Educazione Civica@Banzi

Il Liceo non poteva non affrontare la vicenda secondo il suo stile e le proprie modalità: consapevolezza dei processi e la restituzione documentale alla comunità scolastica.

In questo sito sono descritte e conservate le evidenze del processo. Una traccia sia delle intenzioni sia delle pratiche poste in essere.

Sei nel...

Portale di Educazione Civica

Leggi il progetto

Obiettivi

  • Contribuire alla formazione di cittadini responsabili e attivi

Art. 1 L. 20 agosto 2019 n° 92
  • Promuovere la partecipazione piena e consapevole alla vita civica, culturale e sociale delle comunità, nel rispetto delle regole, dei diritti e dei doveri.

Art. 1 L. 20 agosto 2019 n° 92
  • Sviluppare la conoscenza della Costituzione italiana e delle Istituzioni dell'Unione europea per sostanziare, in particolare, la condivisione e la promozione dei principi di legalità, cittadinanza attiva e digitale, sostenibilità ambientale e diritto alla salute e al benessere della persona.

Art. 2 L. 20 agosto 2019 n° 92
  • Sviluppare la conoscenza e la comprensione delle strutture e dei profili sociali, economici, giuridici, civici e ambientali della società”

Art. 2 L. 20 agosto 2019 n° 92
  • Alimentare e rafforzare il rispetto nei confronti delle persone, degli animali e della natura

Art. 3 L. 20 agosto 2019 n° 92

Elementi chiave

Connessioni normative

  • Trasversalità e contitolarità dell'insegnamento

  • Cittadinanza

  • Innovazione, sperimentazione e cambio paradigmatico

  • Partecipazione

  • Sviluppo e traguardi di competenze

  • Curricolo

  • Network, reti ed esperienze extra-scolastiche con il mondo del Volontariato e del Terzo Settore

Art. 8 Legge 20 agosto 2019

Aree di lavoro

  • Costituzione

La conoscenza, la riflessione sui significati, la pratica quotidiana del dettato costituzionale.

  • Sviluppo sostenibile

La costruzione di ambienti di vita, di città, la scelta di modi di vivere inclusivi e rispettosi dei diritti fondamentali delle persone, primi fra tutti la salute, il benessere psico-fisico, la sicurezza alimentare, l’uguaglianza tra soggetti, il lavoro dignitoso, un’istruzione di qualità, la tutela dei patrimoni materiali e immateriali delle comunità.

  • Cittadinanza Digitale

La capacità di un individuo di avvalersi consapevolmente e responsabilmente dei mezzi di comunicazione virtuali.

Metodologie

Le strategie individuate dal team responsabile dell'Educazione Civica per raggiungere gli obiettivi e valutare le competenze, sono state elaborate alla luce delle nuove metodologie che mettono al centro gli studenti e le loro esigenze di formarsi come cittadini responsabili, nonché la collaborazione dei docenti del consiglio di classe che lavoreranno in maniera trasversale elaborando le unità di apprendimento, una per ogni quadrimestre.

  • lavoro di gruppo e individuale;

  • lezione partecipata in forma collaborativa e cooperativa ( cooperative learning);

  • assegnazione e osservazione di compiti di realtà;

  • visioni di docufilm e materiali multimediali;

  • guida alla informazione corretta della sitografia specifica;

  • lettura di documenti;

  • dibattito e discussione guidata;

  • attività degli studenti di peer to peer;

  • osservazione, da parte dei docenti, durante le assemblee di classe o di altre attività che vedono protagonisti gli studenti.

Flussi di lavoro

Nella progettazione della struttura operativa, si vuol realizzare un efficiente sistema di lavoro: poco dispendioso, puntuale, strategico.

Proprio sulla visione del medio e lungo termine che si gioca la realizzazione del necessario "scaffolding".

Alla progettazione e realizzazione del curricolo di Educazione Civica, contribuiscono tutti i docenti. Tutti gli studenti sono coinvolti, anno per anno, nella costruzione personale del senso di cittadinanza esteso a tutti i campi della partecipazione civile e sociale.

Si tratta di concretizzare un progetto ambizioso e che richiede un consapevole studio per coinvolgere tutte le possibili risorse della Scuola:

Il Collegio dei Docenti, elabora, attraverso i suoi piccoli gruppi di lavoro, la visione;

I Dipartimenti indirizzano, creano e conservano le produzioni settoriali;

I Consigli di Classe sono artefici, con modalità collaborative e cooperative, nella creazione degli "oggetti" di insegnamento-apprendimento.

Le varie azioni possono essere riassunte nella necessità-oppurtunità di:

  • co-insegnare;

  • operare in piccoli gruppi o sottoclassi;

  • estendere in gruppi più numerosi o pluriclassi.

L'azione si dipana nel corso di un quinquennio. Gli studenti ricevono i contributi durante tutto il corso di studi da docenti diversi. Ogni gruppo classe, nell'unione sinergica delle due componenti, avrà al termine una sua storia, con elementi cruciali appresi, contributi personali e produzioni collettive.

Le tecnologie, rappresentano, il possibile collante dell'operazione. Il Liceo è composto da 65 grassi, 120 docenti e 1741 studenti.

È stato necessario costituire un piccolo gruppo di coordinamento che potesse fungere da collettore di contributi e cabina di regia. Due docenti con l'onere di realizzare un sistema ben funzionante.

Il punto di partenza è la delega da parte del Collegio dei Docenti ai gruppi di lavoro dipartimentali. A loro il compito di definire framework parziali. Aree di lavoro a vantaggio dei Consigli di Classe, all'interno delle quali, i Docenti hanno il compito di strutturare percorsi dedicati.

L'innervatura sistemica è offerta dall'infrastruttura tecnologica del Liceo.

Gli esiti delle produzioni dei singoli Dipartimenti, recepiti dai Docenti Coordinatori del progetto di Educazione Civica, sono inviati telematicamente ai Consigli di Classe perchè vengano sintonizzati alle rispettive progettazioni di classe e disciplinari dei singoli Docenti.

In automatico viene redatto, dematerializzato, un documento che rappresenta la traccia, la rotta per ogni Consiglio di Classe.

Vengono parallelamente costituite delle classi virtuali, sempre ad opera del gruppo di coordinamento, che vengono amministrate in co-working da tutti i docenti coinvolti per l'anno di corso. In ogni ambiente, così costituito, viene garantita la presenza del Dirigente Scolastico, del coordinatore del Progetto e dell'Animatore Digitale.

Tutti i partner potranno lavorare con studenti collocati in sotto-gruppi o pluri-classi con una estrema flessibilità di intervento didattico.

In origine le classi vengono predisposte con tanti ambienti di lavoro per quanti sono i campi disciplinari e abilitate a costruire ulteriori spazi dedicati alla costruzione di tutti gli oggetti di apprendimento.

Le classi virtuali seguiranno gli studenti nel corso dei cinque anni offrendo la possibilità di tracciare i percorsi dei singoli studenti e restituire un dettagliato curriculum.

Credits

Responsabile scientifico

Prof.ssa Antonella Manca

Coordinatore del Progetto:

Prof. Alessandro Saponaro, Prof.ssa Anna Scarsella

Animatore Digitale

Prof. Antonio Lezzi

Gruppi di lavoro

Dipartimenti

Consigli di Classe

Studenti

Gruppo di Ricerca MenSi

Prof. Andrea Musio

Prof.ssa Daniela Oliva

Prof.ssa Giorgia Guido

Prof. Giorgio Pannunzio

Prof.ssa Monica Laudisa