MOSTRE


Mostra "inside Magritte"| Fabbrica del Vapore | dal 9 Ottobre 2018 al 10 Febbraio 2019| Eventi a Milano

Dove:Milano, Fabbrica del Vapore

Quando: dal 9 ottobre 2018 al 10 febbraio 2019

Lunedì dalle 14.30 alle 19.30

Martedì, mercoledì, giovedì e domenica dalle 9.30 alle 19.30

Giovedì e sabato dalle 9.30 alle 22.30

Altre Informazioni

La mostra Inside Magritte mette in primo piano Il figlio dell’uomo (1964), probabilmente un autoritratto del pittore belga. L’ artista veste abiti conformisti e anonimi e porta una tipica bombetta, il suo volto però viene celato dalla mela. Ed è proprio così che Magritte sottolineava la contraddizione intrinseca del suo essere: uomo all’apparenza omologato, uguale a chiunque altro, era in realtà una persona stravagante, amante dell’umorismo, irriverente e visionario.

"Ebbene, qui abbiamo qualcosa di apparentemente visibile poiché la mela nasconde ciò che è nascosto e visibile allo stesso tempo, ovvero il volto della persona. Questo processo avviene infinitamente. Ogni cosa che noi vediamo ne nasconde un'altra; noi vogliamo sempre vedere quello che è nascosto da ciò che vediamo. Proviamo interesse in quello che è nascosto e in ciò che il visibile non ci mostra. [...] un tipo di disputa, potrei dire, fra ciò che è nascosto e visibile e l'apparentemente visibile."

Proprio alla propensione dell’uomo alla ricerca di qualcosa che vada oltre l’ordinario, oltre il visibile, si ispira l’arte di Magritte, che desidera sconvolgere ma soprattutto portare lo spettatore ad una riflessione che vada oltre l’immagine, concetto che il pittore elabora a partire dall'incontro con l'arte di Giorgio de Chirico e perfettamente espresso dalla sua prima opera surrealista La Trahison des images (Ceci n'est pas une pipe).

La mostra Inside Magritte alla Fabbrica del Vapore di Milano promette di immergere lo spettatore in queste contraddizioni surrealiste che l’artista tanto amava rappresentare tra sogni, visioni, allusioni e sorprese.

Mostra "PICASSO METAMORFOSI" | dal 18 Ottobre 2018 al 17 Febbraio 2019 | mostre | Palazzo Reale - Eventi a Milano

Dove :Palazzo Reale , Piazza del Duomo, 12

Quando : dal 18 ottobre 2018 al 17 febbraio 2019

Lunedì: 14.30–19.30; Martedì, mercoledì, venerdì e domenica: 9.30-19.30; Giovedì e sabato: 9.30-22.30

Altre Informazioni

Sito web: palazzorealemilano.it

Con la mostra "Picasso Metamorfosi" il comune di Milano prosegue la collaborazione con il Museo di Picasso di Parigi inaugurata nel 2012 per la mostra di Picasso a Palazzo Reale. La nuova esposizione approfondisce il ruolo che il repertorio mitologico ha svolto nella produzione del grande artista spagnolo.

Artista innovatore per eccellenza della pittura del Novecento, capofila dell'avanguardia storica del cubismo, Picasso tenne sempre in grande considerazione l'arte antica, di cui poté approfondire la conoscenza grazie ai viaggi a Roma, Napoli, Pompei.Il rapporto con la classicità si manifestò tanto con un ritorno alla figuratività quanto nella frequente rappresentazione di figure mitologiche, con una predilezione per gli esseri ibridi come fauni, centauri e minotauri, simboli di una condizione di ambivalenza tra umanità e animalità, bene e male, vita e morte.

In tale immaginario il riferimento alla classicità si fonde ai temi della contemporaneità, come le violenze della guerra, o a suggestioni legate alle origini e al carattere dell'artista, dal mondo delle corrida all'erotismo.

Allestita in cinque sezioni, la mostra espone 350 opere tra i capolavori del Museo Picasso di Parigi, importanti pezzi d’antiquariato e opere ispirate ai canoni della bellezza classica, in un affascinante percorso che illustra il lavoro di rielaborazione dei dati della cultura antica e contemporanea svolta da Picasso, con una fantasia mai eguagliata.


"KLEE" | Mostre | dal 31 Ottobre 2018 al 3 Marzo 2019 | MUDEC, Eventi a Milano


Dove: Mudec

Quando : dal 31 ottobre 2018 al 3 marzo 2019

Lunedì: 14.30–19.30; Martedì, mercoledì, venerdì e domenica: 9.30-19.30; Giovedì e sabato: 9.30-22.30

Altre Informazioni :

La mostra intende offrire una nuova prospettiva dell'opera del pittore svizzero, considerato uno dei più originali interpreti della pittura del Novecento. Formatosi a Monaco con Franz Von Stuck, grande maestro del Simbolismo, nei primi anni del Novecento ebbe modo di visitare l'Italia e Parigi facendo così la conoscenza degli Impressionisti e della pittura moderna, da Leonardo a Rembrandt.

All'inizio degli anni dieci entrò in contatto con il gruppo del Cavaliere Azzurro di Kandinskij e, a seguire, con l'ambiente cubista di Parigi. Un successivo viaggio in Tunisia lo indurrà a fare del colore uno dei principi della sua arte. Da allora i suoi quadri si caratterizzeranno per un dialogo tra colore e segno grafico, in composizioni dove il reale viene tradotto in dato immaginario.

Il repertorio di immagini incantate e ricche di mistero di Klee, se da un lato sembra provenire dal mondo dell'infanzia, dall'altro affonda le proprie origini nel fenomeno del Primitivismo che attraversa la cultura europea tra fine Ottocento e inizio Novecento, influenzando l'opera di artisti quali Gauguin, Picasso, Carrà.

La mostra indaga questo specifico aspetto della produzione dell'artista svizzero ponendo a confronto una significativa selezione dei suoi dipinti, acquerelli e disegni con oggetti dell'antichità classica e manufatti della collezione etnografica del Mudec, in un percorso arricchito dalla presenza di riviste e documenti d’epoca legati alla formazione di Klee.