ANTINFORTUNISTICA ROBERTI


A Roma un punto di riferimento storico che offre prodotti e soluzioni in grado di risolvere i problemi relativi alla PROTEZIONE, SICUREZZA E IGIENE SUL LAVOROe migliorare così la qualità della vita.
Articoli delle Migliori Marche a Ottimi Prezzi. Eccellente Rapporto Qualità Prezzo. Supporto Tecnico Normativo.
43 ANNI DI ESPERIENZA

TEL 06 3545 1522 TEL + FAX 06 3534 3737CONTATTI
antinfortunisticaroberti@gmail.cominfo@antinfortunisticaroberti.it
Sito: www.antinfortunisticaroberti.comBlog: http://antinfortunisticaroberti.blogspot.com
ORARI UFFICIDal Lunedì al Venerdì 9.00 - 13.00 || 15.30 - 18.00

Scarpe Antinfortunistiche Abbigliamento Protettivo

Calzature Antinfortunistiche Abbigliamento Protettivo

Elmetti Caschi Cuffie Visiere Accessori

Abbigliamento Monouso

Guanti Antinfortunistici Guanti Protettivi

Abbigliamento Personalizzato Divise e Uniformi Personalizzate

Abbigliamento Alta Visibilità Indumenti Protettivi Alta Visibilità

Gilet Alta Visibilità monocolore Gilet Alta Visibilità bicolore Gilet Alta Visibilità 20 colori

ARMADI ANTINCENDIO DPI ANTINCENDIO

GIACCONI ANTINCENDIO DPI ANTINCENDIO

ARMADI DEPOSITO LIQUIDI INFIAMMABILI

Calzature Gore-Tex® Abbigliamento Gore-Tex®

Gentili clienti,
vorremmo comunicarVi un nuovo aggiornamento dei nostri prezzi, in aumento dal 10 di Ottobre 2021 e darVi una spiegazione dei motivi che hanno causato tale aggiornamento.Durante quest’ultimo mese la volatilità e l'instabilità dei mercati è stata massima, mai successa prima nel settore tessile e prevediamo che sarà ancora peggiore nei prossimi mesi.Stiamo attraversando una “tempesta perfetta” nel nostro settore, mai vissuta prima, causata principalmente per i tre motivi:
ELEVATI COSTI DEL MATERIALE:Nell'ultimo mese il prezzo del cotone ha continuato a crescere no a raggiungere il prezzo di 100 centesimi per libbra, cosa che era successa solo una volta nella storia nel 2011 a causa di un'altra forte crisi del cotone. Anche il resto di materiali come poliestere, nylon, coloranti, cartone, elettricità, ecc... hanno continuato a crescere no a raggiungerei livelli molto alti, alcuni hanno raggiunto il record storico.
CARENZA DI MATERIE PRIME:Nonostante i prezzi del mercato sono molto alti, la domanda è forte e questo vuol dire che le fabbriche devono avere le linee di produzione a pieno regime ma allo stesso tempo le riserve di materia prima si stanno riducendo al minimo, e questo rende sempre più dicile ottenere la materia prima anche pagando i prezzi alti.
CARENZA DI TRASPORTO:Senza nessun dubbio, uno dei principali problemi a livello mondiale è l'aumento del costo di trasporto marittimo a prezzi mai visti prima, che in questo ultimi mesi sono esplosi, con container da 40 piedi pagati fino a 20.000 dollari, con una media, in luglio, che oscillava tra i 14.000 e i 16.000 dollari, cioè da sei a otto volte i prezzi pre-Covid. E la realtà è che non esiste una capacità di trasporto per tutte le merci prodotte nei diversi paesi asiatici e con l'aumento della domanda, le merci hanno iniziato ad accumularsi nei diversi siti di origine a causa della mancanza di spazio nelle navi marittime. C’è poi il problema dei ritardi delle consegne. In media si è calcolato che le merci sono rimaste in transito otto giorni in più rispetto a prima della pandemia, con un picco massimo di 42 giorni per raggiungere l’Europa. Le cause sono da attribuire a spedizioni cancellate, navi lente, ritardi dello sbarco nei porti di destinazione.
Per tutti questi motivi è necessaria una nuova revisione dei prezzi, anche se indubbiamente abbiamo fatto finora un grande sforzo per contenerli.La nostra previsione generale di mercato per i prossimi mesi è che i prezzi continueranno a crescere e che la carenza di prodotti in Europa sarà una realtà.
A causa della recente politica nel perseguire lo «zero Covid-19» e la diffusa carenza di elettricità in Cina, le restrizioni disposte dal governo, le fabbriche si trovano costrette a ridurre l'orario di lavoro o addirittura sospendere la produzione, comportando così una riduzione della capacità produttiva e di conseguenza un calo del volume delle esportazioni. Questa situazione sta causando per molte fabbriche una significativa perdita di produzione, che vedrà interessata l'intera catena di approvvigionamento; sono pertanto previsti aumenti di prezzo sia per le materie prime che per i prodotti finiti e conseguenti ritardi negli arrivi.