la candidata


Corinaldo è il mio mondo.

Sono nata qui e qui ho scelto di costruire la mia vita.


Coniugata e madre di due figli, sono un'insegnante di scuola primaria a Corinaldo.

Fin da giovane mi sono impegnata nel sociale, nelle attività dell’oratorio di Corinaldo e della Diocesi, nell’associazionismo. Attiva nel Servizio Missionario Giovani di Torino che si impegna con opere di solidarietà verso i più poveri, momenti di cultura e formazione per i giovani.

  • Credo nell’umiltà d’animo, che non è arrendevolezza o subalternità.

  • Nell’ascolto costante, che è anche accoglienza e contrasto alla marginalizzazione.

  • Nell’ostinazione, che non è caparbietà cieca ma adesione convinta alla idee condivise con gli altri.

  • Nel confronto, non urlato ma rivendicato con coraggiosa disponibilità anche alla critica.

Su questi valori ho basato il mio impegno per Corinaldo come Assessore per 10 anni, con deleghe alle politiche culturali e turistiche, associazionismo, teatro, politiche dell’infanzia e giovanili, pari opportunità e cultura della legalità.

Mi son impegnata a sviluppare esperienze attrattive in termini turistici, sociali e culturali, valorizzando le eccellenze ambientali, storico-artistiche, ricettive e umane: Corinaldo è un laboratorio, creativo e accogliente; Corinaldo è oggi un palcoscenico e un museo a cielo aperto.

La mia idea di città era ed è quella dove ognuno possa sentirsi realizzato, accolto e amato. I miei “maestri” di vita, a cominciare dalla mia famiglia, mi hanno resa orgogliosa di essere figlia e interprete di un territorio che rivendica originalità, competitività e attrattività a livello internazionale.