MOSTRE


Mostra Impressionismo e Avanguardie| Palazzo Reale | dal 8 Marzo 2018 al 2 Settembre 2018| Eventi a Milano

Dove:Palazzo Reale , Piazza del Duomo

Quando: Dal 08/03/2018 al 02/09/2018

Lunedì 14.30-19.30; martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30-19.30 giovedì e sabato 9.30-22.30

Prezzo: Da 8 a 14 euro

Altre Informazioni

Dall’8 marzo al 2 settembre 2018, nella magnifica cornice di Palazzo Reale di Milano, apre al pubblico “IMPRESSIONISMO E AVANGUARDIE. Capolavori dal Philadelphia Museum of Art”, una selezione di 50 capolavoriprovenienti da uno dei più importanti e storici musei americani, un’occasione unica per ammirare opere dei più grandi pittori a cavallo tra Ottocento e Novecento nel loro periodo di massima espressione artistica, in un allestimento studiato per valorizzare ogni singola opera di una storia di grande collezionismo americano.

Filadelfia è stata la capitale del collezionismo d’arte dalla metà dell’Ottocento e l’esposizione vuole essere il racconto di una storia che ha visto protagonista il suo museo ed i collezionisti che hanno contribuito al suo arricchimento.

La mostra si inserisce nella linea espositiva “Musei del mondo a Palazzo Reale”, inaugurata nel 2015, che vede la realizzazione di mostre delle più importanti collezioni museali di tutto il mondo non sempre note al grande pubblico e non sempre accessibili.

Mostra "DÜRER E IL RINASCIMENTO tra Germania e Italia" | dal 21 febbraio 2018 al 24 giugno 2018 | mostre | Palazzo Reale Eventi a Milano

Dove :Palazzo Reale , Piazza del Duomo, 12

Quando : Dal 21/02/2018 al 24/06/2018

Lunedì 14:30-22:30; martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9:30-20; giovedì e sabato 9:30-22:30

Prezzo :Intero 12 euro; ridotto da 6 euro

Altre Informazioni

Sito web: palazzorealemilano.it

In ottemperanza delle condizioni che disciplinano l’esposizione delle opere su carta, alcuni disegni sono rientrati nella loro sede di origine. Per garantire la corretta fruizione e avere completa visione dei confronti tra le opere all'interno del percorso espositivo, le opere sono sostituite da riproduzioni in scala originale.

Dal 21 febbraio al 24 giugno 2018 Palazzo Reale di Milano presenta "Dürer e il Rinascimento tra Germania e Italia" una grande mostra e un progetto originale che raccontano l’apice del Rinascimento tedesco nel suo momento di massimo fulgore e di grande apertura verso l’Europa, grazie a un’importante selezione di opere di Albrecht Dürer(1471 – 1528) e di alcuni grandi artisti tedeschi e italiani suoi contemporanei.

La mostra offre ai visitatori la possibilità di ammirare circa 130 opere e propone - per la prima volta – al pubblico milanese, ma anche a quello italiano ed internazionale, la grande figura di Albrecht Dürer. Il cuore della mostra rivelerà le qualità intrinseche delle sue opere nelle varie categorie da lui praticate, pittura, disegno e grafica, evidenziandone il carattere innovativo nonché i rapporti con gli altri grandi protagonisti della mostra come Lucas Cranach, Albrecht Altdorfer, Hans Baldung Grien, Hans Burgkmair e Martin Schongauer da un lato, e dall’altroTiziano, Giorgione, Andrea Mantegna, Leonardo da Vinci, Giovanni Bellini e Andrea Solario.

SPECIALE MARTEDI' UNIVERSITARI:

Tutti i martedì (esclusi i festivi) gli studenti universitari muniti di tesserino hanno diritto a un accesso scontato alla mostra pari a 7 euro.


"Josef Sudek: Topografia delle macerie. Praga 1945" | Mostre | dal 5 giugno 2018 al 1 luglio 2018 | Palazzo Reale Eventi a Milano


Dove: Palazzo Reale

Quando : Dal 05/06/2017 al 01/07/2018

Lunedì 14:30-19:30; martedì, mercoledì 09:30-19:30, giovedì 9:30-22:30

Prezzo :Ingresso gratuito

Altre Informazioni :

Dal 5 giugno al 1° luglio 2018, nella prestigiosa sede di Palazzo Reale, Milano PhotoWeek rende omaggio alla città di Praga con la mostra Josef Sudek: Topografia delle macerie. Praga 1945. Subito dopo la fine della seconda guerra mondiale, nel 1945, Josef Sudek (1896 - 1976), fotografo ceco di fama mondiale del XX secolo, andò nelle strade di Praga per documentare i danni che la guerra aveva causato nella città. Ciò dette origine a una insolita collezione di quasi quattrocento immagini, documentarie e artistiche, che catturano edifici distrutti, sculture disarmate e sistemi di protezione antincendio e antiaerei.

Le immagini rivelano il doloroso passato della città, oggi perlopiù sconosciuto, attraverso lo sguardo sensibile di Sudek, emotivamente legato alla "propria" città e, quindi, capace di catturare la sua poetica nascosta. La mostra nasce da una collezione di negativi preservati presso l'Istituto di Storia dell'Arte dell'Accademia delle Scienze della Repubblica Ceca a Praga e presenta quaranta immagini inedite, sotto forma di nuovi ingrandimenti.

"Modigliani" | dal 20 giugno 2018 al 04 novembre 2018 | Mudec Eventi a Milano

DOVE: Mudec

QUANDO: Dal 20/06/2018 al 04/11/2018

unedì 14.30 - 19.30 , Martedì - mercoledì - venerdì - domenica 9.30 - 19.30, Giovedì - sabato 9.30 - 22.30

PREZZO: Intero 15 euro; ridotto 13 euro

Altre Informazioni :

attraverso immagini, musiche, evocazioni e suggestioni, che ricompone davanti agli occhi del visitatore l’universo di Amedeo Modigliani pittore e scultore, e che permette di proiettarsi nel contesto parigino di cui l’artista fu assoluto protagonista.

La mostra prodotta da 24 ORE Cultura è promossa dal Comune di Milano-Cultura, con il supporto scientifico dei conservatori del MUDEC e del Museo del Novecento di Milano.

Ideata da Crossmedia Group e curata da Francesco Poli, si propone come un vero e proprio excursus multisensoriale offrendo al visitatore la scoperta della sua cifra artistica e l’influenza che il primitivismo in particolare la scultura africana, egizia e cicladica, ebbero sul suo lavoro; una vita da bohémien nella sua esistenza da esule livornese nella Montmartre e nella Montparnasse dei primi del Novecento.

A impreziosire la visione multimediale dandole volume a 360°, e rendendo così l’esperienza veramente totalizzante, il progetto allestito al MUDEC prevede una sala introduttiva, una “sala scrigno”, che ospita alcuni capolavori di arte primitiva africana del XX secolo provenienti dalla collezione permanente del MUDEC e tre ritratti di Modì provenienti dal Museo del Novecento di Milano, che permettono al visitatore di avere sott’occhio in un unico ambiente quei modelli artistici di arte primitiva che il genio livornese ebbe senz’altro a ispirazione per la sua arte, come il confronto diretto con i ritratti accostati nella stessa sala permetterà a tutti di appurare.

Una ‘Infinity room’ chiude il percorso espositivo: alcune delle opere più significative dell’artista si ripresenteranno agli occhi del visitatore in un gioco continuo di scomposizioni e rifrazioni, che non mancherà però di aprirsi con un più classico racconto sulla vita dell’artista e il contesto storico-sociale-culturale in cui situare la sua produzione.