Notizie dal Coordinamento provinciale

Telethon di Bologna


Arriva Telethon 2019: tutti pronti!

Anche quest’anno c’è un appello a cui tutti siamo chiamati: è quello per la partecipazione alla campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi per la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare di Fondazione Telethon. Le persone che vivono con una malattia genetica rara e le loro famiglie hanno infatti bisogno di persone “presenti”, che rispondano all’appello con donazioni e azioni. Anche quest’anno la Rai sarà presente dal 14 al 22 dicembre con la trentesimaedizione della maratona televisiva per sostenere e finanziare la ricerca sulle malattie genetiche rare.

Bologna sarà come sempre in prima fila grazie ai volontari che organizzeranno decine di iniziative a sostegno della ricerca scientifica contro le malattie genetiche: grazie ai volontari della Uildm e delle associazioni del territorio come Asd Bitone, Camper Club Italia, Rotar Act, Arci, le numerose Pro Loco e società sportive, Azione Cattolica e tanti altri, la città sarà piena di entusiasmo ed energia.

Nel 2018 la raccolta promossa dal Coordinamento Provinciale Telethon assieme alla UILDM ha di nuovo superato largamente i 30 mila euro, segno che i cittadini vogliono sentirsi protagonisti nella lotta contro le malattie rare. Sarà importantissimo anche quest’anno rispondere #presente, in modo da far sentire a tutte le persone con malattie genetiche rare la vicinanza attraverso il supporto alla ricerca scientifica da parte di tutti gli italiani, perché mai come adesso la ricerca di Fondazione Telethon sta offrendo risposte concrete e terapie efficaci per sempre più patologie.

Il prodotto solidale simbolo dell'edizione 2019 sarà ancora una volta il cuore di cioccolato, disponibile nella versione fondente, al latte, e al latte con granella di biscotti e prodotto da Caffarel in esclusiva per Telethon. Il cuore è un omaggio distribuito come ringraziamento per una donazione minima di 12 euro. Un’idea originale per un regalo di Natale solidale.

--------------

Fondazione Telethon è una delle principali charity biomediche italiane, nata nel 1990 per iniziativa di un gruppo di pazienti affetti da distrofia muscolare.

La sua missione è di arrivare alla cura delle malattie genetiche rare grazie a una ricerca scientifica di eccellenza, selezionata secondo le migliori prassi condivise a livello internazionale.

Attraverso un metodo unico nel panorama italiano, segue l’intera “filiera della ricerca” occupandosi della raccolta fondi, della selezione e del finanziamento dei progetti e dell’attività stessa di ricerca portata avanti nei centri e nei laboratori della Fondazione. Telethon inoltre sviluppa collaborazioni con istituzioni sanitarie pubbliche e industrie farmaceutiche per tradurre i risultati della ricerca in terapie accessibili ai pazienti. Dalla sua fondazione ha investito in ricerca quasi 500 milioni di euro, ha finanziato oltre 2.620 progetti con oltre 1.600 ricercatori coinvolti e più di 570 malattie studiate.


Ciao Alessandro, sarai sempre con noi.

Alessandro Maestrali, coordinatore Telethon per la provincia di Bologna, ci ha lasciato.

Fin dalla nascita di Telethon in Italia, Sandro è stato un volontario attivissimo, un instancabile promotore di iniziative e soprattutto un leader capace di coinvolgere persone per un obiettivo importante.

Sandro è stato per tutti immagine di buonumore, ironia, curiosità, passione per la cucina, la lettura, il cinema, le culture.

E' stato anche modello di impegno, vicinanza, empatia e capacità di mettersi al fianco di chi è in difficoltà perché la vita sia un po’ meno difficile.

A noi il compito di fare tesoro del suo esempio e affrontare le sfide quotidiane con la dedizione ma anche e soprattutto con il sorriso.

Ciao Sandro, e grazie di tutto.

I volontari di Telethon Bologna

Se vuoi contribuire a Telethon con una donazione:

- Fare una donazione on-line con carta di credito: clicca qui

- Consulta le altre modalità per donare a Telethon: clicca qui

Per informazioni su altre modalità di donazione, contatta la sede di Bologna: clicca qui

Consulta la mappa con l'elenco delle postazioni e degli eventi.