E.. state qui !

Oratorio estivo della parrocchia di Ovada

MODULO PRE- ISCRIZIONE PER "E..STATE QUI 2021!

[La nostra storia] - Chi sono i nostri Educatori ?

inserto a cura di Carlotta ; ex educatrice e..state qui e attuale responsabile oratorio borgallegro

Una delle domande più frequenti che da sempre ci vengono poste è :

"Ma chi sono gli Animatori ed Educatori a cui affidiamo tutto il giorno i nostri figli?"

Che domanda difficile.

Cercherò di partire donando una definizione “seria” per rispondere a questa domanda; definirei le ragazze e i ragazzi che indossano la divisa di Animatore o Educatore E..state qui! semplicemente dei giovani volontari che hanno deciso di dedicare tantissime ore e giornate delle loro vacanze estive a fornire un servizio alle famiglie che dall’estate del 1995 affidano i loro figli a questo Oratorio estivo.

Però, in effetti, sono molto, molto di più.

Parliamo di ragazze e ragazzi che per la maggior parte sono stati "dall'altra parte" del centro estivo e che hanno potuto vedere la realtà di E..state qui! prima da bambini per poi scegliere di voler ricambiare il "favore" a loro fatto prendendo il testimone delle generazioni precedenti.

Sono giovani coraggiosi, perché ci vuole coraggio per fare l’Educatore, soprattutto in un centro estivo come il nostro in cui ti ritrovi a contatto con bambini di tutte le età per 3 settimane dalle 8 del mattino alle 5 di pomeriggio; sono giovani coraggiosi perché fare l’animatore vuol dire sentirsi tanta responsabilità addosso, ti senti la fatica del caldo delle giornate di giugno e luglio che si accumulano alla voglia di farti un tuffo al mare o al fiume invece che stare in un parco.

Eppure, ciò che contraddistingue questi ragazzi dagli altri è il fatto che nonostante il caldo, nonostante le sveglie al mattino presto, nonostante i pasti da distribuire e le attività da organizzare, beh loro ci scelgono ogni estate.

Questi ragazzi scelgono di iniziare a preparare il materiale e "radunare" le truppe mesi e mesi prima dell'inizio del centro estivo, scelgono di vedersi la sera dopo una giornata pesante a scuola per ultimare i fondali per l'ambientazione o le scenette per la Storia; scelgono di "scervellarsi" per trovare i laboratori più creativi ed interessanti; scelgono di occuparsi della Segreteria prendendosi in carico la parte burocratica di una realtà molto più grossa di loro, scelgono di continuare a ritrovarsi al Parco Pertini tutte le mattine magari con gli occhi assonnati ma con il sorriso.

E tutto questo per cosa alla fine dei conti?

Non saprei spiegarvelo a parole, ma dopo quelle 3 settimane sei una persona diversa. Perché nulla è paragonabile all'affetto, ai legami che si creano lì, all’ombra dei grandi alberi verdi. Nulla può sostituire l'abbraccio di un bambino a fine giornata, nulla è meglio del pomeriggio della festa finale con i tavoli allestiti e stracolmi dei lavoretti dei ragazzi, il campetto "laterale" che si trasforma in palcoscenico, gli educatori che "ballano" SuperMascherina e il video proiettato con le foto delle gite e delle ore trascorse insieme con qualche canzone in sottofondo a coprire le lacrime che puntualmente rigano i visi di tutti noi per l'emozione.

E parlando della festa finale.. proprio in quel pomeriggio E..state qui! è si trasforma in un incontro generazionale di Educatori.

Senza troppe difficcoltà troverai e vedrai durante la festa finale non solo nonni e zii commossi o bambini sfiancati e felici, ma la cosa più “buffa” è la calamita che porta i “vecchi” educatori a fare capolino un po’ per “canisare” e controllare l’operato dei loro “ragazzi cresciuti” che hanno preso il loro posto e un po’ perchè 99 su 100 sono lì seduti sulle panche ad applaudire i loro figli, consci e tremendamente felici di aver investito tempo e anni per un grande progetto che ha portato grandi risultati.

Quindi, riassumendo, chi sono gli animatori ed educatori a cui affidate tutto il giorno i vostri figli?

Sono ragazze e ragazzi, “bambini cresciuti”, unici nel loro genere.

Sono ragazze e ragazzi pieni zeppi d’amore, quell’amore che hanno voluto “donarea dei bambini che un domani faranno lo stesso con altri bambini ancora.

Sono ragazze e ragazzi speciali, e io sono fiera di averne fatto parte e ora di contribuire da “grande” dall’altra parte della palco.

Perché E..state qui! lo scegli la prima volta, forse, per curiosità e poi ti accorgi che è stato lui a scegliere te.