motivazioni

Il senso è renderci conto che, quando acquistiamo, possiamo premiare i valori e lo stile produttivo di un’azienda piuttosto che di un’altra. Possiamo “votare col portafoglio”, essere consapevoli che fare la spesa è un’azione sociale molto importante perché può essere un momento di cittadinanza attiva.

Questo laboratorio non vuole quindi scoprire il prodotto “migliore” o sponsorizzare certe marche a scapito di altre, ma vorremmo mostrare come dietro ogni prodotto, ogni azienda, ci siano diverse etiche, ognuna con il suo valore e spetta a tutti noi scegliere quelle che riteniamo più significative.

Negli ultimi 15 anni circa, le aziende sono infatti diventate molto sensibili all’opinione pubblica e molte hanno compiuto grandi passi a livello di sostenibilità, trasparenza, welfare aziendale.

Il senso non è quindi dividere il mondo in buono o cattivi, ma essere parte attiva e consapevole di un processo che coinvolge consumatori ed aziende e che può modificare gli stili produttivi di una compagnia e può modellare la società in cui viviamo secondo i nostri valori.

Con Into The LABel vogliamo quindi entrare nell’etichetta, guardare un po’ più a fondo un prodotto e l’azienda che lo realizza.