EVENTI

I nostri principali eventi e momenti d'incontro. 

The Wine Golf Course - Storia ed Eventi

pubblicato 05 dic 2013, 05:14 da Gilberto de Franchis   [ aggiornato in data 05 dic 2013, 09:13 ]

the wine golf course

La storia

Inaugurazione Associazione Sportiva Dilettantistica Franciacorta Golf Club - The Wine Golf Course!

Sabato 20 Giugno 2009

Due eccellenze di un territorio si alleano per sostenerne la promozione verso un pubblico, nazionale ed internazionale, che ama lo sport, la natura e l'enogastronomia.

E' questo, in sintesi, il significato del progetto "The Wine Golf Course" che l'Associazione Sportiva Dilettantistica Franciacorta Golf Club lancia a opinion leader e tour operator in occasione della prossima "Gara del Presidente", in programma il 20 Giugno prossimo. Un progetto che vede operare sinergicamente il Golf Club e il Consorzio per la tutela del Franciacorta, attraverso alcuni dei più noti marchi fra le cantine del territorio, realizzando anche in Italia un'esperienza già collaudata in altre aree europee vocate alla viticoltura.

CANTINE PARTNER EVENTI 2013

Ciascuna tra le cantine di Franciacorta che hanno aderito al progetto legherà il proprio nome ad una delle buche dell'Associazione Sportiva Dilettantistica Franciacorta Golf Club, che assumerà così la denominazione "The Wine Golf Course". I tre percorsi di 9 buche saranno contrassegnati con i nomi di altrettante tipologie di "bollicine": "Brut", Satén" e "Rosè". L'operazione permetterà alle cantine sponsor di utilizzare gli spazi del Golf Club e della Club House per promuovere i propri vini e di organizzare eventi e gare fra i propri clienti.

"Vino e golf si gemellano in nome dell'eccellenza e della valorizzazione del territorio. – spiega il presidente dell'Associazione Sportiva Dilettantistica Franciacorta Golf Club, Carlo Borghi, a capo anche del Comitato regionale lombardo della Federazione Italiana Golf – Un'idea che non poteva trovare contesto migliore per concretizzarsi se non nella Franciacorta, territorio da secoli vocato alla viticoltura, che l'intraprendenza e la passione di grandi imprenditori locali ha saputo far conoscere ed apprezzare nel mondo per i suoi vini. Unire sinergicamente le eccellenze per fare operazioni di marketing territoriale, del resto, è oggi la vera chiave di volta per il successo".

E la Franciacorta ha in sé davvero tutti gli ingredienti per un'operazione di promozione in grande stile: "Lo stesso Franciacorta Golf Club – continua Borghi - è nato per un'intuizione di un gruppo di imprenditori, guidato da Vittorio Moretti, che ha compreso come la presenza di una struttura dedicata al golf rappresentasse un'opportunità per richiamare un pubblico sportivo, amante della natura, colto e raffinato".

In effetti, il successo di quello che ormai molti chiamano il "Franciacorta shire" è dato dal sapiente mix di tutti questi elementi: le colline vitate, il microclima favorevole dettato dal vicino lago di Iseo, vini di grande fascino e piacevolezza, una cucina di grande livello, strutture ricettive dedicate ad un turismo internazionale d'eccellenza, luoghi d'arte e cultura, la possibilità di un contatto diretto con la natura e di misurarsi nelle più diverse discipline sportive.

In questo ambito l'Associazione Sportiva Dilettantistica Franciacorta Golf Club rappresenta una polo vivo e dinamico di grande interesse: disegnato dal famoso progettista americano Pete Dye e aperto nel 1986, si sviluppa su oltre 80 ettari e 27 buche, di cui 9 di recentissima costruzione, che hanno sostituito il percorso executive di 9 buche. La Club House, recentemente rinnovata, ospita una serie di servizi: piscina, tennis, fitness center, sala bridge, oltre naturalmente ad un ristorante di ottimo livello ed una fornitissima enoteca.

La vocazione dell'Associazione Sportiva Dilettantistica Franciacorta Golf Club è decisamente orientata alla pratica sportiva. Sul percorso di gioco si svolgono infatti ogni anno decine di gare, anche ad altissimo livello, che ne fanno il Golf Club italiano che organizza il maggior numero di gare. Ma la vocazione al golf è testimoniata anche dalla particolare attenzione rivolta ai soci (oltre 550) e ai giovani, per i quali è stato istituito un apposito "Club" con un ricco programma di iniziative mirate, e dalla presenza di qualificati istruttori, che hanno nelle figure di Massimo Confalonieri e Andrea Zani i due riferimenti. Un Club, dunque, estremamente dinamico, diretto dal 2008 da Jennifer Allmark, golfista professionista giocando nel Ladies' European Tour e facendo parte della squadra nazionale per i professionisti svedesi negli anni '90 dopo una lunga carriera dentro la squadra nazionale a livello amatoriale oltre che qualificata manager di grande esperienza al livello internazionale.

Winter Race to Grad Otocec

pubblicato 05 dic 2013, 05:14 da Gilberto de Franchis   [ aggiornato in data 05 dic 2013, 09:19 ]

club viaggiegolf ok


WINTER RACE TO GRAD OTOCEC
by Club Viaggi&Golf

DOMENICA 24 NOVEMBRE

 

18 buche
4 PLM Stableford
hcp limitato a 26 con rid. 3/4

Percorso: Jack Nicklaus II
SHOT GUN ore 10.30

VEDI TUTTE LE CLASSIFICHE!

 

Per maggiori informazioni: Arzaga Golf Club Tel: +39.030.6806266 – E-mail:golf@palazzoarzaga.com

Magie di Natale al Golf Club di Asiago

pubblicato 05 dic 2013, 05:13 da Gilberto de Franchis   [ aggiornato in data 05 dic 2013, 09:21 ]

Un Natale magico è quello che si appresta a far vivere a tutti i suoi ospiti il Golf Club Asiago che promette di catapultarvi in una vera, classica ma originale, magica atmosfera natalizia . Il 6, 7 e 8 dicembre inizia il conto alla rovescia verso il Natale e l’evento non può che essere a tema: con Babbo Natale, gli elfi e Rudolph La Renna si potrà toccare con mano l’attesa.

Natale ad Asiago

Natale ad Asiago

Ma non finisce qui: la vera casa di Babbo Natale, illuminata a giorno, e dell’ottima musica live, accoglieranno gli ospiti al Club che per tutti i giorni sarà aperto al pubblico. Un Capodanno di stile e classe è invece fissato per il 31 dicembre. Il Tema? La Dolce Vita: il party vintage vuole evocare l’eleganza minimale della dolce vita anni ’50, ripercorrendone la storia. Grandi personaggi e icone del fashion prendono vita, vestiti degli stilisti più in voga, accompagnati dalla musica e dai film di quegli anni così affascinanti. La chiusura d’effetto sarà il 5 gennaio, quando verrà festeggiata la Befana con un Party in stile New Orleans: tra le Befanine e il suono inconfondibile della musica jazz, uno Special Cocktail aspetterà gli ospiti per brindare e congedare le feste. Come sempre, gli eventi non potranno che essere ammantati da quell’aura di fantasia creativa che garantisce solo Vinicio Mascarello e il suo staff.

CAPODANNO ALL'ABBADIA

pubblicato 05 dic 2013, 04:07 da Gilberto de Franchis   [ aggiornato in data 05 dic 2013, 05:10 ]

Da uno su quattro a un passo dall'uno su tre. Nei cinque anni di crisi economica tra il 2008 e il 2012, gli italiani che secondo Eurostat ricadono nella definizione di individui "a rischio povertà o esclusione sociale" sono balzati al 29,9 per cento, dal 25,3 per cento del 2008 e il 28,2 del 2011. Significa che questa fetta della popolazione ha almeno uno di questi tre "requisiti" certo poco invidiati: è a rischio povertà dopo i trasferimenti sociali (19,4% in Italia); è già dentro lo stato di povertà con forti mancanze materiali (ad esempio è impossibilitata a pagare spese impreviste - in Italia riguarda il 14,5% della popolazione); oppure vive in una famiglia con una bassa intensità di lavoro (cioè sotto un rapporto di 0,2 tra i mesi effettivamente lavorati - dalle persone in età da la

1-4 of 4