Nel cuore della costituzione.

Dalla scuola di Barbiana al civic engagement lab per formare cittadini di pace e legalità.


Youth Multimedia Contest - 2018/2019

La centralità della Carta Costituzionale della nostra Repubblica, che da oltre settant’anni garantisce la convivenza, la libertà e lo sviluppo del nostro paese, necessita di essere sempre più conosciuta e praticata di fronte alle trasformazioni che l’Italia sta vivendo a tutti i livelli.

Se questo è importante per tutti i cittadini, molti dei quali hanno perlomeno una memoria storica ed esperienziale di quanto i valori e le indicazioni della Costituzione abbiano garantito la democrazia, in momenti difficili che il nostro paese ha vissuto, lo è ancor più per i giovani che rischiano di ritenere scontato e naturale l’insieme dei diritti e dei doveri dei quali godono come cittadini, come se fossero sempre esistiti. Proprio attraverso una lettura attenta, con i nostri giovani, di alcuni articoli significativi della Carta Costituzionale italiana potremmo avviare una riflessione sul significato dell’essere cittadini oggi e sull’impegno nel ritrovare, laddove non si rivelasse in modo chiaro, un’identità democratica capace di affrontare con una mente aperta e flessibile ed un pensiero acuto e critico, le questioni socio-culturali e politiche del paese.

Visto il successo della prima edizione, questo secondo intervento progettuale si presenta, ancora una volta, come un Concorso per le scuole secondarie, di primo e secondo grado. Il Concorso non intende sovrapporsi ad altri momenti istituzionali in programma per lo studio della Costituzione, ma si propone eventualmente di integrare, valorizzare e contestualizzare i diversi approfondimenti a cui le scuole della Provincia stanno già lavorando.

In questa proposta, infatti, pace e legalità saranno le due parole chiave attorno alle quali verrà circoscritto lo studio di alcuni articoli della Costituzione, offrendo agli studenti momenti di confronto e di crescita civile.

Su questi due temi verranno proposte nel corso dell’anno scolastico 2018-19, tra settembre ed aprile, diverse testimonianze, scritte e orali.

L’approccio al testo costituzionale non sarà pertanto guidato e monitorato mediante un percorso manualistico, sistematico e didascalico, ma attraverso l’incontro e la conoscenza di volti, voci ed esperienze, attraverso testimonianze autentiche di vita vissuta. Uno di questi testimoni è Don Lorenzo Milani.