Il congresso di Scienze

Il Congresso di Scienze, quest'anno alla 5^ edizione, è un fiore all'occhiello dell'Istituto Secondario di I° "Petrarca-Padre Pio"-San Severo.

Referente è stata per ben 4 anni la prof.ssa S. Spadavecchio, insegnante di Matematica e Scienze dell'istituto, ma vede la collaborazione di altri docenti della disciplina e non come la prof.ssa M. Moramarco, insegnante di Lettere, della prof.ssa A. Leone, insegnante di Lettere, della prof.ssa C. Giarnetti, insegnante di Inglese, della prof.ssa A. Di Gioia, insegnante di Inglese, negli anni scorsi anche della prof.ssa A. Del Franco, insegnante di Francese, e, nell'a.s. 2017/18, anche della prof.ssa C. Petti, insegnante di Matematica e Scienze e del prof. N. Manzella, insegnante di Matematica e Scienze, ma molte le novità per questa quinta edizione.

Come si può notare, è una varietà di insegnanti che collaborano per la riuscita del Congresso, anche se tanta parte del lavoro ricade sulla referente. Ma l'aspetto più positivo sta nell'unità dei due plessi, a dispetto di chi è convinto del contrario, poiché la realizzazione del Congresso vede la collaborazione tra docenti di plessi diversi, che nonostante la distanza e le difficoltà, s'impegnano per la sua riuscita, ognuno con il suo piccolo contributo.

In queste pagine

In queste pagine potete trovare, visionare e scaricare il materiale prodotto dai ragazzi in occasione del congresso di scienze. Gli argomenti sono stati vari, si è passati dal primo soccorso, ai terremoti, alla disputa sui vaccini (argomento dell'ultimo congresso, che ha animato non poco gli spiriti.

Nell'ultimo Congresso, inoltre, vi è stata la partecipazione di esperti quali la dott.ssa Moffa, la dott.ssa Nesta e il dott. Miglio, che hanno illustrato l'argomento all'ampia platea di genitori e alunni e che, in un certo senso, hanno anticipato gli argomenti illustrati successivamente dai ragazzi.

Le scorse edizioni

Vi invitiamo a consultare le pagine che raggruppano i lavori delle passate edizioni, ovvero:

Il fine ultimo

Ma quale lo scopo del congresso? Non certo solo di fare bella mostra di sé e dell'Istituto quanto, al contrario, l'utilizzo di un metodo di apprendimento nuovo che vuole rendere l'alunno attivo e costruttore del suo sapere, abituarlo a lavorare in team (cooperative learning) e, al tempo stesso, evidenziare che il sapere è unico: in altre parole, un argomento può abbracciare tutte le discipline, troppo spesso viste come qualcosa di staccato l'una dall'altra.

L’attività è nata per avvicinare i ragazzi al metodo della ricerca e per raggiungere tale obiettivo si è provveduto in primo luogo a fornire agli alunni le necessarie conoscenze sui temi trattati; i ragazzi le hanno poi rielaborate usando strumenti informatici e multimediali per meglio illustrarle ad un pubblico di non esperti.

Certamente non da meno è stata la collaborazione del prof. Di Fazio, responsabile dell'auditorium e per la parte tecnica, e della prof. ssa Giagnorio per l'aspetto musicale della quarta edizione del congresso.