Percorso della Settimana

11 Ottobre 2020 - Anello di Monte Luco

Domenica 11 Ottobre proviamo a riproporre l'anello che si snoda intorno a Monteluco, la seconda cima dei Monti del Chianti dopo Monte San Michele, anche se ad oggi le previsioni meteorologiche non sono molto buone ed è in emanazione un nuovo decreto governativo relativo all'argomento Covid-19 che potrebbe porre ulteriori limitazioni.

Intanto la scelta è di organizzare solo la camminata, lasciando il pranzo a tempi migliori.

Vogliamo ricordare brevemente quelle che ad oggi sono le prescrizioni dettate dalle Linee Guida FIE, che sono suscettibili di modifica a seguito del nuovo DPCM che sarà firmato mercoledì 7/10.

L'evento sarà a numero chiuso per un massimo di 15 partecipanti oltre agli accompagnatori (1 ogni 5 camminatori). I soci del Gruppo Escursionisti Berardenga avranno la priorità e la partecipazione ai soci degli altri gruppi FIE sarà consentita solo in caso di posti disponibili.

Durante l'escursione la distanza interpersonale dovrà essere di almeno 2 metri; nelle situazioni che non permettono il mantenimento della distanza di sicurezza si dovrà indossare la mascherina.

Non saranno stipulate polizze temporanee.

Occorre prenotarsi obbligatoriamente entro Venerdì 9/10 alle ore 14:00 collegandosi al seguente link: Prenota percorso della settimana

Venerdì sera sarà inviata una mail di conferma a chi potrà partecipare con allegato il modulo di autocertificazione da compilare e consegnare alla partenza.

Il raduno è alle ore 8:30 presso il valico di Monteluco, a quota 790 slm, nei pressi del Ristorante La Pineta (link Google Maps), partenza entro le ore 9:00.

Dopo circa 600 metri percorsi lungo la strada asfaltata in direzione di Nusenna si devia a destra per una strada bianca che segue il crinale con a destra la vallata dell’Ambra e con numerosi scorci panoramici anche sul Valdarno e sulla vicina catena del Pratomagno.

Dopo aver percorso circa 3 km si lascia la strada bianca che porterebbe nella Valdambra, verso Solata e Montebenichi e si scende deviando a destra su un largo ma ripido sentiero verso l’Ambra, qui va posta molta attenzione in quanto in alcuni tratti la pendenza si aggira intorno al 30% per cui è necessario scendere a zigzag ed usare i bastoncini senza i quali non è raccomandabile affrontare la discesa.

Raggiunta l’Ambra a quota 410 è necessario guadare il torrente. Normalmente il guado è abbastanza agevole ma in ogni caso è consigliabile avere con sé calzini di ricambio e un piccolo asciugamano per i piedi.

Saliremo a San Vincenti per una salita abbastanza impegnativa, almeno nel primo tratto; la frazione si trova a quota 520 m slm.

Da qui il ritorno verso Monteluco avviene sulla strada comunale bianca con salita agevole e graduale di circa 4 km, dove è necessario porre la massima attenzione al seppur minimo traffico.

La lunghezza del percorso è circa 12 km, il dislivello circa 380 m. Queste caratteristiche richiedono che i partecipanti abbiano un minimo di allenamento visto il dislivello complessivo da affrontare.


A presto Camminando.

Il Gruppo Comunicazione


Percorso Escursionistico
Mezza giornata
Anello di 12 Km.
Dislivello 380 m

1 ,5 litri di acqua e spuntino non sono ammessi scambi di cibo e bevande
Scarponcini con suola scolpita,mascherina, guanti monouso, soluzione /gel disinfettante, sacchetto per smaltimento DPI, Autodichiarazione Covid19 già compilata consigliati bastoncini da trekking

E' necessario prenotarsi all'escursione entro Venerdì 9 ottobre alle ore 12:00 tramite il form: Prenota Percorso della settimana

Coordinatore Tecnico

  • A.E.N. Daniele Caratelli +39 3331497844

Ritrovo e Costi

Il ritrovo è previsto alle ore 8:30 nei pressi del Ristorante La Pineta a Monte Luco (link Google Maps) per partire entro le ore 9:00. L'escursione avrà una durata di circa 4 ore.


Regolamento

Chi partecipa all'escursione è tenuto al rispetto del Regolamento Escursioni e delle linee guida della FIE per la ripresa delle attività sociali (vedi documento)

Attrezzatura

Scarponi da trekking con suola scolpita, (alle persone con calzature non idonee sarà inibita la partecipazione in gruppo)

Acqua in abbondanza (1,5 LT) e spuntino

mascherina, guanti monouso, soluzione/gel disinfettante, sacchetto per smaltimento DPI, Autodichiarazione CoViD19 già compilata

consigliati vivamente bastoncini da trekking per affrontare la ripida discesa al torrente Ambra

Raccomandazioni Particolari

I soggetti allergici o con particolari patologie (cardiache, respiratorie etc), sono invitati, gentilmente, a mettersi in contatto con il coordinatore dell’escursione, prima della partenza, per segnalare particolari esigenze e la presenza di farmaci personali salvavita (Adrenalina etc).

In questa escursione sarà presente il nostro Defibrillatore portatile

SAN VINCENTI (Fonte Wikipedia)

La frazione di San Vincenti è situata a 520 m di altitudine, fra le sorgenti dei torrenti Ambra e Ambrella, sul fianco del Monte Luco al limite orientale con la provincia di Arezzo. Confina a nord con Nusenna, a est con Ambra, a sud con Montebenichi e ad ovest con il Monte Luco e la sua rocca di Monteluco della Berardenga.

San Vincenti dista poco più di 15 km dal capoluogo comunale di Gaiole e circa 40 km da Siena. Anticamente noto con il toponimo di Bonus Pagus, il borgo si sviluppò con il nome di San Vincenzio in Altaserra, poi divenuto San Vincenti, quando nel VII secolo venne qui edificato un oratorio che fu poi innalzato a basilica compresa nel pievanato di Santa Maria Assunta in Altaserra di Montebenichi.[3] La prima documentazione scritta risale al 715, quando è citata per l'appunto la «basilica Sancti Vincenti in fundo Bonuspagus». Secondo la tradizione, il borgo con la chiesa sarebbero stati fondati da Servando, vescovo di Arezzo. In seguito all'anno 1000 San Vincenti conobbe una certa importanza, in quanto divenne sede di uno spedale per i pellegrini, e la chiesa fu elevata a pieve.

Nel territorio di San Vincenti era compresa anche la cura di San Matteo della rocca di Monteluco della Berardenga, attestata dal 1085. In epoca moderna, San Vincenti divenne giuspadronato della famiglia dei baroni Ricasoli, che possedevano qui numerosi beni e terreni.

Nel 1833 si contavano a San Vincenti ben 181 abitanti, all’ultimo censimento 2011 risultavano solo 6 residenti.

Al centro dell'abitato si trova la pieve di San Vincenti, un edificio risalente al VII secolo, documentato come basilica nel 715 e poi come pieve nel 1104. Secondo la tradizione, fu fondata come oratorio dal vescovo Servando, poi ampliata agli inizi dell'VIII secolo dal vescovo Luperziano, il quale vi consacrò due altari dedicati a San Quirico e a San Lorentino. La chiesa presenta un impianto a tre navate con un'abside semicircolare e facciata a capanna: sono ancora presenti resti del paramento murario romanico originario in filaretto di pietra alberese. All'interno si conservano alcuni pregevoli affreschi della fine del XIV secolo ed un fonte battesimale datato 1714.

CENNI GEOGRAFICI

Monteluco con i suoi 828 m. rappresenta la seconda cima dei Monti del Chianti dopo Monte San Michele.

Spartiacque naturale tra i bacini dell’Arno e dell’Ombrone, dalle sue pendici nasce il Torrente Ambra che, come tutti i corsi d’acqua dal corso ripido e dal bacino considerevole ha rappresentato da sempre un problema per le popolazioni vallive della valdambra e non solo.

Il 4 Novembre 1966 l’Ambra rappresentò infatti una delle cause della disastrosa alluvione di Firenze, la recente costruzione della cassa di espansione ha mitigato notevolmente gli effetti delle piene.

Zona impervia e boscosa quella del Monteluco racchiude il fascino della montagna preappenninica con presenza di una flora di alto fusto tipica della fascia di media montagna; numerosa è la presenza di grossi mammiferi come il cervo, il daino, il capriolo e il cinghiale; tra i predatori lupi, volpi e varie specie di mustelidi.

La zona che visiteremo è in pratica un anello intorno alle sorgenti dell’Ambra utilizzando all’andata il crinale di Solata, nella parte centrale la discesa, la salita e il guado del torrente e nella parte finale il crinale di San Vincenti.