la parola del candidato

🏡 Dove c’è Barilla, c’è casa!

🍝 Gusto, consistenza, tradizione agroalimentare

🌎 Leader globale, presente in oltre 100 paesi e principale azienda Italiana nella produzione di pasta di semola e sughi pronti

l'opinione pubblica

TUTELA DELL'AMBIENTE

Sito ufficiale: La Mission aziendale “Buono per te, buono per il Pianeta” è quella di portare nel mondo cibo buono, sano, proveniente da filiere responsabili e sostenibili; al fine di monitorare l’impatto delle filiere, lungo tutto il ciclo di vita del prodotto, dal campo alla tavola, il Gruppo si avvale della metodologia LCA (Life Cycle Assesment), tenendo conto delle emissioni di gas serra (Carbon Footprint), del consumo di risorse idriche (Water Footprint) e dell’occupazione del suolo (Ecological Footprint). 1

Fonti esterne: Tuttavia si è ancora lontani dalla politica “zero residui” poiché nella miscelazione di grani nazionali ed esteri, che l’azienda opera regolarmente, non si riesce a controllare l’assenza totale di contaminanti pericolosi per la coltivazione. 3

RISPETTO DEI LAVORATORI

Sito ufficiale: I principi del codice di agricoltura sostenibile trovano applicazione nei progetti del programma Barilla Sustainable Farming (BSF), che promuove l’adozione di nuove tecniche agricole nelle filiere strategiche al fine di proteggere e tutelare non solo l’ambiente ma anche le condizioni sociali ed economiche degli agricoltori delle filiere. 1

Fonti esterne: All’interno della catena di fornitura del Gruppo si inseriscono anche filiere che presentano potenziali criticità legate ad aspetti sociali (lavoro minorile o mancato rispetto dei diritti umani);3 l’azienda risulta inoltre carente nella definizione di politiche di genere volte a favorire la piena integrazione delle produttrici e lavoratrici dei paesi in via di sviluppo lungo la filiera: sebbene sia noto il forte livello di discriminazione al quale spesso le donne dedite ad attività agricole sono soggette, una riflessione per contrastare tale fenomeno non sembra aver ancora interessato in maniera sistematica l’operato di Barilla nei paesi dove si rifornisce di materie prime. 5 Requisito vincolante per tutti i contratti di fornitura è tuttavia l’accettazione da parte del fornitore del Codice Etico Barilla e come indice del cambiamento positivo avviato è da segnalare che la percentuale di materie prime acquistate responsabilmente nel 2017 è salita ad un 40% rispetto al 19% del 2016. 3

TRACCIABILITA'

Fonti esterne: Nonostante si sia adeguata negli anni inserendo sempre più dati in etichetta e nei siti istituzionali e ponendo attenzione lungo tutta la filiera per garantire elevati livelli di qualità e sicurezza alimentare, ad oggi la multinazionale non è ancora virtuosa in termini di chiarezza e completezza d’informazioni sia sull’origine del grano (percentuale estera, qualità, tipologia, ecc…) sia sui limiti nell’uso del glifosato ed altri pesticidi.2 Un recente test effettuato in vari laboratori europei da GranoSalus (l’associazione che raccoglie i produttori del Mezzogiorno e tanti consumatori) punta il dito su diverse marche di pasta, tra cui Barilla, colpevoli di contenere micotossine Cadmio, Don e Glifosato, seppur entro i limiti permessi dalla legge, risultando nocivo, se consumato in grandi quantità e con costanza, alla salute soprattutto dei più piccoli.4 I risultati di un rapporto di Oxfam e Next (“Il valore della filiera del cibo”, 2015) dimostrano che Barilla, sebbene già orientata verso un percorso di sostenibilità, ha ancora ampi margini di miglioramento in questa area tematica riguardante il grado di trasparenza del proprio operato. 5

FORMA SOCIETARIA

Barilla Holding SpA 6

SEDE LEGALE

Italia

FASCIA DI PREZZO

Medio-bassa