Notizie FLC CGIL Catania


Chiusura attività di consulenza per festività Agatine

pubblicato 1 feb 2019, 08:36 da FLC CGIL Catania

Gli uffici di consulenza della FLC CGIL di Catania osserveranno la chiusura nella giornata di lunedi 4 febbraio 2019 e di martedi 5

febbraio 2019, il servizio di consulenza riprederà mercoledi 6 febbraio 2019 alle ore 16.

Corso di preparazione al concorso DSGA

pubblicato 18 gen 2019, 09:14 da FLC CGIL Catania   [ aggiornato in data 18 gen 2019, 09:15 ]

                    

                      ======================= >  MODULO DI ISCRIZIONE     





xx

"Prescrizione dei contributi pensionistici dovuti alle gestioni pubbliche" differimento al 01.01.2020 di decorrenza del termine prescrizionale

pubblicato 12 dic 2018, 02:55 da FLC CGIL Catania   [ aggiornato in data 12 dic 2018, 03:02 ]


Chiusura attività di consulenza per festività natalizie

pubblicato 11 dic 2018, 03:07 da FLC CGIL Catania   [ aggiornato in data 11 dic 2018, 03:11 ]

La nostra attività di consulenza è sospesa per le festività natalizie da lunedi 24 dicembre 2018.

La sede FLC CGIL Catania di Via Armando Diaz 70 riaprirà il 7 gennaio 2019.


Prescrizione contributi dipendenti pubblici: chiarimenti

pubblicato 21 nov 2018, 02:15 da FLC CGIL Catania   [ aggiornato in data 21 nov 2018, 02:16 ]

In merito alla prescrizione dei contributi dei dipendenti iscritti alle gestioni pubbliche, confluite nell’INPS, si chiarisce che la posizione assicurativa potrà essere sistemata anche dopo il 1° gennaio 2019. 
Questa data ha rilievo per i rapporti fra INPS e datori di lavoro pubblici, perché mutano le conseguenze del mancato pagamento contributivo accertato dall’Istituto.

Il 31 dicembre 2018 non deve essere considerato come la data ultima entro cui l’iscritto/dipendente pubblico può chiedere la variazione della propria posizione assicurativa, ma come il termine che consente al datore di lavoro pubblico di continuare ad applicare la precedente prassi consolidata nella Gestione dell’ex INPDAP che individuava la data di accertamento del diritto alla contribuzione di previdenza e assistenza come giorno dal quale inizia a decorrere il termine di prescrizione. Sotto questo aspetto, la circolare INPS 15 novembre 2017, n. 169 non ha fatto altro che dettare disposizioni di armonizzazione in materia di prescrizione fra tutte le gestioni dell’Istituto, facendo decorrere la prescrizione contributiva dalla data di scadenza del termine per effettuare il versamento; al tempo stesso, è previsto un periodo transitorio, fino al 31 dicembre 2018, durante il quale i datori di lavoro possono continuare ad avvalersi delle modalità in uso nell’INPDAP per la regolarizzazione contributiva.

A maggior chiarimento, va evidenziato che i flussi di denuncia che perverranno all’INPS dal 1° gennaio 2019 saranno gestiti secondo le nuove indicazioni; i datori di lavoro pubblici potranno quindi continuare ad aggiornare le posizioni assicurative dei dipendenti, ma per i flussi trasmessi dal 1° gennaio 2019 dovranno sostenere un onere calcolato secondo le indicazioni della circolare INPS 169/2017 (ossia sarà obbligato a sostenere l’onere del trattamento di quiescenza riferito a periodi di servizio per cui è intervenuta la prescrizione, utilizzando come base di calcolo il criterio della rendita vitalizia).

​Pertanto, il termine del 31 dicembre 2018 non è un termine decadenziale per i lavoratori. I lavoratori pubblici possono, anche successivamente al 31 dicembre 2018, presentare richiesta di variazione della posizione assicurativa. Ciò che cambia sono gli effetti che scaturiscono a carico dei datori di lavoro pubblici, mentre il periodo di lavoro alimenta il conto assicurativo e viene reso disponibile alle prestazioni.

I dipendenti che vogliano verificare la propria posizione assicurativa possono accedere, tramite PIN, all’estratto conto e verificarne la correttezza. In caso riscontrassero lacune o incongruenze, possono chiedere la variazione RVPA, istanza per la quale non è previsto alcun termine perentorio.

L’unica eccezione è costituita dagli iscritti alla Cassa Pensioni Insegnanti ( CPI), ossia gli insegnanti delle scuole primarie paritarie (pubbliche e private), gli insegnanti degli asili eretti in enti morali e delle scuole dell'infanzia comunali (non rientrano in questa categoria, invece, i docenti MIUR). Per questi lavoratori, nell’ipotesi di prescrizione dei contributi, il datore di lavoro può sostenere l’onere della rendita vitalizia; nel caso in cui non vi provveda, il lavoratore dovrà pagare tale onere per vedersi valorizzato il periodo sulla posizione assicurativa.

SPECIALE - Concorso straordinario docenti scuola dell’infanzia e primaria

pubblicato 20 nov 2018, 05:13 da FLC CGIL Catania   [ aggiornato in data 20 nov 2018, 05:22 ]

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di venerdì 10 novembre il bando del concorso straordinario per la scuola primaria e dell’infanzia.

Le domande si potranno presentare a partire dalle ore 9.00 del 12 novembre 2018 fino alle ore 23.59 del 12 dicembre 2018.

Il candidato che vuole concorrere per più procedure concorsuali presenta un’unica istanza con l’indicazione delle procedure concorsuali cui intenda partecipare.

L’istanza di partecipazione al concorso, si presenta esclusivamente attraverso il sistema informativo POLIS (istanze online).

Per la partecipazione alla procedura concorsuale è dovuto, ai sensi dell'art. 4, comma 1-novies, del decreto-legge e dell'art. 1, comma 111, della legge 13 luglio 2015, n. 107 nonche' dell'art. 7, comma 6, del decreto ministeriale, il pagamento di un contributo di segreteria pari ad euro 10,00 (dieci) per ciascuna procedura per cui si concorre (infanzia comune/primaria comune/infanzia sostegno/primaria sostegno).

Il pagamento deve essere effettuato esclusivamente tramite bonifico bancario sul conto intestato a:
sezione di tesoreria 348 Roma succursale
IBAN: IT 28S 01000 03245 348 0 13 2410 00

Causale: «regione - grado di scuola/tipologia di posto - nome e cognome - codice fiscale del candidato»e dichiarato al momento della presentazione della domanda       tramite il sistema POLIS.

I candidati possono presentare la domanda di partecipazione, a pena di esclusione, in una sola regione per una o più procedure concorsuali per le quali posseggano i requisiti richiesti.

Simulatore del calcolo del punteggio



Presso tutte le nostri sedi di Acireale, Adrano, Caltagirone,Catania, Giarre, Misterbianco, Paternò e Randazzo è stato predisposto un servizio specifico di consulenza x
info telefonare al numero di telefono 095.321880 dalle ore 10 alle ore 13 da lunedi a venerdi.

Chi può presentare la domanda I docenti in possesso dell’abilitazione per la scuola primaria o dell’infanzia acquisita con diploma magistrale con valore abilitante o diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali entro il 2001/2002, o laurea in Scienze della Formazione Primaria e due annualità di servizio specifico presso la scuola statale, negli ultimi 8 anni, svolto su posto comune o di sostegno.
Abilitazioni utili per accedere al concorso straordinario Scuola dell’infanzia
  • Laurea vecchio ordinamento (quadriennale) in Scienze della formazione primaria, indirizzo infanzia.
  • Laurea magistrale a ciclo unico in scienze della formazione primaria a ciclo unico (quinquennale).
  • Possesso del titolo di studio comunque conseguito entro l'anno scolastico 2001/2002, al termine dei corsi triennali e quinquennali sperimentali della scuola magistrale.
  • Possesso del titolo di studio comunque conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, al termine dei corsi quadriennali o quinquennali sperimentali (anche linguistici) dell’istituto magistrale.

Scuola primaria

  • Laurea vecchio ordinamento (quadriennale) in Scienze della formazione primaria, indirizzo primaria.
  • Laurea magistrale a ciclo unico in scienze della formazione primaria a ciclo unico (quinquennale).
  • Possesso del titolo di studio comunque conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, al termine dei corsi quadriennali o quinquennali sperimentali (anche linguistici) dell’istituto magistrale.
Come e quando si presenta la domanda La domanda si presenterà attraverso Istanze online, dalle ore 9.00 del 12 novembre 2018 fino alle ore 23.59 del 12 dicembre 2018
Come si calcola l’annualità Una annualità è ottenuta con 180 giorni di servizio, anche non continuativi, oppure con il servizio continuativo dal 1° febbraio agli scrutini finali/termine delle attività didattiche.
Chi può presentare domanda per il sostegno Possono presentare domanda per il sostegno i docenti che abbiano i requisiti indicati per il posto comune e siano anche in possesso della specializzazione di sostegno.
Chi può presentare domanda con riserva Possono presentare domanda con riserva coloro che hanno acquisito l’abilitazione all’estero, e ne abbiano chiesto (o ne chiedano) il riconoscimento entro la data di scadenza del bando.
In questo caso i candidati partecipano al concorso con riserva di accertamento del possesso dei requisiti di ammissione. In caso di carenza degli stessi, gli uffici scolastici dispongono l’esclusione dei candidati, in qualsiasi fase della procedura concorsuale. 
Per i posti di sostegno possono presentare domanda, con riserva, anche coloro che stanno acquisendo la specializzazione (in particolare con il TFA sostegno III ciclo), purché il titolo venga conseguito entro il 1° dicembre 2018.



La FLC CGIL Catania aderisce alla manifestazione “Catania è viva! Nessuno spenga la luce!!!”

pubblicato 5 nov 2018, 08:54 da FLC CGIL Catania   [ aggiornato in data 12 nov 2018, 01:37 ]

L

Chiusura sede FLC CGIL di Catania venerdì 2 novembre 2018

pubblicato 29 ott 2018, 05:01 da FLC CGIL Catania   [ aggiornato in data 29 ott 2018, 05:02 ]

In occasione della giornata del 2 novembre (commemorazione dei defunti) la sede FLC CGIL di Catania resterà chiusa l'intera giornata, la consulenza riprenderà lunedi 5 novembre 2018 alle ore 16,00.

Istituto Musicale “Bellini” di Catania: dichiarato lo stato di agitazione

pubblicato 14 ott 2018, 02:47 da FLC CGIL Catania   [ aggiornato in data 14 ott 2018, 02:48 ]

Il personale senza stipendio da luglio. Sistuazione insostenibile.

Giovedì 11 Ottobre 2018, le segreterie provinciali della FLC CGIL, della CISL università e della UIL RUA, insieme alle rispettive Confederazioni, hanno dichiarato lo stato di agitazione dei lavoratori dell’Istituto musicale Bellini di Catania.

I sindacati di categoria e confederali hanno accolto unitariamente e prontamente la richiesta proveniente dall'assemblea dei lavoratori  esasperati dal perdurare della mancanza di corresponsione degli stipendi, fermi al mese di luglio, del salario accessorio dal 2014 ad oggi, delle ore aggiuntive di insegnamento dal 2015 ad oggi, degli arretrati contrattuali, delle ore di insegnamento dei docenti a contratto, per un totale di arretrati che supera la spaventosa cifra di 2 milioni di euro.

I decreti della STATIZZAZIONE e l'impegno degli EE.LL. finanziatori ai sensi della Legge 96/2017 e della L. 205/2017 sono l'unica strada per mantenere in vita il Conservatorio nella città del Cigno Vincenzo Bellini.

Il tempo di ogni ulteriore rinvio è scaduto!

Le organizzazioni sindacali saranno a fianco dei lavoratori dell’Istituto Bellini per scongiurare il disastro che si profila.

Il 17 Ottobre è prevista una nuova assemblea di tutti gli addetti nella quale si decideranno le forme di lotta e mobilitazione necessarie.

FLC CGIL, concluso quarto Congresso provinciale sindacato dei Lavoratori della Conoscenza

pubblicato 14 ott 2018, 02:28 da FLC CGIL Catania   [ aggiornato in data 14 ott 2018, 02:35 ]



1-10 of 292