Dal 20 al 23 Agosto 2020 - ore 21:30

Trame d'estate
ed. 2020

Palazzo Mediceo, Seravezza


Trame d'estate Festival
nel 2018 ha ottenuto il riconoscimento MIBACT/UE di
Anno Europeo del Patrimonio Culturale


Incontri fra letteratura e giornalismo
VIII edizione


Dal 2011 a Palazzo Mediceo sfilano grandi nomi della critica, del giornalismo e della narrativa


Antonio Padellaro, ospite dell'edizione 2019

Gli ospiti dell'edizione 2020

Alberto Sinigaglia

Fffortissimo
Ed. Accademia Perosi, 2019 - finalista Premio Estense 2020

Fabrizio Brancoli

Direttore de Il Tirreno

Alice Basso

Il morso della vipera
Garzanti, 2020

Antonio Paolacci & Paola Ronco

Il punto di vista di Dio. Un'indagine di Paolo Nigra.
Piemme, 2020

Valerio Varesi

Gli invisibili. Un'indagine del Commissario Soneri Mondadori, 2019

Andrea Vitali

Un uomo in mutande. I casi del maresciallo Ernesto Maccadò
Garzanti, 2020

Marco Revelli

Turbopopulismo. La rivolta dei margini e le nuove sfide democratiche
Solferino, 2019

Bruno Quaranta

Le nevi di Gobetti
Passigli, 2020

La sede

Palazzo Mediceo, Patrimonio Unesco

Viale Leonetto Amadei (già Via del Palazzo, 358), Seravezza (Lucca)

La Villa Medicea di Seravezza, è un complesso architettonico costituito dal Palazzo, le Scuderie, la Cappellina e il giardino. Presenta caratteristiche e funzioni diverse rispetto alle altre Ville Medicee toscane; infatti allo sfarzo degli interni e degli esterni, la Villa di Seravezza contrappone un’estrema semplicità. Si tratta di una scelta stilistica legata probabilmente alla sua funzione: non era concepita come una vera e propria dimora, ma come una casa o casino. L’edifico principale del complesso mediceo è il Palazzo costruito tra il 1561 e il 1565 per volere di Cosimo I de’ Medici, Granduca di Toscana, come residenza temporanea durante le frequenti visite alle cave di marmo e alle miniere di argento. Rimase per molti anni la residenza estiva dei Medici e successivamente degli Asburgo-Lorena e di altre famiglie nobili toscane fino all’Unità d'Italia, quando il palazzo divenne sede del Municipio e tale rimase fino al 1967. Riconosciuto nel 2013 Patrimonio Mondiale dell’Umanità e inserito nel sito seriale delle “Ville e Giardini Medicei della Toscana”, è oggi un polo culturale dove si svolgono importanti esposizioni d’arte e di fotografia e rassegne teatrali, è sede del Museo del Lavoro e delle Tradizioni Popolari della Versilia Storica, della Biblioteca Comunale e dell’Archivio Storico.

Conferma la tua partecipazione