Forum Salesiano 2020

TRE GIORNATE DI STUDIO ATTORNO ALLA 
'Fragilità'
DAL 25 AL 28 AGOSTO 2020

There is a crack in everything, that's how the light gets in (Leonard Cohen)

Inquadratura del tema
Nel 1841 Don Bosco arriva a Torino come giovane sacerdote. Lì si trova di fronte a un ambiente metropolitano che non conosce e per il quale non è preparato. Don Cafasso, il suo mentore, lo mette in contatto con i giovani più vulnerabili e feriti della città, ragazzi abbandonati che devono badare da soli a se stessi. Per loro non c’è posto nella società e sono costretti a vivere per strada. Ma Don Bosco li guarda con empatia. Vede il loro potenziale.

Per lui essere giovane è un espressione a tutti gli effetti dell'essere umano, in un certo modo, significa sperimentare la realtà e affrontarla. In questa fase della vita, così preziosa e cruciale, essi meritano cura e attenzione. È il periodo in cui I giovani si scoprono come esseri umani. Imparano gradualmente a gestire la libertà e la responsabilità. Esplorano le proprie possibilità e limitazioni. Approfondiscono la loro capacità di dare e ricevere amore. Si trovano ad affrontare la sfida di accettarsi e di esplorare il proprio percorso di vita e vocazione. È un momento di sogni e ideali. Un tempo per imparare attraverso prove ed errori, affrontando le proprie paure. Un momento di confronto con se stessi, gli altri e la realtà. La vulnerabilità di quella fase della vita fa appello a Don Bosco.

Man mano che crescono verso l’età adulta, i giovani hanno bisogno di compagni che condividano con loro e capiscano i loro desideri e bisogni. Guide che non siano super uomini, ma semplicemente uomini in cammino, come loro, persone vere che sanno prendere coscienza del proprio lato oscuro, delle proprie paure, tristezze, vergogna, colpa e rabbia. Questo è l'unico modo che consente all’adulto di entrare in una vera relazione educative perchè permette di sentire la vulnerabilità del giovane e di affrontarla con empatia.


Il programma
Dal 25 al 28 agosto 2020 ci incontreremo  a Monaco (Germania) per l’approfondimento e lo scambio sul tema ‘fragilità’ in relazione al sistema preventivo salesiano.

Il tema sarà affrontato da diversi punti di vista disciplinari. I relatori/le relatrici provengono da diversi centri di studio salesiani: 

  • Jean-Marie Petitclerc (Lione - Francia): L'educazione dei giovani vulnerabili
  • Katharina Karl  (Jugend Pastoral Institut - Germania): Un compagno umano come educatore, non Superman o Wonder Woman
  • Wim Collin (UPS - Italia) & Sr. Maria Maul (Germania): Fragilità nella vita di Don Bosco e Maria Mazzarello
  • Piera Ruffinatto (Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione ‘Auxilium’ - Italia):  Spunti per la rilettura del sistema preventivo da una prospettiva inclusiva
  • Carlo Loots (Don Bosco Vorming & Animatie - Belgio): Offensori e vittime faccia a faccia: mediazione nel contesto di abusi sessuali
  • Roger Burggraeve (KU Leuven - Belgio): Vulnerabilità etica, perdono e riconciliazione
  • Claudius Hillebrand (JPI - Germania) Vulnerabilità del creato come sfida all'educazione.
Assieme alle relazioni ci sarà il tempo sufficiente per procedere a ordinati scambi reciproci e per assimilare meglio le idee esposte. Le lingue del convegno saranno l’Italiano e l’Inglese.


I destinatari
Il Forum Salesiano è aperto a studiosi e responsabili della formazione nell’ambito della pedagogia, della pastorale, della spiritualità, della storia, a SDB, FMA, laici, laiche, membri della Famiglia Salesiana e a tutti coloro che operano direttamente nell’educazione dei giovani e sono interessati ad approfondire temi vitali per la missione salesiana.


Informazioni concrete
Il Forum Salesiano inizia con la cena la sera del martedì 25 agosto 2020. 
Accoglienza a partire dalle ore 14:30. L’incontro prende termina con il pranzo del 28 agosto 2020.
La tassa complessiva (partecipazione, alloggio, pasti) è di € 300.

Saremo ospitati in
Salesianum
St.-Wolfgangs-Platz 11
81669 München
+49 (0) 89 48 008-0
www.salesianum.de

Per chi volesse arrivare prima o restare più a lungo a Monaco è consigliato di prendere personalmente contatto con il Salesianum per vedere se esiste la possibilità e poter
prenotare il posto. Dato il numero limitato di posti disponibili (soltanto 35) è consigliabile prenotarsi tempestivamente!

Le iscrizioni 
Le iscrizioni si possono fare tramite il tab 'Registrazione'
oppure tramite il: forum.salesiano@donbosco.be

CHE COS’È IL FORUM SALESIANO?

Il Forum Salesiano è la continuazione degli Colloqui Salesiani e intende promuovere a livello Europeo lo studio e gli scambi reciproci intorno a Don Bosco e alla tradizione salesiana.
Gli obiettivi del Forum Salesiano sono:
        • la formazione salesiana dei partecipanti;
        • la promozione del dialogo e della collaborazione tra gli studiosi che in Europa riflettono sulla tradizione salesiana;
        • il progresso della riflessione sistematica - tra studiosi accademici e persone che lavorano sul campo - circa tutti gli aspetti della tradizione salesiana (educazione, pastorale giovanile, spiritualità);
        • il contributo ad un aggiornamento coerente del sistema pastorale - pedagogico salesiano;
        • la diffusione dei risultati della riflessione e degli studi;
        • la promozione del dialogo tra la tradizione e la riflessione salesiana maschile e quella femminile;
        • l’apporto alla riuscita del progetto Europa.

    Per raggiungere tali obiettivi ogni due anni il Forum Salesiano organizza tre giornate di incontro, di studio e di scambio attorno a un tema salesiano di attualità.