Sogni e Bisogni

INFORMAGIOVANI LATINA

Area 1: Arte, Cultura, Turismo, Tempo Libero, Ambiente e Sport.

Quest’area di lavoro si occuperà di potenziare la partecipazione dei giovani alle iniziative per il tempo libero.

L’area si occuperà principalmente di censire, classificare e diffondere informazioni riguardanti concorsi letterari, musicali, artistici, fotografici, nonché si offriranno loro opportunità di crescita personale attraverso la pubblicazione di corsi di lingue straniera, italiano L2, danza, recitazione, scrittura creativa, fotografia, musica e specifici corsi di formazione quali quelli realizzati da associazioni quali il C.A.I. per la qualifica di accompagnatore LH, la Protezione Civile e le Associazioni del territorio.

Verrà promosso il sistema "18App La cultura che ti piace" del Governo Italiano legato al Bonus Cultura di 500,00 euro erogato ai giovani diciottenni da spendere nella rete 18app. Verranno pubblicati sul portale e diffusi attraverso una newsletter gli eventi a cui i giovani possono partecipare, come mostre, conferenze, spettacoli, concerti, escursioni, gare sportive, sottolineando le eventuali agevolazioni riservate ai giovani. I giovani in questa area non saranno solo soggetti passivi delle proposte, ma potranno anche rendersi partecipi della vita sociale della città trovando un supporto per l’organizzazione delle loro proposte ed idee.

Area 2: Scuola/ Università - Formazione/Lavoro.

Tale ambito operativo verterà sulla ricerca, classificazione e diffusione delle informazioni sull’Alternanza Scuola Lavoro (Enti imprese e progetti di rete di impresa per l’Alternanza Scuola Lavoro), le opportunità offerte dai Bandi Regionali sulla formazione professionale, offerte di lavoro/stage. Tale area avrà un collegamento con il Centro per l’Impiego e il mondo sindacale. L’Area 2 è essenzialmente strategica, riguardando le scelte di vita dei giovani, ed è il cuore operativo del Servizio Informagiovani.

Una attività assolutamente fondamentale è quella di supportare ed aiutare i giovani nella costruzione del proprio curriculum vitae. Spesso infatti molti giovani hanno difficoltà anche a capire le loro potenzialità di fronte ad un lavoro che cambia repentinamente ed è ormai totalmente destrutturato. Insieme all’attività seminariale programmata con l’utenza a piccoli gruppi sulla costruzione del C.V. sarà ripristinato il supporto redazionale alla stesura del C.V. e i giovani saranno aiutati e supportati nella costruzione delle loro videopresentazioni e nella loro personale strategia di presenza in rete.

Tale area realizzerà un canale youtube dedicato al Servizio Informagiovani per la costruzione di playlist e la diffusione delle video-presentazioni realizzate dai giovani utenti. Video-presentazioni e video-colloqui nei prossimi anni saranno prassi diffuse e un video sarà un corredo quasi necessario del curriculum vitae. Sapersi presentare in video non è scontato.

Area 3: Ecologia e Salute.

Tale ambito operativo tratterà i corretti stili di vita e di alimentazione del giovane e le sue abitudini. L’accento verrà posto sui rischi e sulla prevenzione delle M.S.T., sulle dipendenze (alcol, droghe, gioco), sui disturbi alimentari e i rischi legati alle nuove “patologie del benessere”. Altro fronte di lavoro in tale area sarà l’educazione ambientale e l’ecologia tenuto conto che la salute ed il benessere psicofisico richiedono un ambiente ecologicamente sano.

L’attività essenzialmente informativa si concentrerà sulla pubblicizzazione di eventi o incontri incentrati sui temi già menzionati e la ricerca-studio riguardante il disagio giovanile e l’elaborazione di campagne di sensibilizzazione - prevenzione mirate.

Informazione: Front office – portale internet - sensibilizzazione

- Campagne di sensibilizzazione e prevenzione

- Informazioni sui servizi territoriali legati alla salute ed alla qualità della vita

Servizio: Centro di ascolto

Area 4: Legalità e Cittadinanza Attiva.

Un fronte scoperto nella città di Latina è sicuramente quello della legalità. La profonda corruzione che ha visto coinvolte molte autorità politiche, magistrati e professionisti di ogni sorta in città, impongono una risposta istituzionale forte sul fronte della riaffermazione dei principi di convivenza civile e rispetto della legge. Latina soffre un problema di coesione sociale ma il fronte della legalità oggi appare il più foriero per l’emergere di una coscienza civica più consapevole (non “si abita” solamente a Latina - “si è” e occorre sentirsi cittadini). Il giovane di Latina vive quasi un dubbio amletico tra l’essere e il non essere cittadino e non semplice abitante, tra l’esserci e l’abitare soltanto. “Bisogna difendere la legge come le mura della Città” così in un frammento di Eraclito troviamo il senso di una partecipazione civica che rappresenta qualcosa di più di una vuota retorica quale quella del “farsi gli affari propri” o del “non fare del male a nessuno”. L’indifferenza è nociva.

Questo ambito della ricerca sul campo si concentrerà nella individuazione dei “sensori sociali” da mettere in rete per la costruzione di una coalizione di cittadinanza-attiva che veda al centro i diritti civili e sociali, la sicurezza, il diritto al lavoro, il volontariato e il Servizio Civile Nazionale.