Collegio dei revisori dei conti

Art. 33. L'assemblea generale nomina ogni tre anni tre revisori dei conti (11a cui il presidente).

I revisori dei conti curano il controllo delle spese, sorvegliano la gestione amministrativa dell'associazione e ne riferiscono all’assemblea generale.

Il collegio dei revisori si raduna almeno due volte all'anno. Una di tali riunioni sarà tenuta nel mese che precede quello in cui l'assemblea generale sarà chiamata ad approvare il bilancio consuntivo e preventivo di ogni esercizio.

Titolo VI

Disposizioni generali

Art. 34. -L'associazione si estinguerà, se i soci si ridurranno a meno di tre.

Art. 35. -Lo scioglimento dell'associazione è deliberato dall’assemblea generale straordinaria la quale provvederà alla nomina di uno o più liquidatori.

Il patrimonio dell’associazione sarà devoluto ad organizzazioni dello stesso Settore regolarmente iscritte negli appositi registri dalle leggi nazionali e regionali.

Art. 36. Per tutto quanto non previste dal presente statuto si rimanda alle norme di legge in materia.


Padova, 16 Agosto 2006